World Series of Poker: Candio eliminato, finisce il sogno

Il sogno di Filippo Candio e di tutta l’Italia del Poker è durato lo spazio di una notte, trascorsa tra double-up, bluff, mani fortunate e chips che volavano da tutte le parti del tavolo.

Dopo le eliminazioni di – nell’ordine – Nguyen, Jarvis, Senti, Dolan e di uno dei favoriti della vigilia, “Grinder” Mizrachi, candidato anche per il premio Poker Player of the Year, al tavolo finale erano rimasti Candio, corto in chips a poco più di 20mln, John Racener, di poco superiore al cagliaritano, e il duo Duhamel-Cheong, autori di giocate al limite della perfezione lungo tutto l’arco della serata.

loading...

Ecco l’ultima mano di Filippo Candio:

John Racener dal bottone.

Candio, ultimo in chips tra i 4 rimasti, va all in e Cheong senza tentennamenti di sorta chiama e volta le carte.

A3 di fiori per Cheong, QK a quadri per Candio.

Call con kicker basso per l’asso per l’Americano, ottima mano per Candio.

Il flop distrugge subito le speranze dell’unico europeo in gara: A (cuori) 7 (quadri) 2 (picche).

Coppia d’assi floppata da Cheong, pochi out per Candio, che a questo punto può sperare nei K e nelle Q (per tentare un tris o una doppia coppia), in J e 10 per la scala e in due carte di quadri per il colore.

Esce un 5 di cuori e Candio è drowing dead, nessuna possibilità di sconfiggere la mano di Cheong, forse il migliore sinora in questa serata di grande Poker sportivo: Filippo saluta, abbraccia il rivale e se ne va con poco più di 3 milioni di dollari in tasca.

Situazione attuale: Cheong continua ad imperversare e ora è chip leader davanti a Duhamel, Racener, ultimo e molto distante dai primi due, gioca a rubare i bui in attesa della mano giusta in cui sparare l’all in da dentro-fuori.

Ultimo aggiornamento: Cheong spreca tutto! Avanti in chips rispetto a Duhamel e Racener forza la giocata andando all in con A7 contro la coppia di Q di Duhamel. Piatto record nella storia del WSOP e flop, turn e river che sorridono a Duhamel, che raddoppia e manda in crisi Cheong, con Racener in versione parassita del tavolo, che aspetta e si limita a rubare qualche buio.

Finale: Cheong eliminato da Duhamel. Dopo il “major upset” della mano sovra descritta, con la folla elettrizzata e i telecronisti in autentico visibilio, altro confronto tra Cheong, ridotto a 17mln, e Duhamel, chip leader.

All in e showing cards:
Cheong Q (picche) 10 (fiori)
Duhamel A (picche) 2 (fiori)

Flop: K (picche) 9 (fiori) 6 (fiori) – Cheong in svantaggio, può sperare in una Q, in un 10, in un J o in due carte di fiori.
Turn: 6 (cuori) – Niente più possibilità di “flush” per Cheong, cui rimangono Q e 10 per la coppia e J per la scala.
River: 7 (fiori) – Finisce la gara di Cheong, fantastico nel scalare la classifica e nel raggiungere la leadership in chips, letteralmente gettata al vento in poche e frettolose mani.

Appuntamento a lunedì sera per l’incontro finale tra Duhamel (188mln in chips) e Racener (30mln).

loading...