Incredibile Riccò: ammette un’autotrasfusione. Rischia la radiazione

Vi avevamo dato la notizia di valori anomali nel sangue di Riccò, tramite le Brevi di Gamefox.Le condizioni del ciclista stanno migliorando, ma la vicenda adesso rischia di complicarsi sia dal punto di vista legale che sportivo. La Procura di Modena ha infatti aperto un fascicolo per sospetta violazione della legge antidoping, ma nell’ultim’ora c’è stata una svolta notevole: il medico dell’ospedale di Pavullo ha comunicato che Riccò ha ammesso di essersi fatto un’autotrasfusione con una sacca di sangue che teneva in frigorifero da 25 giorni.

La Procura procederà all’interrogatorio di Riccò, non appena sarà possibile, per fare chiarezza sulla situazione e soprattutto per avere conferma di quello che è stato detto dal medico. Attualmente Riccò non è iscritto al registro degli indagati, ma nell’ipotesi del reato rischierebbe da 3 mesi a 3 anni per violazione della legge antidoping, mentre sarebbe quasi certa la radiazione per la giustizia sportiva: il ciclista sarebbe infatti recidivo avendo già scontato una squalifica di 20 mesi per il doping.

loading...

..

loading...