Salto: Kranjec e Janda in evidenza nella qualificazione di Liberec

Liberec, in Cechia, ospita l’ottavo dei nove appuntamenti del Summer Grand Prix di salto con gli sci.
La conosciamo da anni come una località spesso tormentata da vento, nebbia, troppa o poca neve. Qui ai mondiali dal trampolino grande nel 2009 la gara fu interrotta dopo la prima manche e così convalidata, con la vittoria dello svizzero Andreas Küttel; questa volta si salta ad inizio autunno, la neve non serve, quindi ci sono meno pericoli; già oggi, comunque, il vento ha fatto i capricci variando sensibilmente nel giro di pochi istanti.

Grand Prix che entra in dirittura finale, con il giapponese Ito in vantaggio a due prove dal termine di 150 punti sul polacco Malysz, di 185 e 190 rispettivamente sulle altre aquile Kubacki e Stoch; tutto deciso, quindi?
Non ancora, perché Ito e gli altri maggiori esponenti della nazionale nipponica sono rimasti a casa a preparare la stagione invernale, non ostacolando il netto successo della Polonia nella classifica a squadre e mettendo in pericolo la supremazia nel GP individuale. Ricordiamo che il vincitore riceve 100 punti, il secondo 80, il terzo 60.

La qualificazione disputata quest’oggi ha escluso solo 9 atleti per lasciarne 50 nella prima prova di domani. Prove molto convincenti da parte del 29enne sloveno Robert Kranjec e dal 32enne ceco Jakub Janda. I primi 4 sono stati aiutati da un forte vento contrario (che avvantaggia gli atleti permettendogli di galleggiare in aria) e malgrado i parametri di penalizzazione sono rimasti nelle prime posizioni.
Segnali incoraggianti sono giunti dai tre italiani, al rientro nel Grand Prix; Morassi decimo, Colloredo ventesimo e Diego Dellasega venticinquesimo fanno sperare nei primi punti stagionali.
Tra i 10 atleti già qualificati, ottimi salti da parte di Stoch e del tedesco Freund.

Programma ultime 2 prove Summer GP di salto:
– venerdì 1 ottobre – Liberec (CZ)
– domenica 3 ottobre – Klingenthal (D)

%d bloggers like this: