Continuano i guai per De Rossi: condannato a 2 mesi di reclusione per abuso edilizio.

Sembra non finire mai il periodo nero per Daniele De Rossi. Dopo la fine anticipata del suo campionato, dovuta a una gomitata, ora sono problemi giudiziari a preoccupare il futuro del centrocampista giallorosso che assieme all’ex compagna Tamara Pisnoli è stato condannato a due mesi d’arresto e ad un’ammenda di 4.000 euro ciascuno per abuso edilizio.

I guai riguardano dei lavori abusivi in un appartamento di loro proprietà nel quale sono stati ampliati salone, veranda, cucina e spostate le mura perimetrali.

Nessuno dei due finirà dietro le sbarre naturalmente, in quanto entrambi hanno ottenuto la sospensione condizionale della pena. La difesa di Daniele De Rossi guidata dagli avvocati avvocato Franco e Francesca Coppi, ha ridotta la pena iniziale: il Pm aveva chiesto tre mesi e 21 mila euro ciascuno di ammenda.

Questo può essere un grave colpo per il morale del centrocampista, già abbastanza confuso nell’ultimo periodo. Che la sua avventura a Roma sia davvero giunta alla fine? Alcune voci parlano di una richiesta di 6,5 milioni per il rinnovo contrattuale, cifra che DiBenedetto sembra aver rispedito al mittente.

%d bloggers like this: