Salto con gli sci: Stoch ci prende gusto; Uhrmann dilapida un vantaggio record

Successo di pubblico per la ventesima prova della , disputata in notturna a (Germania); un pubblico che si è illuso per la incredibile prestazione del veterano , che come gli succede sovente in questa stagione ha alternato il meglio al peggio.

Giuria nel panico nella prima manche; qualche istante di incertezza dopo i 129 metri in apertura del carneade Vaculik (che farà il gambero nella seconda manche) e poi si continua regolarmente; Happonen si conferma da top 10 e Jernej Damjan lo affianca tornato alla forma di alcune stagioni fa; benino Colloredo che si qualifica 22°, anche se in volo manca ancora un po’ di stabilità; poi buone prove dei tedeschi, con Freitag, Bodmer e Neumayer, inframmezzati dal disastro di Schmitt; ariva quindi il botto, con Uhrmann che vola altissimo e sembra voler planare direttamente sul podio, quello vero con la parete degli sponsor; è record del trampolino, 146,5 metri con il corollario di un atterraggio riuscito malgrado l’impatto quasi in pianura. Subito dopo anche Koudelka vola lontano, a 137 metri, e si inserisce secondo.
La giuria si spaventa e abbassa di ben 2 metri la partenza; il risultato sono 1-2 km. l’ora in meno allo stacco dal dente e risultati deludenti anche perché il vento cala; ne fanno le spese Ito, Loitzl e tre norvegesi: Bardal, Romoeren, Evensen, tutti eliminati, oltre a Schlierenzauer, solo 17°.
Frustrante la prova dei nipponici: solo Tochimoto si qualifica alla seconda manche al 26° posto, gli altri fuori compreso Kasai, che saebbe entrato nei 10 ma è squalificato per l’eccessiva lunghezza degli sci in rapporto al peso.
I 10 migliori al mondo si difendono meglio, in particolare i polacchi Stoch (4°) e Malysz (6°) e i duellanti Ammann (5°) e Morgenstern (3°), ma rstano distanti da Uhrmann, che guida a metà gara con 11 punti su Koudelka e 13 su Morgenstern.

loading...

Nella seconda manche si conferma 22° Colloredo, migliorano Kranjec e Koch, ma soprattutto Schlierenzauer, con un di 140 metri che lo proietta al comando per lungo tempo.
Calano i tedeschi, tranne Freund che però deve accontentarsi del 10° posto finale; è invece Kofler a ritrovare l’ispirazione per volare a 133,5 metri e restare davanti a Schlieri per un solo punto; Malysz si ferma a 130 metri, mentre Ammann con 138,5 metri va all’assalto del podio e ottiene una media di 19/20 dai giudici.
Subito dopo è la volta di Stoch, ancora tonico ed esplosivo: 136,5 e nuova leadership per il polacco che ormai fa concorrenza a Malysz nel cuore dei tifosi.
Tocca a Morgenstern, che effettua un salto di soli 134 metri; l’atterraggio è in affanno, Thomas pare sbilanciarsi, ma la giuria lo boccia solo a metà: due 19, un 18,5, un 17,5 e un 17; opinioni assolutamente contrastanti. Morgenstern passa così secondo, dietro a Stoch di sei decimi ma davanti ad Ammann per soli sette decimi.
Koudelka spreca la grande occasione e si ferma a 125,5 metri scendendo dal podio.
Tutti aspettano Uhrmann, a cui basterebbe un salto intorno ai 126 metri, ma arriva la delusione: salto sbagliato, nessuna presisone sotto gli sci, stop a soli 115 metri e tuffo in graduatoria fino al 13° posto.
Si ripetono così il primo e il secondo del Grand Prix dello scorso 3 ottobre sul medesimo trampolino, quando il polacco di Zakopane chiuse alla grande la prima parte di stagione.
Stoch appare quasi incredulo, forse anche per un atitmo dispiaciuto, ma è solo un attimo: è il momento di godersi la seconda vittoria in Coppa del mondo e di salire sul podio davanti ai primi due della classifica generale.

Classifica
Klingenthal, 2 febbraio 2011
1 STOCH Kamil POL 264.6
2 MORGENSTERN Thomas AUT 264.0
3 AMMANN Simon SUI 263.3
4 KOFLER Andreas AUT 249.4
5 SCHLIERENZAUER Gregor AUT 248.2
6 KOUDELKA Roman CZE 247.8
7 MALYSZ Adam POL 246.0
8 HILDE Tom NOR 243.7
9 HAPPONEN Janne FIN 242.2
10 FREUND Severin GER 242.1
11 FETTNER Manuel AUT 241.9
12 DAMJAN Jernej SLO 241.2
13 UHRMANN Michael GER 240.1
14 KOCH Martin AUT 236.0
15 NEUMAYER Michael GER 235.2
16 JACOBSEN Anders NOR 234.3
17 FREITAG Richard GER 230.4
18 JANDA Jakub CZE 227.6
19 BODMER Pascal GER 227.1
20 KRANJEC Robert SLO 225.1
21 TEPES Jurij SLO 222.5
22 COLLOREDO Sebastian ITA 217.7
23 CHEDAL Emmanuel FRA 214.9
24 PREVC Peter SLO 207.1
25 KARELIN Pavel RUS 205.6
26 INGVALDSEN Ole Marius NOR 205.4
27 TOCHIMOTO Shohei JPN 204.2
28 HAUTAMAEKI Matti FIN 191.2
29 HULA Stefan POL 190.8
30 VACULIK Ondrej CZE 180.7

Coppa del mondo
1 MORGENSTERN Thomas AUT 1514
2 AMMANN Simon SUI 1073
3 KOFLER Andreas AUT 980
4 MALYSZ Adam POL 900
5 HILDE Tom NOR 692
6 FREUND Severin GER 605
7 HAUTAMAEKI Matti FIN 602
8 KOCH Martin AUT 542
9 STOCH Kamil POL 502
10 FETTNER Manuel AUT 439

loading...