Wimbledon: si completa il quadro delle semifinaliste tra sorprese e conferme

è la terza semifinalista sulla terra inglese. La più giovane delle Williams vendica la sorella, in un incontro molto insidioso contro la cinese Na Li, che parte benissimo rispondendo colpo su colpo ai turni di battuta micidiali di Serena. Sul 5-5 però la Li si fa rimontare dal 40-0 e sul 40-30 commette due brutti doppi falli che consegnano break, e di fatto set, alla statunitense. Il crollo della cinese si palesa al quinto game del secondo set, nel quale perde il servizio, e Serena corre in fuga. Nuovo break sul servizio della Li, contro-break valido solo a prolungare l’agonia: Serena chiude sul servizio della Na per 6-3.

Serena sfiderà in semifinale una delle grandi sorprese del torneo femminile, quella numero 62 del mondo che ha ragione dell’estone nella maratona di giornata. Eppure per più di un’ora è stata Kaia ad avere in mano il pallino del gioco: break su un doppio fallo dell’avversaria nel primo set sul 4-4, poi chiuso 6-4 per la estone che non aveva ancora, a quel punto, perso un set nel torneo. Nessun break nel secondo set, ma la ceca trema al tie-break, dopo aver annullato ben tre palle break nel corso del set: sotto 2-5 tira fuori l’orgoglio e con, tre punti di fila, riacciuffa la rivale che si costruisce altri due set poin sul 6-5 e 7-6, buttando via banalmente soprattuto il secondo con un doppio fallo. La Kvitova rischia e con un doppio largo dell’estone va’ a prendersi un insperato set per 7-6 (10-8 al tie-break). Le emozioni non si esauriscono qui: nel terzo e decisivo set Kaia va’ 4-0 con un doppio break e poi rovina tutto facendosi rimontare i due break sul 5-4, dopo essere stata a due punti dal match sul 30-0 e suo servizio. Sul 5-6 incredibili i due match point sprecati da Kaia, dopo tre doppi falli consecutivi della Kvitova: nell’ultimo è la ceca a tirare fuori dal cilindro un colpo fortunoso che va’ a sbattere usl nastro per poi ricadere in campo.

loading...

Petra capisce che può farcela e la Kanepi non ha più il servizio nè la testa: c’è break e mantenimento del servizio a 0 per la ceca che vince una maratona di tre ore per 8-6 al terzo.

Ecco il quadro completo delle :

Vera Zvonareva – Tsvetana Pironkova

Serena Williams – Petra Kvitova

loading...

Comments

comments