BuzzerBeater. JoYo campione d’Italia. Un occhio alla nuova serie A

Dai nostri corrispondenti dal pianeta Buzzerbeater, a cura di NdR619 (serie A, mercato e coppa) e Blackrocket (Lega 2)

Buzzerbeater Stagione 11

Il punto sui playoff:

Finale tra amici. Risultato netto e senza appelli.

Andiamo con ordine: Stella Rossa Japigia si libera pur con qualche affanno di Scarpette Rosse, che cede soltanto nel finale dopo un’avvincente evolversi punto a punto delle varie fasi di gara. Decisive le prestazioni dei lunghi: Dr. Jan Itor domina a rimbalzo e il trio Stancauskas, Legaspi e Coulibaly mette insieme 39 punti con 16-24 al tiro. Il pur strepitoso Pitkamaki da solo non basta e stante l’abulia dei compagni Lagier e Morales (nonostante un ottimo MR nel tabellino finale), Scarpette Rosse è costretto a chinare il capo.

Anche ad Ovest l’equilibrio regna sovrano fino alla parte finale di gara. Situazione in totale parità all’intervallo del secondo quarto, con JoYo che nel terzo e soprattutto nel quarto periodo riesce a piazzare l’allungo decisivo sui rivali di Armani Jeans F.C. I giocatori di GM-AlexRepetti non danno segni di cedimento fisico nonostante i 48 minuti filati e riescono a prevalere in difesa, costringendo l’avversario a percentuali peggiori in ogni settore del campo. Ancora da notare l’ottima prova del neoacquisto Wu Erbang, già integrato al meglio nelle gerarchie di JoYo.

See also  BuzzerBeater Giornate 16 e 17. Occhi puntati sulla Coppa Italia

Gara 1 di finale premia ancora una volta l’incredibile resistenza di JoYo, che, con una rosa ridotta all’osso e con i big a giocarsi 48 minuti senza sosta, piazza il parziale decisivo proprio nel finale di gara, salutando la compagnia di Stella Rossa Japigia e condannandolo alla prima sconfitta. Erbang e Berner trascinatori per JoYo, con i due lunghi che superano entrambi i 20 rimbalzi. Ancora una volta decisiva la prestazione difensiva dei ragazzi di GM-AlexRepetti, che riescono a limitare i palloni verso i lunghi avversari, costringendo i nani a forzature impreviste. Pur pagando al tiro dall’arco dei tre punti, con un disastroso 2-18 complessivo, le percentuali finali danno ragione a JoYo, che si porta quindi sull’1-0 contro Stella Rossa Japigia.
Appuntamento a settimana prossima per le altre due gare.

See also  BuzzerBeater Playoff: Semifinali e Finali di Conference!

In Gara 2 ci si attendeva la riscossa di Stella Rossa Japigia e invece GM-AlexRepetti esce vincitore dal Palasticazzi e porta a casa il suo primo scudetto in carriera. Con la rosa ridotta all’osso, JoYo pesca dal cilindro Stefano Aspè, che nonostante la giovane età piazza una strepitosa prestazione da 15 punti e 12 rimbalzi: monumento alla carriera per Alex Repetti, il capitano che non tradisce mai è l’MVP della gara più importante della stagione.
Congratulazioni al vincitore ed anche all’altro finalista per l’ottimo campionato svolto.

Il punto sui playout:

Verdetti definitivi: Arianna e This is Awesome! non riescono a ribaltare il fattore campo e retrocedono in seconda serie. Partita senza storia al Palatalpa, dove gli uomini di Luser forti del maggiore entusiasmo e della miglior condizione di forma impongono dopo soli due quarti la loro legge, scavando subito un margine decisivo.

See also  BuzzerBeater. Al via i playoff - cadono i Boston Celtics

Di tutt’altro svolgimento la partita per Arianna, che contro Little Warriors rimane sempre distante di qualche punto salvo poi cedere di schianto nel finale, chiudendo a -16.

La nuova Serie A:

Gente che va, gente che viene. Chi si aspetta novità rimarrà abbastanza deluso: la nuova Serie A ha un sapore d’annata, grandi ritorni fanno da contraltare alle grandi defezioni. This is awesome! abbandona la massima serie dopo ben 7 anni di militanza tra playoff e playout e viene sostituito da cremcaramel, che torna al suo posto dopo 5 stagioni di purgatorio. Pronto riscatto di Costantinopolis e Poison, che riescono a centrare l’immediata risalita dalla II, mentre ci è voluta una stagione in più a Psycho Monsters e al suo manager Frescobaldo. Tutte queste squadre hanno già dei trascorsi in Serie A, vedremo come stavolta riusciranno a far valere la loro esperienza.

Be the first to comment

Leave a Reply