Rugbymania: Sanremo scivola, Werewolf chiude il campionato

Dal nostro corrispondente dal pianeta Sbillingham ()

TOP 10

È virtualmente vinto per Werewolf Team: mentre la squadra di Dark Sephirot continua la sua folle corsa, mantenendo la testa a punteggio pieno dopo tredici giornate, l’inseguitrice Sanremo Gerson’s Academy inciampa nel suo tragitto, concedendo alla capolista l’allungo per mettere definitivamente al sicuro il proprio risultato. A cinque giornate dalla fine del campionato Werewolf conduce con 13 punti di distacco dalle inseguitrici: per loro è una vittoria fuori casa 56-14, di cui fa le spese Merovingia; otto le mete messe a segno da otto giocatori diversi, tra cui Ciaran Troup, che ha spedito tra i pali anche le otto trasformazioni. Unica brutta notizia per Dark Sephirot l’infortunio in seconda linea di Aubin. Cade invece a sorpresa in casa di Wallera Sanremo, che cede alle quattro mete dei padroni di casa, concedendo una sconfitta 28-15.

loading...

Si avvicina al secondo posto Madracs Rugby, trascinato da un hat-trick del mediano Terry Kaplan a una vittoria 33-19 su Marsicanovale e a -1 da Sanremo. Partita in discussione fino all’ultimo invece tra Tappi Pitti e White Boars: a decidere è la maggior precisione al piede del calciatore di White Boars Charles-édouard Brunet, visto che la distanza tra le due squadre al fischio finale è una trasformazione (21-19). Continua infine la miseria di Artritico Brianza dopo il ritiro di Shylock: stavolta è Pontechianale a travolgere la malcapitata squadra con 85 punti senza replica. Due mete e 29 punti al piede per Radu Chiciudean, mentre Federigo Mandirola mette a segno un hat trick e Alexander Bikavs aggiunge alla sua meta due drop nei minuti iniziali.

SERIE A

Sorpasso in testa alla 2.1: Quacchio aggancia la capolista Ponente Genovese e si ritrova in vetta a pari merito a 54 punti, pur avvantaggiato nella corsa verso la promozione da una migliore differenza punti. Mentre i liguri, colpiti anche dalla tegola dell’infortunio del tallonatore Beto, cedevano il passo alla Dinamo Ierendi (full house per Bertoldo Maralago) con il risultato di 30-14, Quacchio demoliva i Lions BG 50-5, agguantando il bonus e il primato in classifica. Nessuna sorpresa nelle altre partite: Ammacca Teste, forte di una doppietta del nazionale Pasquale Buzzi, ottiene il bonus contro XV Mercenaire, battendolo 28-7, mentre Genova lascia Mbuna a zero, mettendo a segno 22 punti. Scontro aprissimo tra le ultime due in classifica, con Whisky Maschio Senza Fischio che sblocca un pareggio 14-14 con Lacedaimon solo con un calcio di punizione di Gatta al 76’.

Dimostrazione di forza della Banda del Croppo, che difende il suo primato in 2.2 travolgendo CUS Zena per 61-0, con un hat-trick di Mateo Poulain. Costretto a uscire dopo appena un quarto d’ora di gioco il numero otto dei genovesi, Andrés Seabra. Difende con i denti la sua posizione in classifica anche l’inseguitrice Amatori Katane, che sopravanza di un punto i Fife Barbarians forte del bonus ottenuto battendo la Polisportiva PadergnonePrinces 31-0, mentre i Barbarians nel secondo tempo rimontano un passivo di 12-0 contro Ciribiricoccola, chiudendo definitivamente la pratica a recupero inoltrato, con il risultato di 21-12. Aggancio in zona retrocessione, Mastrolindo deve arrendersi sul 27-19 contro Bobatravel (che, complice lo stop di Ciribiricoccola, riconquista il quarto posto in classifica) e si fa agguantare da Paules, vittoriosa 55-0 su Pasto Rugby Team.

Vittoria sudata per Montepiano Rugby, che mantiene la vetta della 2.3 dopo aver battuto King Kirk Sanremo Rugby Team in un finale al cardiopalma. Eroi della giornata sono il nazionale Cesare Lovotti e Pio Giuffrè: il primo mette a segno all’80’ la meta del pareggio, mentre il secondo suggella una vittoria 21-19 mettendo tra i pali la trasformazione. Non mollano la presa i Firenze Giants, che battono 27-8 i Dioscuri Lamezia, colpiti dall’infortunio del centro Tubolino. Lorien XV Leoni perde una posizione, dopo la sconfitta 24-3 dalle mani di RC Alibi, mentre un full-house di Cameron Normand degli Eroi Bianco-Verdi condanna Giandolmen2 a una sconfitta 31-17. A segno in tutti e quattro i modi anche Mark Long, mattatore de L’Aquila con due mete e 22 punti al piede nella vittoria 47-14 contro Balla coi Gufi SSR, fanalino di coda ancora bloccato a zero punti in classifica.

loading...

Comments

comments

Facebook