Sci nordico – Mondiali. Le gare di oggi: risultati, bilancio, medagliere

Prima la nebbia, poi la neve hanno contrassegnato quest’importante terza giornata dei mondiali di sci nordico a , in cui si è assegnato un titolo per ogni disciplina.

Primi a gareggiare i combinatisti, con una prova di salto rivelatasi decisiva per la medaglia d’oro.
Il balzo straordinario di ha chiuso infatti i conti già dopo la prima fase; tutti i migliori fondisti hanno subito un distacco superiore al minuto e Frenzel ha potuto gestire il vantaggio a piacimento. Il successo non è stato solo individuale, perché la squadra tedesca ha dimostrato di essersi preparata in modo perfetto per l’appuntamento mondiale, piazzando Edelmann e Rydzek al secondo e quarto posto. Unico a interrompere la supremazia della Germania è stato il solito Gottwald, sempre presente nelle grandi occasioni, che ha condotto pressoché da solo l’inseguimento ma non ha potuto nulla contro un frenzel inavvicinabile.
Parecchie le delusioni, a cominciare da Lamy Chappuis, abituato a comandare la gara dopo il salto, che non ha mai trovato il ritmo giusto e ha ceduto presto al forcing di Gottwald.
Anche i norvegesi sono risultati al di sotto delle attese, con Moan e Kokslien meglio nel salto ma non più in grado di fare la differenza nel fondo.
La Finlandia è praticamente sparita, con Manninen ormai demotivato, mentre per l’Austria Kreiner e il rientrante Stecher non sono riusciti a confermare la forma di gennaio.
L’Italia ha colto un ottimo nono posto con un sempre accorto nella gestione di gara e un diciassettesimo con Pittin, deluso per aver mancato il salto e a cui non è bastato il 5à tempo nel fondo per fare bene.

loading...

Nel fondo il dominio di non fa più notizia e se anche il materiale della norvegese si dimostra superiore a quello di non c’è nulla da fare.
Ritmo forsennato fin dall’inizio con Lahteenmaki e Follis che hanno alzato subito bandiera bianca e Marianna Longa a capire che non era il caso di stare con le prime; l’azzurra ha colto il massimo possibile con un quinto posto che la conferma ai vertici della categoria.
Bjørgen, rimasta con la connazionale Johaug e la rivale Kowalczyk, ha scelto il momento giusto per piazzare l’attacco decisivo, prima di una discesa, e ha concluso ancora trionfante.
Le avversarie devono solo sperare in un suo calo di forma, altrimenti si avvicinerà l’obiettivo del grande slam.

Grande spettacolo, infine, nel salto dal piccolo trampolino, con il ritorno di Morgenstern che dopo un mese opaco è tornato a svettare su tutti. Un Kofler in grande giornata ha dovuto rassegnarsi all’argento davanti al solito Malysz, che ha tenuto fuori dal podio Ammann. Giornata da dimenticare per i finlandesi e deludente per i padroni di casa, che devono accontentarsi del quinto posto di Hilde. Bravissimo Colloredo, al miglior risultato di stagione e migliorato moltissimo nello stile di volo.

Domani due gare in programma: per il fondo un’attesa 30 km. doppia tecnica maschile dove tutti correranno contro Northug, per il salto la gara a squadre dal trampolino piccolo dove sembra si lotterà solo per l’argento alle spalle dell’Austria

Nel medagliere Austria e Norvegia sono appaiate al primo posto:
1 Austria 2 1 1
1 Norway 2 1 1
3 Germany 1 1 0
4 Sweden 1 0 1
5 Italy 0 2 0
6 Poland 0 1 1
7 Slovenia 0 0 1
7 France 0 0 1

Mondiali di sci nordico – Oslo/Holmenkollen, 26 febbraio 2011

– Normal Hill
1 FRENZEL Eric GER 25:19.2
2 EDELMANN Tino GER 25:31.1
3 GOTTWALD Felix AUT 25:37.6
4 RYDZEK Johannes GER 25:42.1
5 WATABE Akito JPN 25:44.7
6 KOKSLIEN Mikko NOR 25:48.8
7 DEMONG Bill USA 26:05.4
8 LODWICK Todd USA 26:06.1
9 KLEMETSEN Haavard NOR 26:06.2
10 RUNGGALDIER Lukas ITA 26:06.2
11 SLAVIK Tomas CZE 26:08.2
12 KREINER David AUT 26:18.0
13 DENIFL Wilhelm AUT 26:18.6
14 MOAN Magnus-H. NOR 26:21.9
15 LAMY CHAPPUIS Jason FRA 26:22.5
16 LAHEURTE Maxime FRA 26:24.1
17 PITTIN Alessandro ITA 26:50.5
18 RYYNAENEN Janne FIN 26:51.1
19 SPILLANE Johnny USA 26:51.5
20 BRAUD Francois FRA 26:52.2
21 MANNINEN Hannu FIN 27:03.8
22 FLETCHER Bryan USA 27:09.0
23 DVORAK Miroslav CZE 27:15.3
24 SCHMID Jan NOR 27:27.1
25 HEER Ronny SUI 27:33.2
26 FLETCHER Taylor USA 27:34.3
27 JELENKO Marjan SLO 27:37.7
28 KIRCHEISEN Bjoern GER 27:38.4
29 STECHER Mario AUT 27:39.4
30 LACROIX Sebastien FRA 27:46.2

Fondo – 15 km. Doppia tecnica femminili
1 BJOERGEN Marit NOR 38:08.6
2 KOWALCZYK Justyna POL 38:16.1
3 JOHAUG Therese NOR 38:17.4
4 KALLA Charlotte SWE 39:02.5
5 LONGA Marianna ITA 39:17.0
6 RYDQVIST Maria SWE 39:17.4
7 FESSEL Nicole GER 39:17.4
8 SAARINEN Aino- Kaisa FIN 39:19.9
9 STEIRA Kristin Stoermer NOR 39:24.6
10 HAAG Anna SWE 39:46.8
11 ISHIDA Masako JPN 40:02.9
12 TCHEKALEVA Yulia RUS 40:05.5
13 SACHENBACHER -STEHLE Evi GER 40:05.8
14 ROPONEN Riitta-Liisa FIN 40:06.9
15 KRISTOFFERSEN Marthe NOR 40:07.7
16 ZELLER Katrin GER 40:11.0
17 SHEVCHENKO Valentina UKR 40:37.9
18 SARASOJA Riikka FIN 40:50.7
19 FOLLIS Arianna ITA 40:51.3
20 JEZERSEK Barbara SLO 40:57.1
21 PROCHAZKOVA Alena SVK 40:58.7
22 JANECKOVA Ivana CZE 41:03.0
23 KOLOMINA Elena KAZ 41:03.3
24 STEPHEN Elizabeth USA 41:03.5
25 BROOKS Holly USA 41:21.5
26 NOVIKOVA Valentina RUS 41:22.7
27 IVANOVA Julia RUS 41:25.9
28 DIGGINS Jessica USA 41:33.8
29 YATSKAYA Oxana KAZ 41:35.2
30 LINDBORG Sara SWE 41:35.3

Salto – Normal Hill
1 MORGENSTERN Thomas AUT 101.5 107.0 269.2
2 KOFLER Andreas AUT 99.5 105.0 260.1
3 MALYSZ Adam POL 97.5 102.0 252.2
4 AMMANN Simon SUI 97.5 101.5 247.6
5 HILDE Tom NOR 94.0 101.5 244.8
6 STOCH Kamil POL 94.0 101.0 240.5
7 FREUND Severin GER 95.5 100.0 239.2
8 SCHLIERENZAUER Gregor AUT 93.5 98.0 235.2
9 BARDAL Anders NOR 97.0 98.5 232.6
10 KOIVURANTA Anssi FIN 98.5 94.0 231.9
11 UHRMANN Michael GER 93.5 99.5 231.2
12 COLLOREDO Sebastian ITA 96.0 97.0 230.4
13 ITO Daiki JPN 92.5 98.0 229.9
14 SCHMITT Martin GER 93.5 97.5 229.4
15 JACOBSEN Anders NOR 92.5 99.0 229.0
16 KORNILOV Denis RUS 96.0 98.0 228.8
17 PREVC Peter SLO 94.0 95.0 224.6
18 MUOTKA Olli FIN 97.5 94.5 224.1
19 ZYLA Piotr POL 93.5 96.0 224.0
20 AHONEN Janne FIN 96.0 94.0 223.0
21 KOCH Martin AUT 90.0 97.5 222.4
21 JANDA Jakub CZE 91.0 96.5 222.4
23 KARELIN Pavel RUS 95.0 92.0 218.1
24 TAKEUCHI Taku JPN 93.0 95.5 217.9
25 MORASSI Andrea ITA 91.5 95.0 215.9
26 KASAI Noriaki JPN 93.5 92.5 215.7
27 SEDLAK Borek CZE 93.0 93.0 215.0
28 CHEDAL Emmanuel FRA 94.0 94.0 214.7
29 KUETTEL Andreas SUI 91.5 93.5 211.4
30 KARPENKO Nikolay KAZ 94.0 86.0 194.6

loading...