Intervista a Samu80, vincitore della Coppa Italia di Hattrick stagione 43

Samu80 non è il solito utente che investe milioni e milioni di ht-euro per vincere tutto 3-4 stagioni, per poi fallire miseramente, o bottizzarsi per anni solari. La sua è stata una crescita costante, e la vittoria della Coppa Italia, seppur aiutata dalla buona sorte (cioè RadioGamefox che gufa gli avversari :D), è la dimostrazione che su Hattrick, in un paese così all’avanguardia come il nostro, per vincere non è obbligatorio essere 18 ore al giorno sul mercato, si può ancora vincere un trofeo con la programmazione.

Ciao Samu è benvenuto nella “redazione” di GameFox.it
Grazie!

loading...

Parla un po’ di te, del nome della tua squadra, del tuo nickname, la solita routine insomma
Il nome della mia squadra non ha molto senso. L’ho deciso senza pensarci, con la testa di chi si iscrive ad un giochino del tubo in internet senza troppa voglia. Se non ricordo male, la sera prima ero andato a giocare a bowling e anziché digitare SAM come nome, mi sono sbagliato e ho scritto SPAM. Il giorno dopo mi sono iscritto ad Hattrick e ci ho inserito il CSKA. Neanche sapevo che la parola spam avesse un significato. Samu80 è più facile da intuire. Su di me che dire, ho 30 anni, vengo da Porcia in provincia di Pordenone, sono ingegnere gestionale, mi occupo di logistica e programmazione della produzione, ho una ragazza di nome Patrizia (che saluto), amo lo sport in generale, ho giocato per 14 anni a basket, ora gioco a calcetto in una squadra amatoriale, mi piace la musica rock (soprattutto ballarla!), e mi piace andare al cinema.

Sei iscritto dal febbraio 2004 e militi attualmente in seconda serie, con meno di 700 trasferimenti effettuati: una crescita costante la tua. Racconta un po’ la tua carriera hattrickiana
Dopo essermi iscritto ho preso paura dell’enorme mole di regole del gioco. Troppo difficile! Ho lasciato subito perdere. Per 1 mese la CSKA è rimasta abbandonata, fino a che un compagno di corso all’università a Bologna un giorno mi dice: “Vado un attimo in aula computer che devo fare la formazione per un giochino che si chiama Hattrick!”. E io: “Anche io ho la squadra, ma è troppo laborioso quel gioco, non fa per me”. Quel giorno il mio amico (Laurentio in Hattrick) mi obbligò a seguirlo in aula computer, mi dette le giuste dritte e l’amore per Hattrick scoppiò!
Per il primo annetto buono ho giocato senza essere troppo informato sulle regole. Non allenavo, avevo giocatori vecchi, mettevo sempre lo stesso modulo. Dopodiché ho iniziato ad allenare regia abbastanza “seriamente”. Salgo in V serie dove duro una stagione e retrocedo subito. Sceso in VI serie vinco il campionato chiudendo a punteggio pieno. Rimango un po’ di stagioni in V serie finchè salgo in IV. Qua la svolta: l’allenamento in regia inizia a non pagare più come all’inizio, ho gente titanica ed ET che se allenata inizia a perdere valore. Mi viene l’idea di allenare cp. Cerco un utente che allenasse cp a casaccio a cui chiedere qualche consiglio e conosco quello che sarebbe diventato il mio “maestro”: Claudio manager della Risacca. Gentilissimo da subito, Claudio mi consiglia di allenare passaggi e così faccio. L’allenamento in passaggi è quello che mi ha permesso di fare il salto di qualità. Nel frattempo Claudio mi invita in una federazione “a numero chiuso” (max 50 utenti), la Zack Parris, dove conosco un sacco di utenti di livello molto alto. Tutta gente disponibilissima e che di hattrick “ne sa”. Oltre a me, diversi utenti della Zack Parris hanno scalato la piramide di Hattrick. Giusto per far qualche nome: Risacca, Misterya, Milanello, Real Clavis, Real Summano, Biancospino. Tutte squadre che hanno raggiunto le prime 2 serie. E ce ne sono tante altre che sgomitano in III e IV! La Zack, oltre che un gruppo di utenti/amici la considero quasi una filosofia di pensiero hattrickiano che tende a puntare al continuo miglioramento senza dover per forza ricorrere a grosse somme di denaro in termini di stipendi.
Tornando alla mia carriera, in IV ci resto 2 stagioni, salgo in III. In III ce la faccio al terzo colpo! E’ II serie!!!! La maledetta II.3 (dove tra gli altri trovo anche Claudio!) però…troppo dura per una squadra sana come la mia! Con giocatori stupendi! Primarie massimo titaniche e secondarie vertiginose. Arrivo 7° e torno in III. Qua, forse un po’ ferito dalla retrocessione contro squadre che ritenevo meno “belle” della mia, ma sicuramente più corazzate, lascio passaggi e passo a quello schifo di generale! Il motivo vero in realtà è che avevo saturato anche le secondarie e perciò non riuscivo più ad allenare 14 giocatori dando del plus-valore a tutti. A quel punto, o indebolivo un po’ per ricreare un ciclo, o spremevo i miei giocatori con generale. Ho optato per la seconda. In III vinco subito, ma allo spareggio pesco il più forte: Arzignano Grifo. Perdo 2-0. La stagione successiva riesco a salire diretto…e ahimè, è nuovamente II.3 Il livello del girone è diventato superlativo: avrei la squadra per vincere in quasi tutte le II del mondo, ma non in II.3. Sono 18esimo come media hatstats tra tutte le squadre di II del mondo…il problema era che Risacca, Misterya (entrambi della Zack Parris :P), Trinacria e MarMousa sono i 4 più forti al mondo!!!!!!!!!!!! Alla fine mi salvo allo spareggio. In queste ultime due stagioni sono arrivato terzo! Niente male, ma nel frattempo la squadra è peggiorata. I giocatori sono invecchiati, le skills sono scese e io non ho fatto nulla per evitare questo decadimento. Il tempo a disposizione che ho è pochino, la pigrizia invece è tantina

Una “gnubbata” che ricordi con piacere?
Negli ultimi 3-4 anni credo di averne fatta solo una: prima della semi-finale contro Cecentus! Ho messo in vendita una pippa delle giovanili a zero. Era un simpatico e lo avevo in squadra da 4 giorni. Ero convinto di averlo da 3. Ho sperato che Cece non lo vedesse, in realtà alla fine l’ho venduto ad un altro (per 2k se non sbaglio). Per la cronaca il ts non è sceso

Vuoi ricordare, con la sobrietà che ti ha contraddistinto negli ultimi comunicati stampa, perchè ti sto intervistando?
COPPA ITALIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!

La tua cavalcata in Coppa Italia l’abbiamo seguita molto attentamente noi di Radio GameFox, soprattutto il tuo entusiasmo ad ogni turno superato era eccezionale: davvero non credevi di poter arrivare così avanti nella competizione?
Assolutamente no!!!! Ma proprio per niente!!!!!

Quando però hai seriamente iniziato a crederci?
Forse quando ho segnato al 23esimo in finale. Lì ho iniziato a sperarci. A crederci per davvero direi dal 60esimo in poi…non esagero! Al passaggio di ogni turno mi sentivo “arrivato”. Non per questo motivo mi sono dato per vinto al turno successivo, sia chiaro!

Sei in semifinale, e batti Cecentus in una gara difficilissima: cosa hai provato quando hai capito che ti saresti giocato la Coppa contro una delle squadre più forti di sempre?
Indescrivibile!!! Sapevo di andare incontro alla sconfitta, quindi sentivo già aria di festa!

Hai scritto nel comunicato stampa, ma prima ancora ce ne avevi parlato in radio, che per preparare questa finale ci hai messo davvero delle ore: di’ la verità, quale è stata la cosa più assurda cui hai pensato?
Ho pensato a tutto! Anche a “pensa se vinco”, ma è durato un secondo
Ho pensato un sacco di volte alla formazione…per quasi tutta la settimana ero convinto di giocare con il 5-2-3, poi a bocce ferme ho optato per il 5-5-0. Trovare il punto debole dell’avversario è una cosa che mi piace…il problema è che per questa finale bisognava trovare il punto “non fortissimo”!

Cosa hai fatto non appena è finita la partita? Nudo sul balcone ad urlare?
Eheheh…no no! Ho urlato e esultato con i miei genitori (che non hanno mai seguito un match di hattrick in quasi 7 anni) e 30 secondi dopo il triplice fischio mi è entrato in casa un amico tifosissimo (Puah13) abbracciandomi con la bandiera dell’Italia!!! BELLISSIMO!!! Poi sono andato a giocare a calcetto (alle 21 ero in campo, anzi in panchina).

E’ vero che nella partita di calcetto hai giocato davanti la tua area, pressando chiunque passasse di lì, compagni di squadra compresi? 😀
Sono attaccante…quindi ero in panca 😉
A parte gli scherzi, mentre giocavo non pensavo ad altro…ero in un altro mondo.

C’è qualcuno che vuoi ringraziare dopo questa vittoria? Una dedica? Un bonifico per GameFox visto tutto il cuBo (cit.) che ti abbiamo portato?
Ringrazio tutta la Zack Parris, federazione mitica che mi ha tifato fino alla fine!
Ringrazio tutto il popolo pordenonese, hattrickiano e no!!!
Sarebbero tante le persone da ringraziare, ma in particolare ringrazio puah13, pannolino, fiuz81, pasquale81, ergava, andreaM82, skara, caci, bargig, carvaldo, ryomanagare, claudio.

Beh, archiviata la Coppa Italia, per la prossima stagione obiettivo Hattrick Masters e promozione in serie A? Oppure hai in mente qualcos’altro ancora? Progetti per il futuro.
Ho una squadraccia andata in malora! Il poco tempo e l’allenamento generale hanno fatto sì che perdesse tantissimo sia in valore che in valutazioni! Dovrei fare un gran ricambio di giocatori per ricreare una squadra sana. Bisogna vedere se ne avrò il tempo, perché c’è molto da cambiare! Ad ogni modo, la squadra ne uscirà ulteriormente indebolita purtroppo…giusto così! Nelle ultime stagioni mi sono dedicato pochissimo. Ai Masters molto dipenderà da chi beccherò, vediamo che succede! Non mi farebbe schifo passare un turno!

Siamo arrivati alla fine, cosa vuoi dire ai nuovi utenti, iscritti da poco al gioco, che sognano di compiere un’impresa come la tua?
Di non avere fretta!!! In questo gioco bisogna programmare con criterio!!!!

Cosa vuoi dire invece al nostro direttore Macao, la cui bacheca è, dopo 8 anni di gioco, ancora vuota? A Macao gli dico che se lo desidera gli posso dare un po’ di ripetizioni :PPPPPP

Grazie per quest’intervista, e complimenti ancora!
Grazie a voi per avermi dato la possibilità di “parlare”!

loading...

About Emanuele Borgognone
Emanuele Borgognone alias Mr_Padtm