Il mercato allenatori: chi resta, chi lascia e chi arriva in serie A

Il campionato per la stagione 2010/2011 si è concluso e ormai è andato in archivio, con il Milan campione d’Italia, che andrà in Champions League con Inter e Napoli, mentre l’Udinese passerà per i preliminari. Roma e Lazio giocheranno l’Europa League insieme al Palermo, mentre lasciano la serie A Bari, Brescia e Sampdoria.

Nonostante la stagione positiva per molti allenatori, in molti lasceranno le loro panchine, altri saranno cacciati, mentre ad oggi sono solo sei le conferme. Parliamo infatti di Allegri al Milan, Leonardo all’Inter, Guidolin all’Udinese, Mihajlovic alla Fiorentina, Donadoni al Cagliari e Colomba al Parma che saranno confermati alla guida delle rispettive squadre. A questi sei ne aggiungiamo un altro che al 99% resterà alla Lazio e cioè Reja. Lasciamo un 1% dovuto alla proposta fatta da De Laurentiis per un ruolo di direttore tecnico.

Ma analizziamo le altre 13 panchine, aggiungendo anche le due delle squadre già promosso in Serie A e cioè Siena ed Atalanta. Ma andiamo per ordine alfabetico:

-Bari: Bortolo Mutti che è subentrato a Ventura a stagione in corso cercando il miracolo, lascerà il suo incarico. Il saluto è avvenuto ieri con la vittoria 4-0 a Bologna: “Il calcio va avanti e non sempre si può condividere lo stesso percorso. Il mio futuro è con la mia famiglia” ha dichiarato il tecnico, che sembra volersi prendere una lunga vacanza in attesa di altre interessanti proposte. Ma chi guiderà i galletti nella serie cadetta? Per adesso i nomi sono due: Ficcadenti e Sannino, ma entrambi hanno proposte dalla serie A.

-Bologna: E’ ufficiale l’addio di Malesani che dovrebbe essere il nuovo allenatore del Genoa. Al suo posto sempre più vicino l’arrivo di Bisoli.

-Brescia: “Ho richieste dalla serie A, ma Brescia anche in B è la mia prima scelta“. Sono le parole di Iachini che fa retromarcia e potrebbe rimanere a Brescia. Prima però l’incontro con il presidente Corioni, previsto per questa settimana.

-Catania: Grande punto interrogativo sulla panchina degli etnei. Sembra quasi certo il divorzio con Simeone, nonostante il contratto fino al 2012. Il Cholo ha confermato di avere un incontro e sarà la società a fare la scelta. Per il futuro si fanno i nomi di Ficcadenti, De Canio e Montella.

-Cesena: Ficcadenti saluta Cesena dopo la salvezza raggiunta miracolosamente questa stagione. Per il futuro il favorito numero uno è Atzori.

-Chievo: Pioli sembra al momento al primo posto per la panchina della Roma e lo stesso tecnico ha confermato un incontro con Sabatini la scorsa settimana. Nuovi nomi per la panchina per il momento non se ne fanno, in attesa di capire il futuro di Pioli.

-Genoa: Se ne va Ballardini, salutato ieri da tutto lo stadio. Sembra certo l’arrivo di Alberto Malesani che potrebbe già essere ufficializzato nei prossimi giorni.

-Juventus: Del Neri ha svelato il suo futuro in conferenza stampa sabato. Futuro lontano da Torino e si parla di Atalanta. Per la Juventus invece arriva Antonio Conte già annunciato da Marotta nel dopo partita di Napoli.

-Lecce: Luigi De Canio lascia dopo una salvezza conquistata. Il presidente Semeraro non ha fatto nomi dopo la partita contro la Lazio, ma l’identikit del nuovo allenatore è la figura di un tecnino giovane da prendere con poco budget. Si pensa a Sannino, ma anche ad altri tecnici emergenti della Serie B.

-Napoli: Qui la situazione è delicata. Dopo che Mazzarri era sul punto di lasciare adesso sembra intenzionato a rimanere. La decisione adesso è del presidente che nel caso decida di cambiare, punterebbe Gasperini per la prossima stagione. Ma stuzzica anche il nome di Ranieri.

-Palermo: Quasi certamente Zamparini cambierà nuovamente il tecnico dopo la finale di Coppa Italia. Speranze per Rossi di restare solo se porterà a Palermo la coppa, ma anche in quel caso non è detto. Lui ha smentito un contatto con la Samp, mentre Zamparini punterebbe proprio ai due nomi fatti sopra per il Napoli: Gasperini in pole, Ranieri come seconda scelta.

-Roma: vedi Napoli. La situazione non è chiara e neanche Montella sa bene quale sarà il suo futuro. Resta o lascia? Lui vorrebbe rimanere ma dipende da altri. Sembrava certa fino a poche settimana fa la sua permanenza, mentre adesso è il contrario. Pioli è stato contattato da Sabatini, ma non è la prima scelta. Si guarda anche all’estero.

-Sampdoria: Futuro lontano da Genova per Cavasin. I giornali parlano di Rossi per il rilancio della Samp, ma lui smentisce. Smentisce anche Cagni ed Edorado Garrone conferma che non sarà neanche uno tra Del Neri e Di Carlo. Non smentisce però Montella e De Canio anche se dichiara “non sono le nostre prime scelte“.

-Atalanta: Con la A in tasca si pensa già al futuro. “Quello del tecnico è un tema su cui si dibatte e si parla da parecchi mesi, ma posso ribadire che l’unica certezza che abbiamo ad oggi è che Colantuono è il nostro allenatore” parla così Luca Percassi, ad dei nerazzurri.

-Siena: Disponibiltà per lasciare andare Antonio Conte alla Juve. Adesso manca però un tecnico ai toscani che devono progettare il futuro in serie A. Per il momento la società non si è sbilanciato verso nessun nome. Ne sapremo di più dopo il termine della serie B

%d bloggers like this: