Serie 2: I voti della stagione 25

Puntuale come sempre, ValerioNeo ci presenta i promossi e i bocciati della stagione 25 per la seconda serie

Eccolo qui l’ultimo appuntamento ufficiale riguardante la stagione 25 per la Serie 2.

loading...

Andiamo a dare un “giudizio” sui partecipanti dei due gironi tenendo conto dei risultati ottenuti nelle 10 settimane.

Serie 2-1

Campidoglio Palatino: Vero mattatore del gironi con 60 punti conquistati su 60 messi in palio nelle prime 5 giornate. Tira via il piede dall’acceleratore

soltanto quando vede già da lontano il traguardo. Porta un team davvero giovane e competitivo nell’empireo della NL italiana. Unico neo: mancano all’appello

i suoi atleti nelle gare individuali ma l’obiettivo del buon Gianpino era la Serie Oro e quest’ultima è arrivata. Voto: 9

La Valle del Lura: Guardando i valori in campo, non partiva certamente con i favori del pronostico. Dopo la prima giornata poi, le quote che lo davano come

promosso a fine anno erano salite vertiginosamente. Edobianchi, invece di abbattersi, tira su le maniche e inizia ad inanellare risultati su risultati (dalla seconda

alla settima giornata porta a casa 62 punti) e va a coronare un risultato quasi inaspettato. Voto: 8,5

Shamrock: Gunny5 era un neo promosso pertanto il terzo posto finale dovrebbe muovere tutto l’orgoglio dei suoi tifosi. Però la squadra è molto più che collaudata

e il manager non è certo uno arrivato in Serie 2 per sbaglio. Di atleti forti nel team ce ne sono diversi e sia l’età media che lo stipendio medio non sono certo

trascurabili…questa sembrava essere proprio la stagione giusta per andare in Oro nel momento in cui i propri atleti potevano fare la differenza. Invece alla Shamrock

tocca un’altra stagione in Serie 2…chissà se questa è l’annata buona. Voto: 7

S.S. Crotone: Non ce la raccontava giusta ad inizio anno e continua a tenersi nascosto ancora adesso. La forza del team la conosco tutti e per salire gli bastava

soltanto lo schiocco delle dita…ma a quanto pare il manager calabrese non ci teneva, non voleva andare in Oro. Davvero un peccato tenendo conto che sarebbe

andato a rimpinguare la rappresentanza calabrese nella massima serie del belpaese. Diciamo la verità, da un manager e da una squadra cosi attrezzati, ci aspettavamo

qualcosina in più. Voto: 6.5

4pini: La promozione sembra proprio non arrivare mai, eh Alfio? Però diciamocela tutta, quanto ci hai provato seriamente? Andare in Serie Oro con 14 punti in tre giornate (dalla seconda alla quarta settimana) è davvero impossibile e la dimostrazione pratica l’ha data proprio il manager della 4pini che giocoforza, dovrà rimandare la promozione

almeno per una stagione. Ora, in attesa di quantificare questo “almeno”… Voto: 6+

Atletico Panzetta: Si era intuito subito che a Dampyr non interessava un ritorno fulmineo e in pompa magna in Serie Oro. E anche se non si fosse capito, ci aveva pensato lo stesso manager a dirimere la questione con le prime 2 giornate a mezzo regime. La salvezza non era contemplata e, come detto, stesse condizioni per il ritorno alla Oro e quindi l’ Atletico Panzetta si è andato a piazzare in una delle posizioni migliori per chi vuole rimanere in Serie 2 e mettere soldi da parte.

Da notare anche i 3 titoli agli individuali nazionali. Voto: 6,5

Nuova Atletica Varese: Prima stagione in serie 2 e prima ottima salvezza ottenuta senza alcuna difficoltà. Probabilmente la vera sorpresa del girone. Che possa già lottare per qualcosa di importante già dalla stagione 26? Voto: 7

A.U. Malignani: Come fa un manager esperto a salvarsi bene in NL, vincere i Regionali Societari, piazzarsi con un ottimo sesto posto ai Nazionali Societari e mettere in bacheca 7 titoli individuali senza intaccare pesantemente la forma media della squadra? Come ha fatto Checo! Ora lo attendiamo al varco ma intanto… Voto: 7

Atletica Modica: ad inizio stagione si era un pò capito quali erano le squadre che avrebbero dovuto lottare per la salvezza e di certo l’ Atletica Modica era una di queste.

La squadra però sembrava essere in grado di salvarsi data anche l’esperienza di Orcomeno. Però ci si aspettava un pò di più dal manager siciliano anche perchè la squadra non ha preso parte a nessun altra competizione societaria mentre nella stagione 24 e probabilmente quindi l’ Atletica Modica poteva gestire meglio la forma.

Sul voto finale, qualche decimale in più per i 6 titoli individuali. Voto: 6-

Fenice: Sappiamo tutti la storia di quest’essere mitologico e quindi eravamo tutti con il volto puntato al cielo per vederlo risalire in Oro. Guardavamo invece il quadrante d’orizzonte sbagliato. Il buon Malix infatti punta alla salvezza in National League e si concentra su altri obiettivi. Porta cosi a casa per la prima volta un Societario Regionale e rimpingua le casse della società con un titolo individuale italiano, un oro ai Mondiali e un record del mondo della Boga. Complessivamente, la stagione dell’emiliano è stata tutt’altro che negativa. Voto: 6,5

A.S. Rapido: La squadra di Arlem, fra quelle che hanno trovato la salvezza, è quella che ha sofferto meno. Però non conquista nessuna medaglia a livello individuale, non partecipa seriamente a nessuna competizione societaria se non la NL, termina la stagione con una forma media ancora buona…insomma, perchè l’ A.S. Rapido non prova un pò ad alzare il tiro? Ci piacerebbe vederlo più in alto. Voto: 5.5

Genoa Athletic Club: La squadra ligure, approdata in serie 2 due stagioni orsono, trova la salvezza per il secondo anno di fila e ancora una volta proprio all’ultima giornata. Gli sforzi per ottenere l’obiettivo però non sono stati pochi e ne ha risentito pesante la forma generale. Dalla prossima stagione però Grifone non potrà usare nuovamente la motivazione della giovane età del team anche perchè gli atleti iniziano a crescere. Anche per lui ci si aspetta qualcosa di più nella prossima stagione. Voto: 6

Puffolandia: Prima delle retrocesse e l’unica che comunque potrà dire “io ci ho provato”. Silviabrero paga probabilmente si un livello medio di squadra che difficilmente si sposava con il livello della Serie 2 ma principalmente una forma che già alla prima giornata faceva diventare quasi proibitivo il compito della stessa manager. Su otto giornate, soltanto 4 sono state disputate su buon livello mentre le altre 4 sono quelle che non hanno permesso a Puffolandia di rimanere in serie 2. Voto: 5

Santacecilia: Prima delle squadre che non ha mai tentato qualcosa in più. Oroblu sembra non averci mai creduto fin dall’inizio e i risultati hanno rispecchiato questa sensazione dato che la Santacecilia non è mai andata oltre il quinto posto (raggiunto fra l’altra solo 3 volte). Avremmo preferito qualche moto d’orgoglio in più. Voto: 4,5

A.S. Spartana: Dalla Oro alla Serie 3 in due stagioni. La parabola discendente di Piotta speriamo termini qui anche perchè la squadra non è stata smobilitata e sembra ancora al completo. Come il più peccaminoso degli accidiosi, il manager del Lazio si lascia trasportare dalla prima all’ultima giornata senza mai provare a fare una bracciata controcorrente. Ne deriva una stagione loffia, illuminata soltanto da un bronzo ai mondiali juniores e 2 ori agli individuali nazionali. Voto: 4

Ringhiosa: Unica squadra che fin dall’inizio sembrava essere qui per caso. Organico molto lontano dagli standard del secondo livello italiano e, soprattutto, inesistenti i tentativi di invertire la tendenza che fin dalla prima giornata sembrava già relegarla in serie 3. Il terzo posto ai Regionali Societari e il susseguente ottavo alle fasi nazionali non riescono però di certo a migliorare il voto di fine stagione. Voto: 3.5

Serie 2-2

Mens Sana: Grande mattatore della 2-2 che vince senza problemi e con uno dei punteggi più alti di sempre. Lascia per strada soltanto 12 punti sui 96 conquistabili e per altro lo fa soltanto a promozione quasi in tasca. Come contorno, porta a casa un bronzo ai Continentali Juniores e 3 titoli individuali. E tutto questo con una squadra giovane e performante. Cosa dovrebbe fare in più? Portarvi fuori la spazzatura? Voto: 9,5

Italian Vampires: Con un grandissimo colpo di coda, porta a casa la seconda piazza e quindi la promozione in Oro. Piccola curiosità: era stato uno dei pochi che ad inizio stagione non si era nascosto sul forum e anzi aveva dichiarato che ci avrebbe provato fino in fondo. Mantenendo le promesse e andando a vuoto soltanto in 2 giornate su 8, Capitano porta a casa un ottimo risultato che possiamo comunque definire meritato. Voto: 8.5

I Pasticciotti: Forse una delle delusioni più grandi di questa stagione in serie 2. Dilapida letteralmente i 2 punti di vantaggio prima dell’ultima giornata, prendendo  sottogamba l’impegno più importante della stagione. Smacco ancora più grande perchè perde uno scontro contro la Fusoloppet, non proprio la più forte corazzata nel ventaglio delle partecipanti. Porta a casa 4 titoli Nazionali che però difficilmente faranno passare questa amarezza. Voto: 6,5

Lokomotiv Cinecittà: Altro grande deluso della serie 2. Da Tsunami ci si aspettava qualcosa in più, soprattutto negli scontri diretti che perde nella maggior parte dei casi.

Se poi l’obiettivo era la promozione, perchè iscrivere la squadra ai Regionali Societari? Addolcisce la pillola con un oro mondiale e 4 titoli ai nazionali, ma viene a mancare, come detto, nella conquista dell’obiettivo primario. Voto: 6,5

Upol Gavirate: Qualcuno ci spieghi la sua condotta in National League. 60 punti in 6 giornate, proiezione di 80 punti a fine stagione, ma Jack208 cosa fa? Non iscrive la squadra in 2 appuntamenti!! E dire che sembrava davvero una fra le più accreditate alla promozione dopo la vittoria alla quinta giornata e non sembrava avere problemi di sorta. Davvero un peccato, poteva raggiungere la sua prima partecipazione in Oro e invece dovrà accontentarsi della quarta stagione di fila in Serie 2. Voto: 6

Atletica Desio: Cosa dire di una squadra che soltanto 10 settimane fa era pronta a salutare tutti dopo una parziale smobilitazione e altrettante settimane dopo termina la stagione in sesta piazza? Simo86 ha spulciato alla grande sia il mercato che il calendario, accaparrandosi atleti più che validi a buon prezzo e vincendo gli scontri diretti quando doveva. Ne vien fuori una stagione di tutto rispetto, migliore di ogni aspettativa. Voto: 7

Atletica Corti e Veloci: Buona stagione anche per la Corti e Veloci, che aveva dichiarato già ad inizio anno di volersi salvare e cosi è stato. I risultati però dimostrano che se Niklaus avesse voluto, sarebbe potuto arrivare qualcosa in più. Sarà quindi chiamato alla prova di forza nella stagione 26. Voto: 6

Fusoloppet: Luci e ombre per la Fusoloppet nella stagione 25. Anche per Fabio_Cap l’obiettivo principale era la salvezza che è poi stata raggiunta. Ma a che prezzo? Pur di non rischiare, il manager emiliano butta via 1 punto pieno di forma media all’ultima giornata onde evitare brutti scherzi. Bastava però dare un’occhiata più approfondita qua e la nel calendario per gestire forse un pò meglio le forze dei propri atleti (fermiamoci qui, sennò Shark…). Porta a casa un’ottima medaglia di bronzo ai Mondiali, a confermare che il team ha anche delle buone individualità e potrebbe puntare a qualcosa in più. Voto: 6-

Orda Anomala: Data fra i quasi salvi d’ufficio ad inizio anno, l’ Orda Anomala conferma i pronostici anche se con fatica. Per carità, la squadra non è mai sembrata particolarmente a rischio, ma troppe volte Wilko ha forzato quando poteva risparmiare forma, e tirato i remi in barca quando c’era da vogare. Ad ogni modo, con 16 punti nelle ultime due giornate, ha confermato come la sua compagine meriti pienamente la serie 2. Voto: 6

Yato United: Come sopra, ma con un cammino ben diverso. Yato_73 infatti lotta fin quando deve e piazza i colpi quando deve. L’assenza all’ultima giornata è una prova lampante della presenza tecnica del manager friulano, che fiuta la salvezza con giornate d’anticipo. La stessa bravura usata per carpire quando forzare o meno però poteva essere sfruttata per intuire che un discreto risultato all’ultima giornata l’avrebbe proiettato molto più in alto in classifica o che migliori risultati qui a li lo avrebbero presentato come cliente fastidioso per le posizioni che contano. Voto: 5,5

A.S. Viva l’ Atletica: Secondo posto agli Internazionali Societari, secondo posto ai Societari Nazionali, 2 ori, 3 argenti e 3 bronzi ai Mondiali e 12 coroncine anche agli Individuali Nazionali. Salvezza raggiunta in NL nonostante gli sparuti atleti e tutti questi grandi risultati tutti conquistati nella stessa stagione. Giù il cappello per Atletica, che rivedremo a questi livelli probabilmente fra tante stagioni (o forse mai?) dopo la rinfondazione. Voto: 8

Atletica MS: E bravo Sergio. Il manager pugliese, dato fra i quasi retrocessi prima della prima giornata della stagione, spulcia il calendario, sfrutta qualche defezione qua e la e porta il suo team alla salvezza proprio all’ultima giornata. Fra novembre e dicembre la squadra si è anche mossa sul mercato e quindi probabilmente l’ Atletica MS si presenterà ai nastri di partenza per cercare una nuova salvezza. Se gli acquisti fatti hanno sfruttato la stessa ratio che ha portato il team a salvarsi, è probabile che Serg10l0ne metterà in atto un altro piccolo miracolo. Voto: 6+

Santa Monica: Rukawa1 aveva un compito arduo. Salvare la propria squadra tenendo conto sia dei propri valori sia di tenere sotto controllo la forma media. L’impresa è riuscita solo per metà, dato che all’ultima giornata sarebbero serviti almeno 8 punti per confermare la propria presenza in serie 2 anche per la stagione 26. Il manager ha però scelto di non iscrivere nessuno e molto probabilmente, anche se avesse iscritto qualcuno, ci sarebbe stato poco da fare dato il risicato valore di forma del team.

Chissà se con una gestione diversa sarebbe stato possibile salvarsi. Voto: 5-

Olimpia: Davvero poca voglia. Questo è emerso dalla stagione di Arkantos per la NL. Il team si è infatti ben comportato ai Societari Regionali (male invece alla fase nazionale) e, soprattutto, conquista 2 ori (con rispettivi record del mondo) ai Mondiali con lo stratosferico Doz. Per ciò che concerne la National League però si è fatto vedere davvero poco e probabilmente era già nelle scelte societarie la voglia di abbandonare la Serie 2. Il voto è la media fra la NL e gli altri risultati a stagione. Voto: 5

Società Atletica Nervesa: Un buon manager come Kloo doveva capirlo subito che difficilmente la propria squadra sarebbe riuscita a resistere in Serie 2. L’ abruzzese invece aveva deciso di provarci ma, paradossalmente, guadagna più punti con la squadra rifondata e piena di giovani che con l’organico al completo all’alba della stagione 25. Ne vien fuori una stagione davvero scialba, illuminata solo parzialmente dai 2 ori ai Nazionali individuali. Voto: 4,5

Cramelan: Organico da Serie Oro e voglia da Serie 7. Possiamo riassumere in queste poche parole la stagione della Cramelan, che mette in bacheca un ottimo terzo posto ai Societari Nazionali e niente più. Sia ben chiaro, Cloris ha annunciato senza troppi giri di parole un decrescente amore verso le competizioni e aveva dirottato tutte le proprie forze verso il titolo nazionale che gli è sfuggito davvero per poco e non certo per suo demerito. Ci sarebbe piaciuto il vederlo più attivo in NL, invece non ha mai dato cenno di esserci. Voto: 3,5

loading...

Comments

comments

Facebook