Serie 2: le prime scappano, bagarre alle loro spalle

Parola a ValerioNeo7, che ci illustra con la consueta sagacia il mondo della “cadetteria” italiana.

Serie 2-1

loading...

Ancora 12 punti conditi da una prestazione maiuscola per la S.S. Crotone, che nel Tempio della Corsa dimostra ancora una volta il livello d’elitè della sua squadra. Con la sola eccezione dei velocisti, l’intera squadra calabrese distrugge qualsiasi tipo di concorrenza e continua a mantenere una forma media davvero più che invidiabile. Inoltre, con questa seconda vittoria consecutiva, nonostante lo stesso manager abbia fatto intendere la sua scarsa voglia di propensione, il treno promozione è li a 8 punti da lui. Alle sue spalle è arrivata la 4pini che davvero poco ha potuto contro la S.S. Crotone ma che ha comunque battuto la concorrenza della Shamrock. La squadra di Alfioduca, con buonissime prestazioni in quasi tutte le discipline (soltanto le staffette non confermano gli ottimi risultati della squadra), guadagna meritatamente il secondo posto ed i relativi 10 punti che gli permettono adesso di guardare la zora retrocessione da ben 15 punti di distanza. Dietro ai battistrada, 2 squadre hanno lottato fino alla fine per ottenere il terzo gradino del podio. Come già detto, riesce in quest’ultima impresa la Shamrock che grazie alle staffette sopraggiunge in dirittura d’arrivo la Fenice. La squadra di Malix e quella di Gunny5 hanno lottato punto a punto ed arrivati ai lanci sembrava proprio che la squadra padrona di casa avesse compiuto l’allungo decisivo ma poi, grazie alle staffette, la Shamrock è riuscita a sopravanzare la Fenice, conquistando 8 punti utilissimi nella lotta promozione dato il fatto che adesso la squadra si ritrova a soli 3 punti dal secondo posto. Per Malix invece la giornata odierna porta ossigeno da molti punti di vista. A livello economico la squadra emiliana vede arrivare nelle proprie casse il lauto incasso della manifestazione mentre dal punto di vista della classifica generale la Fenice continua a guadagnare lunghezze sulla zona calda, ora lontana a 5 punti. Al quinto posto è la volta dell’ Atletica Modica, che dal punto di vista del punteggio ottenuto nella manifestazione, si attesta nella “terra di nessuno”, ben lontana sia dal quarto posto che dal sesto. La squadra di Orcomeno continua, da buona formichina, a mettere da parte punti più che utili al suo obiettivo principale che sembra ogni giornata più vicino e possibile. Stesso discorso per l’A.S. Rapido che continua a galleggiare in mezzo al gruppo, mantenendo inoltre una forma media che difficilmente porterà Arlem ad avere problemi nel compimento del proprio progetto.

In questa quinta giornata, l’A.U. Malignani era chiamata almeno a tornare sui livelli delle prime due giornate ma ancora una volta Checo porta i propri atleti non più in alto di un settimo posto che serve tutt’altro che a migliorare una situazione di classifica non di certo rosea. La squadra friulana infatti sembra non riuscire a scostarsi dai colleghi della zona retrocessione. La prossima giornata potrebbe fungere da spartiacque della stagione dato che nello stesso girone dell’ A.U. Malignani ci saranno 3 squadre di alta classifica e ben 4 team che lottano per non retrocedere, pertanto vedremo quali saranno le volontà di Checo. L’ultimo posto è stato occupato dalla Nuova Atletica Varese che decide di recuperare punti di forma media iscrivendo tutta la ciurma (arrivata comunque non a ranghi completi) con atteggiamento basso. Naturalmente, i punti conquistati non potevano essere più di uno, concetto che era comunque chiaro a Paul611, tranquillo e quasi certo ormai di riuscire a trainare in porto la nave della salvezza.

Nel secondo gironcino della serie 2-1, svolto nel Cica Beach arroventato dal sole, una squadra stava riuscendo nell’impresa di vincere la tappa a spese della Campidoglio Palatino. In questa domenica infatti La Valle del Lura stava riuscendo nel colpaccio ma ancora una volta Gianpino ha messo in campo un organico che ha dimostrato di meritare appieno la Serie Oro. La lotta, paradossalmente, è stata decisa proprio quando è iniziata, cioè nelle gare di velocità in cui i rappresentanti della Campidoglio Paladino lasciano dietro i rispettivi della Valle del Lura di 8 punti, misura che poi non è stata più colmata pienamente da Edobianchi, che ha lottato fino in fondo ed ha alzato bandiera bianca soltanto dopo l’ultima gara di giornata. Grazie ai punti conquistati, entrambe le squadre continuano ad occupare le prime due posizioni della classifica anche se stavolta il divario diventa più ampio, attestandosi a 16 lunghezze. Al terzo posto si piazza l’ Atletico Panzetta che con questi 8 punti mantiene inalterate sia le possibilità di promozione sia il distacco da chi gli sta direttamente davanti, cioè la Shamrock. La squadra di Dampyr72 subisce più di quanto si aspettasse nelle prime gare e non riesce a recuperare sui primi con i concorsi e, soprattutto, con le staffette, discipline in cui l’ Atletico Panzetta non ha avuto rivali domenica. Al quarto posto continua la marcia per la salvezza di Puffolandia, ormai in serie positiva da 3 giornate. La squadra di Silviabrero infatti, dopo le prime 2 settimane nefaste, aggiunge un’altra perla alla propria collana di risultati positivi e si colloca in nona posizione nella classifica generale, a sette punti dall’ A.U. Malignani, squadra che al momento sarebbe la prima delle retrocesse. Miglior risultato della stagione per ringhiosa che, pur arrivando sesta quest’oggi, non riesce a lasciare l’ultima posizione in classifica. La squadra di Maringa infatti paga ancora il passivo accumulato nelle prime giornate e nonostante il discreto posizionamento in questa quinta giornata di NL, sembra ancora improbabile per lei riuscire a salvarsi. Chiudono la classifica l’A.S. Spartana ed il Genoa Athletic Club. Per entrambi i team, questo è tuttaltro che un risultato positivo dato che la squadra di Piotta non riesce a schiodarsi dalla zona retrocessione, zona ormai sempre più vicina alla compagine ligure di Grifone.

Serie 2-2

Il primo girone della serie 2-2 porta con se due notizie importanti. Ci sembra doveroso aprire questo pezzo con le dichiarazioni rilasciate da Cloris in occasione dei Campionati Societari Italiani. Il proprietario della storica Cramelan infatti ha messo in piazza la sua voglia di allontanarsi pian piano dal gioco e la dimostrazione pratica di questo è arrivato proprio in questa giornata di NL, ancora una volta bigiata da Cloris. L’altra notizia è data dalla prima vittoria in serie 2 per l’ Upol Gavirate. La squadra di Jack208, la cui vittoria non è mai stata in bilico, riesce cosi a raggiungere, in classifica generale, l’Italian Vampires. Addirittura, a fine giornata, la squadra lombarda riesce a sopravanzare la compagine calabrese grazie ai 26 punti gara di vantaggio accumulati durante la stagione. Alle spalle di Jack si classifica l’ Atletica Desio, che neanche 2 mesi fa dichiarava di voler rifondare la squadra e passare in serie 3. Il processo di rifondazione invece è stato più ponderato del previsto e la squadra di Simo86 al momento sembra abbastanza certa della salvezza e i 10 punti conquistati quest’oggi vanno a confermare questa tesi. Bronzo di giornata all’ Atletica Corti e Veloci che surclassa gli inseguitori e guadagna 8 punti che gli consentono di guardare alle ultime 3 giornate con maggiore tranquillità. Il team di Niklaus infatti, dopo due passaggi a vuoto nella seconda e nella terza tappa, continua a mettere in campo valori che testimoniano il buon livello di collettivo che di certo permetterà alla squadra veneta di gareggiare anche per la prossima stagione in serie 2. Quarta di giornata la Lokomotiv Cinecittà, che vede allontanarsi la sagoma del treno dei primi in classifica. La squadra di Tsunami infatti perde 4 punti in un sol colpo dalla terza piazza e viene sopravanzato dall’ Upol Gavirate. La prossima tappa potrebbe chiarire già le dinamiche in ottica promozione dato che la Lokomotiv si ritroverà nello stesso girone sia della squadra di Jack che con Italian Vampires.

Quarto “quinto posto” in 5 giornate per Orda Anomala. Sembra esserci un blocco psicologico per la squadra di Wilko che non gli permette di andare più su di cosi. E’ probabile però che questo freno dovrà essere tolto dal manager siciliano dato il fatto che la zona retrocessione continua ad essere ad un tiro di schioppo dalla sua squadra. Chiudono mestamente il gruppo l’ Olimpia e la Società Atletica Nervesa. La squadra di Arkantos da ormai 3 giornate non riesce a tirarsi fuori dalle ultime 4 posizioni di classifica generale e ciò porterebbe il team piemontese in serie 3. Vedremo quanta sarà grande la voglia dell’ Olimpia di rimanere nel secondo livello italiano ancora per una stagione. Discorso a parte invece da fare per Kloo. La sua Società Atletica Nervesa non sembra essere in grado di alzare il tiro e probabilmente il manager abruzzese sembra già essere proiettato alla prossima annata che difficilmente lo vedrà ancora protagonista in serie 2.

Anche nel secondo girone della 2-2, un team ha provato ad arresta la corsa a pieni punti della Mens Sana. La squadra di ZioMauro infatti ha trovato sul proprio cammino un agguerritissima Italian Vampires. La lotta fra i due è stata una fra le più belle dell’intera stagione, fatta di continui sorpassi e prestazioni di alto livello. La Mens Sana, dopo una partenza in sordina grazie ai propri velocisti e mezzofondisti, si vede recuperare lo svantaggio durante le gare di fondo, marcia, salti e lanci. Le staffette hanno infine portato i 12 punti a casa di ZioMauro. Per Capitano invece arrivano 10 punti che causano la perdita della seconda posizione in classifica generale a favore, come già detto, dell’ Upol Gavirate. Di certo però l’ Italian Vampires guadagna terreno sugli inseguitori in classifica generale e le sue possibilità di passare in Serie Oro non sembrano del tutto intaccate. Un’ altra bella sfida è stata quella per il terzo e quarto posto di giornata che ha visto come protagonisti Santa Monica e l’Atletica MS. La squadra di Rukawa, dopo una serie di sorpassi e controsorpassi, è riuscita a piazzare il colpo decisivo grazie ai propri marciatori, ben più forti di quelli di Serg101one. Con gli 8 punti conquistati, Santa Monica migliora leggermente la sua situazione di classifica che adesso lo vede nono a 22 punti. L’ Atletica MS invece ha provato il colpaccio, sacrificando una buona fetta di forma media, al fine di staccare le ultime posizioni della serie 2-2. L’impresa è riuscita a metà. Di certo in Puglia arriva il miglior risultato stagionale per il buon Sergio, che però con 6 punti non riesce del tutto ad uscire dalla zona retrocessione. Sicuramente però adesso l’obiettivo sembra più tangibile. Al quinto posto finisce chi non ti aspetti. I Pasticciotti infatti ci avevano abituato a ben altri piazzamenti mentre questa domenica è arrivato il peggior posizionamento in cinque giornate. Intanto, la quinta piazza conferma il trend leggermente negativo delle ultime 3 giornate ed inoltre i soli 4 punti guadagnati ridimensionano i sogni di gloria di Shark, che butta via un set-point nella lotta alla promozione. Un’ altro team che invece non riesce ad uscire da un tunnel di risultati mediocri è la Fusoloppet. La squadra di Fabio_Cap, incassa 3 punti che non gli permetteranno di abbassare la guardia neanche un secondo in questo finale di stagione. La sua compagine infatti, al momento, sarebbe la prima a salvarsi ma intanto gli inseguitori (Sergio è uno di questi) si avvicinano sempre di più. Per Fabio però non ci sono soltanto notizie negative dato che la sua Fusoloppet può ancora contare su valori di forma media ben più che accettabili e ciò potrebbe permettergli, se lo vorrà, la salvezza. In settima piazza è la volta della Yato United i cui atleti, dopo una partenza sprint ad inizio stagione, sono ora in debito d’ossigeno. Fortunatamente per Yato però, lo sprint ha già dato i suoi frutti e la sua situazione di classifica non è di certo drammatica. Chiude il girone la Associazione Sportiva Viva l’Atletica, a cui la redazione fa nuovamente i complimenti per il secondo posto ottenuto ai Campionati Societari Nazionali. Atletica, reduce appunto da questo buonissimo risultato, ottenuto con un certo dispendio di energie, si presenta con pochissimi atleti all’appuntamento domenicale. La posizione finale non poteva che essere quella raggiunta, dato che i risultati validi per A.S. Viva l’Atletica sono stati meno di 30.

loading...