Biathlon: l’azzurra Dorothea Wierer campionessa mondiale junior nella sprint

Iniziano alla grande per l’Italia i mondiali junior di biathlon a Nove Mesto, in Cechia. Con una prestazione impeccabile la pusterese ventenne Dorothea Wierer ha conquistato l’oro nella sprint comandando la gara fin dopo la prima serie di tiri.
Inizialmente pericolose si sono dimostrate l’austriaca Innerhofer e la russa Nadeeva, che però hanno commesso errori al tiro in piedi, così al secondo posto si è piazzata l’altra russa Alikina, molto veloce malgrado 2 giri di penalità. Wierer le ha comunque inflitto un pesante distacco di 1’01”
Terzo posto per la svedese Andersson, impeccabile al tiro; sesta l’altra azzurra Alexia Runggaldier, partita col pettorale 1, che è risultata lenta in pista ma infallibile al poligono.

Per Wierer si tratta del terzo titolo mondiale junior dopo quelli ottenuti nel 2008 nella lunga e nel 2009 nell’inseguimento.
Proprio in questa specialità, in programma domani, le prospettive sono eccellenti, visto l’enorme vantaggio accumulato oggi dalla biathleta italiana.

Classifica
Campionati mondiali junior di biathlon – Nove Mesto, 29 gennaio 2011
7,5 km. femminile
1 WIERER Dorothea ITA 0+0 22:17.9
2 ALIKINA Aleksandra RUS 1+1 +1:01.7
3 ANDERSSON Ingela SWE 0+0 +1:02.6
4 NADEEVA Larisa RUS 0+2 +1:28.3
5 NOSSUM Ane Skrove NOR 1+0 +1:29.0
6 RUNGGALDIER Alexia ITA 0+0 +1:41.5
7 VIGNERON Florie FRA 1+1 +1:44.6
8 HOJNISZ Monika POL 1+1 +1:55.5
9 LANDHEIM Bente NOR 2+3 +2:02.6
10 LATUILLIERE Enora FRA 1+0 +2:04.3
11 GALICH Olga RUS 3+1 +2:08.6
12 KRYUKO Iryna BLR 1+1 +2:08.7
13 NESTERCHIK Darya BLR 0+1 +2:10.5
14 DAHLMEIER Laura GER 1+2 +2:16.3
15 INNERHOFER Katharina AUT 0+1 +2:22.9

Doppietta tedesca nella gara maschile
Il tedesco Tom Barth ha fatto segnare subito un ottimo tempo senza errori al tiro e ha resistito al comando fino alla fine. I russi Akimov e Dyuzhev, molto veloci in pista, sono usciti dalla lotta per le medaglie dopo aver accumulato 3 penalità a testa. Secondo si è così piazzato l’altro tedesco Johannes Kühn davanti alla speranza francese Ehrahrt, che nel finale ha sottratto la medaglia di bronzio per soli 3 decimi al finlandese Toivanen, il più veloce nei primi chilometri. Si preannuncia molto interessante, visti i distacchi limitati, la gara ad inseguimento di domani.

10 km. maschile
1 BARTH Tom GER 0+0 24:24.7
2 KÜHN Johannes GER 0+1 +16.2
3 EHRHART Ludwig FRA 0+1 +25.8
4 TOIVANEN Ahti FIN 0+1 +26.1
5 WIESTNER Serafin SUI 0+0 +28.5
6 BJOENTEGAARD Erlend NOR 0+1 +38.0
7 DESTHIEUX Simon FRA 0+1 +41.4
8 KAUKENAS Tomas LTU 0+2 +56.3
9 FORSBERG Henrik Jun. SWE 2+0 +56.7
10 DAROZHKA Aliaksandr BLR 0+1 +58.0
11 AKIMOV Viacheslav RUS 0+3 +1:00.4
12 DYUZHEV Dmitriy RUS 2+1 +1:13.7
13 KOCEVAR Simon SLO 1+0 +1:21.2
14 GALASSI Michael ITA 2+1 +1:22.2
15 YAKUSHOV Nikolay RUS 1+2 +1:25.0

%d bloggers like this: