WSOP: Duhamel in trionfo

Doveva essere una finale a senso unico e così è stato: è stato il dominatore dell’intero torneo, giunto come chip leader al tavolo finale e, a parte un momento di sbandamento iniziale, sempre pronto a piazzare la giocata giusta al momento giusto.

Calma, pazienza, capacità di lettura dell’avversario e anche un po’ di fortuna: gli ingredienti che hanno permesso al canadese Jonathan Duhamel di portarsi a casa il maxi premio da 9 milioni di dollari e l’ambito braccialetto tempestato di diamanti.

loading...

Suo rivale nell’heads up finale è stato l’americano Racener, ben poco appariscente per tutto l’arco del torneo e sicuramente meno degno di altri – tra cui il nostro Candio e l’altro americano Cheong – a giocarsi il successo all’ultimo tavolo.

La finale è andata via liscia, senza colpi di scena, con Racener incapace di scalfire il gioco solido di Duhamel, forte di un bottino in chips pari a 6 volte quello del suo avversario (188mln-31mln). Qualche giro di buio rubato, qualche all in non rilanciato da Duhamel, qualche bluff poco efficace: le armi di Racener non gli hanno fruttato alcun double up e così una volta ritrovatosi cortissimo in chips è arrivato puntuale l’all in.

Ultima mano:

Duhamel prende subito l’iniziativa, forzando all’all in il proprio avversario: è un dentro-fuori e Racener ormai ridotto con soli 14mln in chips chiama.

Duhamel: A (picche) J (cuori)
Racener: K8 (quadri)

Duhamel in vantaggio su Racener, che può sperare in una coppia o nelle quadri. Difficile arrivare ad una scala.

Flop: 4 (fiori) 4 (quadri) 9 (picche)

Duhamel sempre avanti, diminuiscono le possibilità per Racener, con due sole carte ancora da voltare e pochi out da gestire: un K, un 8 o due carte di quadri.

Turn: 6 (fiori)

Racener ormai con un piede nella fossa, scompaiono le quadri dalle possibilità dell’americano: Duhamel in fibrillazione e vicino al trionfo, deve sperare che non escano nè K nè 8.

River: 5 (fiori)

Finisce qui: Duhamel mantiene il punto forte dell’asso e Racener non riesce a sovvertire il pronostico. Il main event delle parla quindi canadese, con Jonathan Duhamel e i suoi tifosi a cantare “Ole! Ole! Ole!” e ad aprire una lunga notte di festeggiamenti.

Classifica finale:

1. Jonathan Duhamel – CAN – 8.944.310$
2. John Racener – USA – 5.545.945$
3. Joseph Cheong – USA – 4.130.049$

4. Filippo Candio – ITA – 3.092.545$
5. Michael Mizrachi – USA – 2.332.992$
6. John Dolan – USA – 1.772.959$
7. Jason Senti – USA – 1.356.720$
8. Matthew Jarvis – CAN – 1.045.743$
9. Soi Nguyen – USA – 811.823$

loading...