De Laurentiis ha scelto: Gasperini! Manca poco all’ufficializzazione.

De Laurentiis c’è rimasto male, il “sassolino” lo doveva toglierlo dalla scarpa.

Voci di mercato danno per imminente il benservito al quasi figliol prodigo Mazzarri, per ripartire dal bravo ma, tutto da scoprire a certi livelli, Gasperini.

Torniamo a circa 2 mesi fa, quando rumors di mercato davano Mazzarri pronto ad abbracciare il progetto Juventus, un progetto di sicuro rilancio dopo 2 anni fallimentari. E chi più del buon Mazzarri, grande motivatore, ottimo allenatore che la lasciato un buon ricordo in ogni piazza calcistica in cui ha allenato?

Nel frattempo ulteriori voci che arrivavano da Roma hanno ringalluzzito ancora di più il buon Walter, il quale in ogni intervista teneva a ribadire che aspettava la fine del campionato per vedere se proseguire o meno il lavoro che stava dando ottimi frutti nella piazza caliente napoletana, anzi il nostro diceva che i contratti nel calcio valgono meno di carta straccia e tutto poteva succedere.

Intanto la delusione, molto composta, dei tifosi napoletani ed un finale di campionato molle da parte della squadra,  hanno fatto si che De Laurentis iniziasse a guardarsi intorno. L’apice si raggiungeva il 15 maggio, la sera della storica qualificazione in champions, mentre il S. Paolo ribolliva di gioia e di passione, 60.000 spettatori e svariati milioni di telespettatori avvertivano il clima gelido tra il patron ed il suo allenatore… Una sorte di guerra fredda continuata anche nelle dichiarazioni post partita…

Ma, magicamente, dopo che la Juve da per fatto l’accordo con Antonio Conte per il prossimo anno e la Roma americana incontrava Pioli per sondarne la disponibilità, Mazzarri si rende conto della validità dei contratti e si rimette alla volontà della società.

Ca nisciuno è fesso” ha sempre ripetuto De Laurentis: ha lasciato che Mazzarri, come un polpo, si cuocesse nell’acqua propria, ha lasciato sbollire la rabbia nonostante le sue dichiarazioni (di facciata) in cui diceva che “il Napoli non aveva un problema di allenatore perché il signor Mazzarri aveva un contratto di 2 anni e i contratti andavano rispettati“, nonostante i tifosi erano pronti a perdonare e dimenticare .

De Laurentis non ha perdonato… Il Napoli è un punto di arrivo, una piazza dai progetti ambiziosi, e speculare sul Napoli  proprio non gli è andata giù…

Il dado è tratto: nonostante rischia di pagare circa 7 milioni di euro per i prossimi 2 anni a Mazzarri, l’allenatore del Napoli sarà Gianpiero Gasperini.

I tifosi che dicono? Staremo a vedere, ma alla fine appoggeranno le scelte del presidente a patto che il Napoli che ne seguirà, sarà un grande Napoli.

 

Dal nostro inviato a Napoli: Alessandro Fortunato

%d bloggers like this: