Tommi campione d’Italia di Blackout Rugby. L’Union 96 annienta Inis Mor in finale

Ilnostro corrispondente dal pianeta BR Ikuvium ci racconta i playoff di BR, che abbiamo comunque seguito in diretta su Radio GameFox sabato. La stagione n.7 di Blackout Rugby assegna così il suo quinto titolo.

BLACKOUT RUGBY STAGIONE 7 – I PLAYOFF

SUPER 8

Sono gli arieti di Union 96 Rugby Milano i Campioni d’Italia della Season 7, dopo aver dominato nel gioco e nel risultato la finale scudetto contro i Windbreakers di Inis Mor, decimati dagli infortuni. Erano stati proprio i giocatori di H_Seldon i vincitori della regular season, con una cavalcata travolgente che li aveva portati ad issarsi sopra alla Union di Tommi, alla Reproscan di Batmancagone, e alla Stella Verde di Enriko, ma le assenze di Ciliberti, Princi e Arena si sono rivelate fondamentali.

La stagione si era chiusa con la vittoria perentoria di Inis Mor su Stella Verde; scontro che si è ripresentato puntuale in semi-finale. Inizialmente sia Zumpano che Fallara si dimostrano precisi dal conetto, in una partita segnata da qualche giocata non proprio regolare: il gioco duro comincia a farsi sentire al 17′, quando Ciliberti deve essere sostituito da Arena. Dieci minuti – e tre punti di Zumpano dopo – anche Tafaro è costretto a lasciare il campo in barella; e al 34′, il neo-entrato Arena deve a sua volta abbandonare il campo, lasciando il posto a Damiano (un pilone) in mediana.

See also  Blackout Rugby 4ª giornata. Serie A e B: risultati e pronostici

Le squadre sembrano attendere la fine del primo tempo per serrare le fila, ma il linebreak di Valentini libera Princi in meta, trasformata da Zumpano per il +10. Nella ripresa, Fallara centra subito il drop, riavvicinando i suoi a distanza break, ma Zumpano riporta Inis Mor a distanza poco dopo. Al 67′, quarto infortunio per Inis Mor, con Priola costretto anche lui ad abbandonare il terreno di gioco in barella. Inis Mor stringe i denti, ma non riesce ad impedire la meta di Bellofatto a 10′ dalla fine. La trasformazione di Fallara riapre i giochi, che però Zumpano chiude subito con una bella penalità: 19-13. Inis Mor migliora il risultato dell’anno precedente, Stella Verde che per il secondo anno consecutivo non riesce ad entrare in finale.

See also  Blackout Rugby Terzo Tempo. Intervista a Brando e Tommi

A Milano, non c’è partita tra la Union e i bergamaschi di Reproscanrugbybergamo. In una “classicissima” (le due si scontrarono anche in R9 di Coppa Italia) che vede contro i due mediani della Nazionale nessuno dei due incanta: azzaccano i primi calci, ma poi sbagliano molto i due numeri 10. Hotham, sempre una spina nel fianco dei Pirati, trova poi il linebreak, che permette ad Esche di marcare sotto i pali. Nistico non sbaglia, e a fine primo tempo gli arieti sono avanti di 10 punti.

Batman dovrà fare a meno di Latham nella ripresa, con Oldani al suo posto, e la differenza si vede: linebreak di Nistico, passaggio smarcante a Bonner, assist ad Esche, e doppietta del capitano. Al 50′, Kukard allunga ulteriormente, e cinque minuti dopo Mapstone chiude i conti sul 34-3. Union si limita a gestire il risultato, trovando addirittura un’altra meta con Hotham per il 39-3 finale. Union 96 tabù per Batman, ci si aspetta un rimpasto.

See also  Rugbymania Serie A-B 7ª giornata. Imbattibile Werewolf

La finale scudetto tra i due manager più tattici d’Italia promette spettacolo. Non sarà così. Bisogna infatti attendere il 35′ per vedere i primi punti, di Nistico su punizione, dopo tre calci sbagliati. Sono troppe le assenze dei padroni di casa dell’Aengus Dome, e alla lunga si fanno sentire. Nistico azzecca un’altro calcio, ed è il preludio alla vittoria. Muraoka trova un varco, triangolazione con Bonner, e meta milanese: +13. Zumpano prova timidamente a chiudere il gap, ma la distanza è troppa, e i successivi calci di Nistico portano al 19-3 finale, consegnando al CT della Nazionale il tricolore.

Terza sul podio Reproscanrugby, che vince per 38-8 contro Stella Verde; questa la classifica finale del Super8:

1.Union 96 Rugby Milano
2.Inis Mor
3.Reproscanrugbybergamo
4.Stella Verde
5.VII Rugby Torino
6.Fantaikuvium XV Campione
7.Targaryen
8.La Banda Bonnot

Be the first to comment

Leave a Reply