Terza serie al via: analisi macroeconomica

La stagione 25 è alle spalle, la pausa  ormai  è conclusa, tutte le società stanno ultimando gli ultimi acquisti, insomma, sta ufficialmente per prendere il via la 26° stagione del mondo di .

Come ogni anno saranno 64 le società della terza serie Italiana che si sfideranno giornata per giornata per raggiungere i loro obiettivi, che, come in ogni campionato che si rispetti, sono i più disparati. C’è chi punta alla promozione, chi alla salvezza, chi invece si accontenta di galleggiare a metà classifica, c’è chi punta a ringiovanire la società, chi a risanare il bilancio, c’è anche chi ha deciso volontariamente di retrocedere, insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti e sarà difficile annoiarsi seguendo il percorso di queste 64 società Italiane.

loading...

Percorso che Gamefox ha deciso di seguire per voi e con voi, con 3 appuntamenti stagionali che cercheranno di fare un resoconto il più completo possibile su questa affascinante realtà che sono le terze serie italiane, dalla quale nasceranno i futuri campioni delle prossime stagioni.

Fare un’analisi veloce e superficiale di tutte e 64 le società una per una, oltre a richiedere grandi capacità d’analisi che non ci sentiamo di affibbiarci, non sarebbe nemmeno stato molto interessante ed attendibile. Abbiamo quindi preferito fornirvi dei dati concreti e insindacabile per fare una panoramica il più completa possibile su quella che è la situazione nelle terze serie italiane, in modo che ogni utente possa interpretarli e valutarli come meglio crede.

Ma ora, come disse qualche saggio, “ciancio alle bande” e iniziamo a tirar fuori qualche dato concreto ed interessante.

Iniziamo con un curioso dato sul numero dei tifosi delle quattro 3° serie Italiane. Attualmente la somma dei tifosi di tutte le società ammonta a 48.411 e sono suddivisi fra le diverse serie come ci mostra il grafico sottostante.

La notevole differenza fra serie 3-3 e 3-4 è dovuta alla presenza di  tre società come Entre Arena y Espuma, Real-time e Atletica Lago Maggiore che con i loro 1200 tifosi circa a testa, alzano di molto la media dei tifosi della serie 3-3 portandola a 804 per società, a differenza della serie 3-4 che anche “grazie” ai 76 tifosi di lu sidicie ha una media di soli 719 tifosi per società.  Sono simili invece i dati della serie 3-1 e 3-2 che hanno rispettivamente 760 e 743 tifosi di media.

La serie 3-4 si differenzia dalle altre anche per quanto riguarda l’età media della società che la compongono che è di 24.90, mentre 3-1, 3-2 e 3-3 hanno un’età media praticamente uguale, ovvero in ordine 23.77, 23.88 e 23.80. Per la serie “puntiamo sui vecchi”, c’è da segnalare la società Fenice PROMAR (3-4) che con la notevole età media di 32.02 anni si aggiudica di diritto il primato come società più vecchia della terza serie.

17.38 invece è l’età media più bassa della terza serie italiana, e il primato spetta a lu sicidie con la sua squadra di 24 atleti. Da segnalare anche Società Atletica Nervesa  di Kloo che con una squadra completa di 65 atleti riesce a tenere un’età media di 18.37.

Passando ora a dati un po’ più significativi e utili ai manager, il primato come terza serie più in forma spetta alle 3-2 con una media di 17.19, poco dopo troviamo la serie 3-3 (16.97), la 3-1 (16.74) e la 3-4 (16.34). Anche qui segnaliamo il migliore della categoria, che è la società cramelan di Cloris Cavazza(3-3) con la notevole forma media di 19.1.

Si distingue invece in negativo Santa Monica con un’inquietante forma medi a di 12.5.

Piccola curiosità della serie “lo sapevi che…” …la società Aztechi Milano di Monotezuma fondata il 09/05/2006, ovvero la prima stagione ufficiale di maxithlon, è la più vecchia società che attualmente partecipa alla terza serie italiana, mentre la società I Baccani di Bluenight fondata il 25/08/2009 sono la più giovane società che attualmente milita in terza serie?

A quanto pare la serie 3-4 vuole a tutti i costi differenziarsi dalle “colleghe”, nel bene e nel male; basta infatti guardare il seguente grafico per notare la  differenza fra le serie 3-4 e le altre anche per quanto riguarda gli stipendi.

Se per le prime tre serie italiane il monte ingaggi complessivo è praticamente identico, la serie 3-4 invece è più parsimoniosa, o almeno così sembrerebbe. Ad analizzare bene i dati invece si nota che lo stipendio medio delle società delle terze serie è praticamente identico, 2602€ per la 3-1, 2570€ per la 3-2, 2657€ per la 3-3 e 2595€ 3-4. La differenza che appare evidente nel grafico anche in questo caso è dovuta principalmente ad una sola società, lu sudicie, che con i suoi 25.070€ di stipendi, fa calare notevolmente il monte ingaggi della serie 3-1.  Fa invece veramente impressione il monte ingaggi di Atletica FVG di Rambler, che con i suoi 308.637€ di stipendi settimanali e una media di 4.899€ ad atleta, è la società più spendacciona delle terze serie Italiane.

Per venire incontro alle esigenze, curiosità e comodità dei manager delle terze serie (e, si spera, non solo quelli), alleghiamo in seguito anche una tabella con i dati specifici per ogni serie.

Insomma, dopo tutti questi numeri, statistiche e dati vari, non ci resta altro che scaldare i motori e prepararci ad assistere a quello che sarà il grande spettacolo delle terze serie italiane! In bocca al lupo a tutti e buona stagione!

Bluenight, Dicembre 2010

loading...

Comments

comments

Facebook