Magnini: “Senza body, più lenti ma più veri”

Un più lento ma gare più belle e veritiere. Parla in vista del futuro del nuoto, dopo l’abolizione dei body in poliuretano di ultima generazione da parte della Federazione internazionale. “Bisogna rassegnarsi a non vedere primati del mondo questa estate: sarà un nuoto più lento ma più veritiero” le precise parole del nuotatore italiano.

Magnini ha trascorso alcune settimane ad allenarsi negli Stati Uniti e si sta preparando in vista dei campionati europei a Budapest che prenderanno il via ad agosto. “Sto tenendo sotto controllo la lesione alla spalla e mi sto allenando molto bene, come non facevo da parecchio tempo, ottenendo ottimi riscontri cronometrici – spiega ancora Magnini -. A Budapest cercherò di fare buone cose. So che se nuoto come sono in grado di fare, vado forte e posso lottare per una medaglia, sia nelle gare individuali sia nelle staffette”.

loading...

Prima di agosto ci saranno ancora ultimi test come la , ma prima l’ dove “Pippo” Magnini incontrerà il francese Alain Bernard e lo statunitense Michael Phelps. “Forse non saremo tutti nelle stesse condizioni fisiche, ma sarà spettacolo”. E poi un’ultima frecciata ai costumi e ai suoi rivali due rivali: ”Prima nuotatori muscolosi come loro avevano qualche vantaggio, ora sara’ un nuoto piu’ normale”.

loading...

Comments

comments

Facebook