WWE Extreme Rules 2011 Report

Buona giornata amici del grande wrestling WWE. È la notte delle regole estreme, quella che stiamo per vivere insieme: vediamo che è accaduto ad Extreme Rules.

Il primo match della serata il Last Man Standing Match tra Randy Orton e CM Punk. Il leader del Nexus si presenta sul ring con il resto della sua gang, ma il GM misterioso di Raw, con la canonica mail, comunica a Punk che deve regolare le sue faccende con Orton da solo, e quindi i suoi uomini non possono stare a bordo ring. Punk parte bene e costringe Randy a diversi conteggi a terra, poi è Orton a rischiare la vittoria dopo avere eseguito la sua RKO ma Punk si rialza in tempo. Ancora un RKO di Orton sul leader del Nexus, questa volta sul tavolo dei commentatori e nuovo conto di 8 per CM Punk, che poi va a segno con una GTS sui gradoni d’acciaio, ma anche The Viper si rialza all’otto. Punk sale sulla terza corsa, ma Orton lo sorprende ed esegue una spettacolare Super RKO che regala il conteggio di 10 e la vittoria al Legend Killer.

Siamo nel backstage, ove vediamo Teddy Long informare  Sheamus che dovrà difendere il suo titolo degli Stati Uniti dall’assalto di Kofi Kingston.

Kofi e Sheamus si affrontano dunque in un Table Match. Un match che viene risolto da uno spettacolare Trouble In Paradise volante di Kofi che colpisce uno Sheamus sdraiato su un tavolo fuori dal ring: il tavolo va in frantumi e Kofi vince il match diventando campione degli Stati Uniti.

Intervista di Tod Grisham ad un R-Truth che schiuma ancora rabbia per la sconfitta subita per mano di John Morrison che lo terrà lontano dal main event titolato di Raw.

È tempo del Contry Wipping Tag Team Match con  Jerry Lawler e Jim Ross che affronteranno Michael Cole e Jack Swagger. I quattro sono ovviamente armati di cinture e con esse possono colpire gli avversari a piacimento, Cole però si è vestito con un abito imbottito a prova di colpi di cintura, Lawler non ci sta e, dopo averlo atterrato con pugno, lo sveste del suo abito protettivo. JR etra sul ring e riesce pure ad applicare l’Ankle Lock a Swagger, che riesce però a dare il cambio a Cole, ed anche per lui arriva il momento di subire l’Ankle Lock di Ross, ma Swagger interrompe la mossa con una cinturata nelle parti basse, permettendo a Michael di vincere il match con un roll-up.

Tod Grisham intervista ora John Cena, che ci ricorda che sono passati 10 mesi dall’ultima volta in cui è stato campione.

Siamo giunti al Falls Count Anywhere Match tra Rey Mysterio e Cody Rhodes. Match ovviamente molto confuso, con i due atleti che si spostano lungamente fuori dal ring. Alla fine però si ritorna sul quadrato, ove Cody mette a segno un’Alabama Slam che gli da solo un conto di 2, Mysterio ne approfitta e sputa in faccia a Rodhes un Green Mist che acceca il povero Cody. Rey posiziona Rhodes sulle corde ed esegue la 6-1-9 che gli permette di vincere il match.

Layla nel backstage si da dalle altre divas della WWE dicendo che, siccome che questa potrebbe essere la sua ultima notte in WWE, vorrebbe scusarsi con loro per il suo comportamento. È, infatti, tempo del match tra Layla e Michelle McCool: chi perde è fuori dalla WWE. Layla va ad un passo dalla vittoria con un Face Lift, ma Michelle si salva toccando le corde, poi va a segno con il Faith Breaker. Michelle schiena la sua ex amica, ma al conto di 2 Layla riesce a capovolgere lo schieramento a suo favore, ed ottiene il decisivo conto di 3 che costringe la McCool a lasciare la WWE. Michelle rimane disperata sul ring, ma viene raggiunta dalla debuttante Kharma. La McCool guarda terrorizzata l’imponete donna, che si avvicina a lei ed esegue un devastante Implant Buster.

Il vacante titolo dei pesi massimi è in palio tra Christian e Alberto Del Rio in un Ladder Match. I due atleti lavorano a lungo nel tentativo di indebolire le braccia del rivale. Ad un certo punto Christian esegue una Spear su Del Rio ed inizia la scalata, Alberto lo raggiunge e lo fa scivolare giù dalla scala, ma Christian riesce a rinvenire in tempo e fa cadere rovinosamente giù il messicano. Nuovo tentativo di scalata da parte di Christian, che sembra potercela fare, ma Brodus Clay arriva a togliere le castagne dal fuoco a Del Rio, spedendo al suolo il canadese. Alberto ora sembra avere la strada spianata, ma quando è in procinto di staccare la cintura, sente il suono di un clacson: è Edge a bordo di una Jeep che saluta beffardo il messicano! Del Rio si distrae a guardare Edge consentendo a Christian di sbatterlo giù dalla scala. Edge incita l’amicone fraterno Christian, mentre questi inizia la scalata verso la cintura: Christian stacca la cintura! Christian diventa per la prima volta campione del mondo dei pesi massimi, e celebra la vittoria abbracciandosi con Edge!

Alex Riley è nel backstage insieme al suo mentore The Miz. Riley si lamenta del fatto che per colpa della stipulazione The Miz abbia solo il 33% di vittoria, Miz non sembra gradire quest’affermazione di Alex e lo mette a tacere con un perentorio “non dire più cose del genere”.

Altro Match titolato aggiunto alla card. I titoli di coppia saranno in palio in un Lumbrejack Match, in cui i campioni Kane e The Big Show affronteranno due membri del The Core: Wade Barrett ed  Ezekiel Jackson, mentre trai Lumbrejack vi sono anche gli altri due membri della stable, Heath Slater e Justin Gabriel. Jackson sembra avere in pugno l’incontro quando Barrett si prende il cambio. Ezekiel non sembra contento ma lascia il ring a Wade, ma The Big Show lo sorprende con la Show Stopper. I titoli di coppia rimangono nelle mani di Show e Kane, che infliggono una Chokeslam anche a Sleter e Gabriel.

Main Event con il titolo WWE in palio: Triple Threat Steel Cage Match con il campione The Miz che difende la cintura dall’assalto di John Morrison e John Cena. Morrison sembra essere quasi riuscito ad evadere dalla gabbia, strisciando fuori dalla porta aperta, ma arriva R-Truth e lo ricaccia sul ring. Truth entra nella gabbia e massacra il povero Morrison, poi scavalca la struttura di ferro e se ne va. The Miz prova ad approfittare della situazione e cerca di scalare la gabbia, ma rinviene John Cena e lo ferma proprio quando il campione era già a penzoloni fuori dalla struttura. John riporta Miz all’interno della gabbia e Mizanin cerca allora di connettere con una Skull Crushing Finale dalla terza corda, ma Cena riesce a reagire e tramuta il tutto in una Super Attitude Adjustment! Cena schiena il campione e vince nuovamente il titolo WWE! Per la decima volta John Cena è campione, e con le immagini della sua festa a centro ring si chiude Extreme Rules.

%d bloggers like this: