2ª giornata Serie A: Orda Balorda già in fuga. Spartanna in crisi nera

STAGIONE 41 – 2ª GIORNATA

L’Orda Balorda Urbino – nostra favorita di inizio stagione – ha già messo due punti tra sé e la prima inseguitrice. Dolasiana abbatte i campioni d’Italia. Spartanna ultima a quota zero.

La seconda giornata del massimo campionato di squarcia in parte il velo sulle ambizioni delle 8 rivali. E se è ancora presto per dire chi lotterà per il titolo, possiamo già affermare con certezza chi non avrà certamente a che fare con le zone basse: l’Orda Balorda Urbino. I ragazzi di Zagortenay oggi fronteggiavano uno Spartanna voglioso di rivincita dopo il passo falso iniziale, e in una partita altalenante hanno espresso la loro maturità vincendo 4-3. Ma vediamo tutte le partite nello specifico.

loading...

Spartanna-Orda Balorda Urbino 3-4 Difficile debutto casalingo per Spartanna, alle prese con due gravi infortuni e in formazione rimaneggiata. 352 con trequartista la scelta finale, opposta allo speculare modulo degli urbinati. E la prima ora di gara sembra dar ragione ai padroni di casa, in vantaggio prima con Holban e poi di nuovo 3-2 dopo aver recuperato da 1-2. Al 66° Spartanna tenta di chiudersi a riccio mettendo il secondo 34ista e spostando l’ala verso il centro, ma a quel punto è showtime dei marchigiani, che piazzano un 1-2 micidiale sfruttando il miglior rapporto attacco/difesa anche grazie alla spinta del regista Paris, passato offensivo. Nonostante il possesso sfoggiato dai padroni di casa (51% pt, 55% addirittura nel finale) sul risultato non c’è nulla da dire. Decisivo il centro, che ha portato 3 dei 4 gol ospiti, mentre Spartanna vi pagava 4 livelli. A volte purtroppo (o per fortuna) vincere a centrocampo non basta.

Dolasiana-Poker Soccer Club 1-0 I campioni tentano la via del contropiede ma imparano un’amara lezione. Puoi anche fare sovrannaturale nella tattica ma se giochi senza attacco non vai da nessuna parte. E infatti il Poker SC schiera un 541 che offende su un solo lato, peraltro ottimamente coperto dai trentini, e si affida alla buona sorte. E in fondo poteva anche andar bene se fosse entrato uno dei tre contropiedi, solo che uno arriva al centro disastrato, un altro si infila nel coul de sac di un CP indiretto solo insufficiente (contro formidabile) e l’unico buono da sinistra va perso. Dolasiana piazza invece un old-fashioned cdt su corner e porta a casa i 3 punti. Chapeau!

Dragon’s Eye-Strong Ale! 4-0 Massacro al O Dragao. I padroni di casa non lasciano scampo ai mastri birrai venuti per giocarsela ma fiaccati anche dal doppio incredibile infortunio a Novasinskas e a Nitulescu entrato per rimpiazzarlo (così impari a farmi scrivere sti nomi astrusi, NdR). IL risultato finale va certamente oltre i meriti dei draghetti, ma sulla vittoria c’è poco da obiettare. Ottime le valutazioni a difesa e centrocampo, mentre l’attacco risente del retropiazzamento dei 34isti. Contro una difesa più forte non sarà così semplice…

FC Belluto-Sweetness 3-3 Calcio allegro al Ciro Langella, dove il 343 a due 34isti di Belluto ha fronteggiato il 352 semi-TA degli ospiti. E dopo mezz’ora tutto sembrava facile, con un 3-0 senza appello stranamente non seguito da ripiegamento difensivo. Forse non ce n’è stato il tempo? Di certo comunque la partita avrebbe cambiato faccia visto che Belluto aveva molto più bisogno di difendere a quel punto; sta di fatto che solo 2 minuti dopo è venuto il 3-1, seguito nel secondo tempo da altre due reti che hanno sancito il pareggio finale. Da notare che sul 3-1 Pirandello aveva pure fatto entrare un centrale per un attaccante, ma… niente da fare. Quando la giornata è storta! In definitiva un punto fortunato per uno Stewiggle che si issa così al secondo posto.

Cattura

E sabato prossimo fari puntati su Orda Balorda-Dragon’s Eye! Si prevedono scintille.

loading...