Che stangata per Gattuso! Cinque giornate di squalifica

E invece alla fine è arrivata la stangata. Qualche giorno fa era uscita la notizia che la Uefa avrebbe escluso l’aggressione e quindi la squalifica sarebbe stata minima. Niente da fare per Gattuso: cinque giornate di squalifica per i fatti di Milan-Tottenham di martedì scorso. La testata di Gattuso a Joe Jordan costano carissimo al centrocampista rossonero: in pratica potrebbe tornare a giocare in questa edizione, solo nel caso in cui i suoi compagni conquistassero la finale di Wembley. In realtà sarebbero quattro giornate, più una scattata in seguito al terzo cartellino giallo che avrebbe fatto comunque saltare a Gattuso la partita di ritorno.

loading...

Ecco quanto si legge nella nota della Federcalcio europea:  “Il centrocampista del Milan, Gennaro Gattuso, è stato squalificato per quattro turni di competizioni per club dalla Commissione Disciplinare e di Controllo della Uefa in seguito a quanto accaduto in occasione della sfida di andata degli ottavi di finale di Champions League contro il Tottenham in Italia. Secondo l’organismo di controllo e disciplina Gattuso ha assalito il tecnico in seconda del Tottenham Hotspur Joe Jordan dopo il fischio finale. Gattuso, anche ammonito al 76′ della stessa partita, avrebbe già saltato la gara di ritorno contro il Tottenham essendo arrivato al terzo cartellino giallo. Di conseguenza le quattro giornate di squalifica conteranno a partite da quella successiva. Il ricorso contro il verdetto può essere presentato entro tre giorni dalla notifica di questa decisione“.

Il Milan ha già comunicato che non intende fare ricorso, tramite un comunicato ufficiale sul proprio sito: “L’A.C. Milan comunica che, in merito alla squalifica del calciatore Gennaro Ivan Gattuso, la Società non impugnerà la decisione presa oggi dal Control and disciplinary body dell’Uefa“.

loading...