Serie A, le decisioni del Gudice Sportivo. Lazio, oltre al danno la beffa. Cavani salta Bologna, Palermo decimato

Vi proponiamo le decisioni del giudice sportivo Gianpaolo Tosel del 04/04/2011

 

a) SOCIETA’

Ammenda di € 25.000,00 : alla Soc. FIORENTINA per avere suoi sostenitori, al 34° del primo tempo, lanciato sul terreno di giuoco un petardo nei pressi di uno steward, che, in conseguenza dello scoppio, doveva ricorrere alle cure dei sanitari; entità della sanzione attenuata ex art. 14 comma 5 in relazione all’art. 13 comma 1 lettere a) e b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.
Ammenda di € 20.000,00 : alla Soc. MILAN per avere suoi sostenitori, al 15° del primo tempo, indirizzato un fascio di luce laser sul volto dell’allenatore e di un calciatore della squadra avversaria durante l’esecuzione di un calcio di punizione; per avere inoltre, nel corso della gara, esposto numerosi striscioni dal tenore insultante per l’allenatore della squadra avversaria; per avere infine, al 12° del secondo tempo, lanciato nel recinto di giuoco una bottiglietta d’acqua; entità della sanzione attenuata ex art. 14 comma 5 in relazione all’art. 13 comma 1 lettere a) e b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.
Ammenda di € 15.000,00 : alla Soc. JUVENTUS per avere suoi sostenitori, nel corso del secondo tempo, lanciato nel settore occupato dalla tifoseria avversaria due petardi e numerosi oggetti di varia natura (aste di bandiera, bottigliette e simili); entità della sanzione attenuata ex art. 14 comma 5 in relazione all’art. 13 comma 1 lettere a) e b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.
Ammenda di € 15.000,00 : alla Soc. ROMA per avere suoi sostenitori, al 38° del primo tempo, lanciato sul terreno di giuoco un fumogeno e per avere inoltre, nel corso del secondo tempo, lanciato nel settore occupato dalla tifoseria avversaria numerosi oggetti di varia natura (aste di bandiera, bottigliette e simili); entità della sanzione attenuata ex art. 14 comma 5 in relazione all’art. 13 comma 1 lettere a) e b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.
Ammenda di € 3.000,00 : alla Soc. CESENA per avere suoi sostenitori, al 21° del secondo tempo, lanciato sul terreno di giuoco una bottiglietta in plastica; entità della sanzione attenuata ex art. 14 comma 5 in relazione all’art. 13 comma 1 lettere a) e b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.
Ammenda di € 3.000,00 : alla Soc. NAPOLI a titolo di responsabilità oggettiva per aver ingiustificatamente ritardato l’inizio della gara di circa cinque minuti; recidiva reiterata.
Ammenda di € 1.000,00 : alla Soc. LAZIO a titolo di responsabilità oggettiva per aver ingiustificatamente ritardato l’inizio della gara di circa cinque minuti.

See also  Calciopoli: l'udienza del 15 marzo. La trascrizione degli interrogatori (parte 2 Nucini)

b) CALCIATORI

CALCIATORI ESPULSI

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

BIAVA Giuseppe (Lazio): per avere commesso un intervento falloso su un avversario in possesso di una chiara occasione da rete.
CASSANO Antonio (Milan): doppia ammonizione per comportamento non regolamentare in campo e per comportamento scorretto nei confronti di un avversario.
CHIVU Cristian Eugen (Internazionale): per avere commesso un intervento falloso su un avversario in possesso di una chiara occasione da rete.

See also  Schalke-Manchester United 0-2. Video highlights e gol

CALCIATORI NON ESPULSI

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA ED AMMENDA DI € 1.500,00

MAURI Stefano (Lazio): per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara; sanzione aggravata perché capitano della squadra; già diffidato (Quarta sanzione).

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

CAVANI Edinson (Napoli): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).
CRISCITO Domenico (Genoa): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).
GROSSO Fabio (Juventus): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).
GUANA Roberto (Chievo Verona): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).
INLER Goekhan (Udinese): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).
MIGLIACCIO Giulio (Palermo): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).
MORRONE Stefano (Parma): per avere, al temine della gara, negli spogliatoi, con atteggiamento gravemente intimidatorio, insultato un calciatore avversario; infrazione rilevata anche dal collaboratore della Procura federale.
MUNOZ EZEQUIEL Matias (Palermo): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Ottava sanzione).
MUTU Adrian (Fiorentina): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).
PASTORE Javier (Palermo): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).
SILVESTRE Matias Augustin (Catania): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).

See also  Serie A, le decisioni del Giudice Sportivo. Ibra fuori tre turni, Cesena decimato

c) ALLENATORI

SQUALIFICA PER DUE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA

BERNAZZANI Daniele (Internazionale): per avere, al 17° del secondo tempo, insultato reiteratamente un Assistente; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale.

AMMONIZIONE CON DIFFIDA ED AMMENDA DI € 3.000,00

REJA Edoardo (Lazio): per avere, al 43° del secondo tempo, contestato platealmente una decisione arbitrale, uscendo dall’area tecnica; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale; recidivo.

d) DIRIGENTI

INIBIZIONE A SVOLGERE OGNI ATTIVITA’ IN SENO ALLA F.I.G.C. A RICOPRIRE CARICHE FEDERALI ED A RAPPRESENTARE LA SOCIETA’ NELL’AMBITO FEDERALE A TUTTO IL 2 MAGGIO 2011

TARE Igli (Lazio): per avere, al termine della gara, negli spogliatoi, assunto un atteggiamento gravemente intimidatorio e ingiurioso nei confronti dell’Arbitro; infrazione rilevata anche dai collaboratori della Procura federale.

-->