Milano-Sanremo. La diretta live

NB: per il CIPS, Petacchi batte Boonen

Finalmente comincia la stagione delle grandi classiche con la Milano-Sanremo (nella foto sopra vedete l’altimetria della corsa). Vero che si sono corse la Parigi-Nizza e la Tirreno-Adriatico, ma il fascino della più importante corsa in linea italiana può essere eguagliato solo dalla Parigi-Roubaix.

Eccoci collegati con la corsa. Seguono aggiornamenti in tempo reale.

16.57 – Ecco la premazione. Suona l’inno australiano per Goss! E’ tutto per la Milano Sanremo. Un saluto da Andrea Izzo.

16.49 – Ecco la classifica: M.Goss 6h51’10”, F.Cancellara, P.Gilbert, A.Ballan, F.Pozzato, M.Scarponi, Y. Offredo, V.Nibali (3 secondi)

16.47 – Bella vittoria di Goss che vince questa Milano-Sanremo!

16.45 – E’ Scarponi che tenta lo sprint….Cancellara e Goss sono subito dietro…Goss Goss Goss….VINCE GOSS!

16.45 – Si decide in volta. Vediamo che lancia l’ultimo attacco.

16.44 – Si entra nell’ultimo chilometro!!! Gilbert in testa! Ma c’è anche Cancellara e Nibali.

16.44 – Risucchiato dal gruppo Van Avermaet. Adesso in testa Offredo che tenta l’allungo. Poi Gilbert e Pozzato.

16.43 – Goss, Gilbert e Pozzato sono all’inseguimento in questo ordine.

16.42 – Cinque secondi di vantaggio per Van Avermaet a 3,9 km dal traguardo.

16.41 – Meno di cinque km al traguardo. Il terreno è bagnato e Marcato è scivolato! Intanto è partito Cancellara.

16.40 – E’ finito il Poggio, adesso la discesa finale. Nibali ha portato lo svantaggio a 12 secondi. Ce la può fare!

16.38 – Van Avermaet ha 15 secondi di vantaggio sul secondo, che adesso è Nibali che è riuscito nel recupero.

16.36 – E’ Gilber l’uomo in testa che tenta di riavvicinarsi ai quattro di testa. Ma adesso Nibali tenta l’attacco e sta per raggiungere Chainel in difficoltà.

16.35 – Ecco l’attacco di Van Avermaet!!!!

16.33 – Aumenta a 30 secondi il vantaggio dei quattro battistrada davanti. In testa Offredo, quarto Chainel che sembra non farcela.

16.32 – Inizia il Poggio, lungo circa 4 km, con i primi due che sono i più impegnativi. E’ il momento più atteso della corsa. 10 km all’arrivo.

16.29 – O’Grady, Chainel, Offredo e Van Avermaet sono i quattro di testa che stanno scappando!

16.27 – In quattro si sono staccati dal primo gruppo: sono 20 i secondi di vantaggio. Intanto Scarponi ha raggiunto il gruppone.

16.25 – Eccolo Scarponi, che vede la testa della corsa. Sta diminuendo ancora lo svantaggio.

16.23 – In testa una 30ina di unità tra cui Gilbert, Petacchi, Cancellara, Bennati, Ballan, a 16 secondi Scarponi, a più di 50 il secondo gruppo. Questa la situazione a 16 km dall’arrivo.

16.18 – Il distacco di Scarponi scende a 16 secondi a 21 km dall’arrivo. Il rientro nel primo gruppo sta riuscendo!

16.15 – Prova a rientrare nel primo gruppo Scarponi, che dopo un forcing si trova a meno 26 secondi. Il secondo gruppo invece a meno 56 secondi dalla testa.

16.08 – Iniziata la Cipressa, lunga 5,4 km con pendenza 4,1%.

16.04 – Pochi km alla Cipressa: non è una salita proibitiva, ma si farà sentire sulle gambe dei corridori.

16.01 – A poco più di 30 km dall’arrivo sta piovendo più forte. Sarà un finale tutto da seguire. Intanto il secondo gruppo si porta a un minuto di distacco. Ma sembra troppo tardi per recuperarne un altro. Ci si avvicina alla Cipressa.

15.53 – Nel gruppo di testa, tra tanti ci sono Gilbert, Petacchi, Cancellara, Bennati, Ballan, Pozzato, Nibali, Modolo.

15.50 – Siamo in prossimita di Capo Berta, uno dei tratti più duri.

15.45 – Ancora diminuito lo svantaggio: siamo a 1’40”! Intanto ricomincia a piovere.

15.40 – Diminuito il distacco di Hushovd e Freire dal primo gruppone a 1’52”.

15.34 – Ecco qualche immagine della gara. Si è da poco passato la zona di Ceriale.

15.32 – Sono 44 per la precisione i corridori nel primo gruppo, tra cui c’è anche Pozzato. Siamo a 56 km dall’arrivo.

15.24 – Al 228° km ancora due gruppi spezzati: nel primo circa 50 corridori con quasi tutti i leader delle squadre. Nel secondo ci sono ancora Hushovd e Freire con oltre due minuti di recupero. Non sarà facile per loro recuperare.

15.15 – 70 km dal traguardo. Hushovd è a 2’10” mentre Freire a 2’15”. Entrambi sono state vittime di cadute, mentre non eravamo in cronaca.

15.07 – Siamo a 77km dall’arrivo. Ci sono due gruppi distaccati l’uno dall’altro da oltre un minuto. Nel secondo gruppo c’è Hushovd, che sembra ormai fuori dai giochi. Ignatyev e De Marchi in testa.

15.oo – Sta piovendo. Sono già diverse le cadute: l’ultima di Oscar Freire sulla discesa delle Manie.

 

%d bloggers like this: