Serie 2: il volo senza sosta dei battistrada

Dal nostro sempre puntuale corrispondente ValerioNeo7, ecco la situazione in serie 2 ad un passo dal giro di boa.

Serie 2-1

loading...

In serie 2-1 sembra davvero inarrestabile il cammino dei battistrada che continuano a rimanere imbattuti in queste prime tre giornate di NL, favoriti anche dall’assenza dello scontro diretto che si presenterà soltanto alla quinta giornata. Nel primo gironcino è andato in onda il terzo monologo dell’ Atletica Buonappetito che ha lasciato soltanto le briciole agli avversari. La squadra di Marce infatti ha solo sofferto (e neanche più di tanto) soltanto durante le gale di velocità per poi dare il la alla rincorsa che l’ha proiettato, a fine giornata, in prima posizione con ben 21 punti gara di vantaggio sulla seconda classifica. Quest’ultima è l’ Atletico Panzetta, non ancora in grado di resistere allo strapotere della squadra romagnola ma, da attuale brava terza forza del campionato, si difende alla grande e piazza per la terza volta su tre appuntamenti un secondo posto. La squadra di Dampyr ha però un punto secco di forma media di vantaggio e ciò potrebbe tornare molto utile nella seconda parte di campionato, parentesi in cui inizieranno a scontrarsi i due managers per ora appaiati in testa al campionato. Terza piazza per una squadra che nella stagione passata ha sofferto le pene dell’inferno per salvarsi e ora, a neanche un mese di distanza, sembra essere in grado di salvarsi con un battito di ciglia. La Fenice infatti continua nella sua marcia della salvezza con una media di 7 punti a giornata e con una proiezione che di certo dovrebbe vederla sopra quota 40 alla fine delle 8 fatiche. Il buon Malix sembra quindi aver fatto tesoro della scorsa stagione e ora pare muoversi con più maestria nello scacchiere della NL. La prima lotta fra team si è consumata fra la 4pini e la GS Diavoli che hanno battagliato fino all’ultimo evento per la conquista del quarto posto. A spuntarla è stata la squadra di Alfioduca che ha praticamente messo la pratica al sicuro già dopo la velocità, gare in cui i propri atleti hanno letteralmente surclassato tutti gli avversari a cui non rimaneva altro che rintuzzare gli attacchi per recuperare in seguito. Impresa non riuscita al piemontese Simo che dei 17 punti subiti nelle gare veloci, riesce solo a recuperarne 12. Con i punti conquistati, la 4pini conferma il suo buon valore generale ma, come detto ad inizio anno, continuiamo a credere che la squadra di Alfioduca abbia nelle gambe il salto di qualità. Discorso diverso per la GS Diavoli che intanto mette in tabella il miglior risultato stagionale. La situazione però non è delle più rosee dato che la compagine piemontese gravita nelle posizioni basse e pertanto dovrà dare un colpetto sull’accelleratore, quantomeno per togliersi dai bassifondi. Sesta piazza per l’ Atletica Modica che riprende un pò di fiato dopo la bella prestazione dello scorso appuntamento. Il team di Orcomeno va a piazzarsi in quel canyon di punteggi che va dalla quinta alla settima squadra e senza faticare più di tanto incamera 3 punti sicuramente utili alla casa. Piccola curiosità, nella stagione appena conclusa, la squadra siciliana aveva in classifica 16 punti, proprio come ora: che sia un buon segno? Settima posizione per l’Athletic Team Gignod che dopo gli incoraggianti primi 2 turni di gare, in quest’ultimo manda gli atleti con il freno a mano tirato al fine di tenere a livelli apprezzabili la forma media. Esperimento riuscito per Didy86 che evita l’ultima posizione di giornata, lascia sopra i 17 la forma media e, soprattutto, ha ancora qualche punto di vantaggio sulla zona rossa. Ultima piazza per la Trionfo Ligure, unica squadra della 2-1 che sembra aver mollato ancor prima di iniziare. Il team di TheodorXII infatti pare non avere voglia di competere con gli altri e si presenta al Parco Meda ancora una volta senza velleità di classifica, inanellando il terzo “uno” di fila.

Nel secondo gironcino della 2-1, come già preannunciato, vittoria con prova di forza per la S.S. Crotone, che regola l’AU Malignani dopo un’accesa sfida lunga 48 eventi.

La squadra calabrese infatti non ha avuto vita facile come la collega del primo gironcino e ha dovuto lottare punto a punto con l’esperto Checo per portare a casa la vittoria.

L’ ago della bilancia, che per molti era rimasto fermamente ad indicare il centro, si è inesorabilmente spostato verso il team di Crotone che, grazie alle sue robuste staffette mette la parola fine sul discorso “vittoria”. L’ AU Malignani ha poco da recriminare e, fra l’altro, deve forse guardare in casa propria. Le 4×400 della squadra friulana hanno pagato fortemente il divario tecnico con parte degli avversari ed il primo di questi ultime era proprio il manager calabrese. Terza piazza per la Nuova Atletica Varese, finita lontana sia dalle prime due che dagli inseguitori. Il team di Paul infatti si è andato ad inserire fra 2a e 4a piazza, zona ampissima dal punto di vista del punteggio e ampiamente alla sua portata. Ora, con 17,3 punti di forma media, ci aspettiamo magari un attacco al vertice da parte della squadra lombarda. Quarto posto per l’ A.S. Rapido che continua ad alimentare l’impressione di una buona stagione che lo attesta fra i team che potrebbero salvarsi senza particolari patemi. Fra l’altro, con i 6 punti messi in cascina, Arlem porta a casa il miglior risultato stagionale e lo fa con una certa perizia, dato che in questa giornata, con i giusti atteggiamenti, si piazza in mezzo alla classifica generale e mette fra se e la zona salvezza quelle 2-3 squadre che ti fanno guardare alle 5 giornate restanti con più tranquillità. I 4 punti vanno a finire nella casella della Fortitudo Vercelli. Dopo una partenza tutt’ altro che in sordina, la squadra di Teresita totalizza 10 punti in 2 giornate, rilanciando i sogni di salvezza. Da notare inoltre che la squadra piemontese non è fra quelle che hanno i valori più bassi di forma media e pertanto, con un occhio al calendario e uno in casa propria, l’obiettivo di Tere potrebbe materializzarsi. A chiudere la classifica ci “pensano” il Genoa Athletic Club e la Piedi Pigri Athletics. Per il team ligure arriva la terza prestazione incolore e adesso la situazione non è di certo semplice, sia per i colori societari che per quelli della regione Liguria, i cui 2 rappresentanti militano entrambi nelle ultime posizioni di classifica. Discorso simile per la squadra di Nippe, che non riesce a miglioare i 3 punti conquistati alla prima giornata e ora si trova a pari punti proprio con il team di Grifone. Impossibile da commentare e decifrare l’assenza di Shamrock.

Serie 2-2

Il primo gironcino della serie 2-2 è stato stravinto dal Brianza Team che dopo una partenza non certo fantasmagorica (9 punti in 2 giornate), si tira via dalle parti basse della classifica con un notevole colpo di reni. Allo Stadio Baracca nessuno è riuscito a contrastare lo strapotere messo in campo da Andrea che con questi 12 punti da a tutti la sensazione che la salvezza anticipata non sarà tanto un problema per lui e la squadra. Probabilmente però, Andrea poteva anche tirare molto meno per raggiungere il medesimo risultato con minori sforzi. Seconda piazza per una squadra altrettanto imprendibile per gli inseguitori ovvero l’ Atletica Corti e Veloci. Il team di Niklaus, visto l’impensabile profusioni di forze da mettere in campo per stare appaiato al battistrada, decide di tirare un poco meno dell’avversario e portare a casa 10 punti importantissimi che lo lanciano, attualmente, come terza forza della serie. In terza piazza è la volta dell’ Atletica Desio che mette in bacheca il terzo 8 in tre gare. Il team di Simo86 pertanto mette anche lui quasi del tutto in cascina una salvezza tranquilla e, se gli altri dovessero calare un pò la guardia, non è detto che il team lombardo non possa impensierire i rivali che stanno un pò più in alto di lui. Buona prova e buon piazzamento anche per la Shark, che finora aveva collezionato 6 punti in 2 giornate. Il team di Cin29max invece stavolta ne porta 6 in un sol colpo e si tira via dalla zona rossa, a dimostrazione che le squadre neo promosse non vogliono di certo gettare la spugna cosi presto e che lotteranno fin quando potranno per rimanere in serie 2. Basta poi dare uno sguardo ai team davvero attivi (che possono coprire al meglio le 48 gare) per notare come l’impresa, che ad inizio stagione poteva sembrare ardua, sia alla portata del team emiliano. Quinto posto per la Yato United che, come nella stagione passata, mette subito a segno tanti punti utili in ottica salvezza per poi rallentare la propria marcia. Yato infatti, dopo 22 punti in 2 gare, inizia il suo percorso di rifiatamento proprio da questa giornata e porta a casa “solo” 4 lunghezze. I tre team che chiudono la classifica si sono presentati questa domenica con i ranghi ridotti ma ad avere la meglio è stata l’ Associazione Sportiva “Viva l’Atletica”. Il buon Atletica infatti schiera tutti gli atleti che può e porta a casa un inaspettato sesto posto che comunque non muta di molto le sue probabilità risicate di salvezza. Settima piazza per il Deportivo Diez de Febrero che in settimana ha annunciato, attraverso un comunicato stampa, la voglia di rifondare il proprio team dopo tante stagioni di soddisfazioni. Nonostante lo smembramento, il buon Brumel riesce a soffiare la penultima piazza ai Pasticciotti che, dopo due giornate abbastanza soddisfacenti, tirano i remi in barca in questo terzo appuntamento, non andando oltre, appunto, all’ultima posizione.

Al Sarabiga Hall ha festeggiato la vittoria l’ Upol Gavirate, che dopo un’appassionante testa a testa è riuscita ad avere la meglio sull’avversario diretto per la testa della classifica generale, ovvero la Lokomotiv Cinecittà. Andando ad analizzare la sfida nel dettaglio, questa è stata vinta da Jack208 grazie alle buone prove dei propri marciatori e staffettisti, i primi capaci di ricucire il piccolo strappo creato dal team di Tsunami e i secondi che ripropongono la stessa azione ma in vista del traguardo finale.

In questo modo, l’ Upol Gavirate guida la classifica generale con 3 punti di vantaggio proprio sull’ottima Lokomotiv Cinecittà, che però dalle prossime giornate dovrà tenere d’occhio la propria forma media, già ora più bassa di 1,1 punti rispetto a quella del collega. Terza piazza per la Fusoloppet, squadra che l’anno scorso faceva fatica a salvarsi e che invece quest’anno, senza molta fatica, sembra essere già a due terzi dell’opera. Il team di Fabio_Cap ha già incamerato ben 22 punti, cioè più della metà di quelli conquistati nell’intera scorsa stagione. Con questo ruolino di marcia e con altre 2 giornate che si prospettano più che abbordabili, la Fusoloppet potrebbe mettere la parola fine sul discorso salvezza già fra 15 giorni. Ai piedi del podio si è accesa un’altra interessantissima lotta fra l’ Atletica MS e i Demolisher che ha visto questi ultimi uscire vincitori. Il team di Albidimezzo però non ha mai sofferto in maniera esagerata gli attacchi del team pugliese che era già a distanza di sicurezza dopo le gare di fondo e che ha provato a recuperare il distacco con concretezza soltanto durante le staffette ovvero troppo tardi. Con i 6 punti conquistati, la squadra lombarda si piazza a metà classifica e da un’ulteriore prova di quanto ormai sia alto il livello dei team provenienti dalla serie 3. Il buon Serg101one invece mette in cascina 4 lunghezze che portano il totale a 14 punti. Davvero tanto per un team che nella passata stagione ne totalizzava 16 dopo ben 5 giornate e che ha sofferto fino all’ultima settimana prima di salvarsi. Sesta posizione per i The Wanderers, che a loro volta difficilmente hanno impensierito il team pugliese che gli è finito davanti. Ad ogni modo, Groo dimostra che il suo team, un mix di esperienza e virgulta gioventù, può continuare a credere nel sogno salvezza senza particolari patemi. In settima posizione si è classificata la Bababa Atl. che non sembra riuscire a dare la svolta alla stagione nonostante la forma media e il livello degli atleti sembra indicarne la possibilità. Il team di Lifeistoogood non ci sembra uno dei peggiori del roster e, anzi, fra società che rifondano e altre che hanno abbandonato a priori l’idea della NL, potrebbe approfittare delle defaillances avversarie per piazzare qualche buona prestazione. A chiudere la classifica ci ha pensato l’ Orda Anomala che sembra appunto aver abbandonato ogni velleità di classifica e qualsiasi voglia di rimanere in serie 2. Con un numero di atleti in costante diminuizione per le vendite decise dall’amministrazione di Wilko, il team sembra essere destinato ad una quasi scontata retrocessione anche se, il nucleo pulsante della squadra sembra non essere stato intaccato ed il manager siciliano potrebbe ancora tentare una difficile ma non impossibile risalita.

loading...

Comments

comments

Facebook