Hattrick serie A. Sweetness espugna Pennywise

HATTRICK STAGIONE 42 – 1ª GIORNATA

Tre vittorie e un pareggio alla prima giornata di serie A. I campioni partono alla grande. Le matricole meno.

loading...

Orda Balorda U – Strong Ale! 4 – 0 Come ha terminato, riparte. Ormai abbonato al 4-0 i campioni fanno un sol boccone di querlla che l’anno scorso è stata la loro maggior rivale. È comunque interessante notare come anche la squadra pèiù forte d’Italia abbia paurosamente risentito delle riduzioni del nuovo motore, soprattutto a centrocampo, fiaccato comunque da un probabilissimo Pic. Grande invece la difesa. Zio Pey… Astrax pardon, da rivedere. L’impressione è che abbia proprio rinunciato a giocarsela.

Dragon’s Eye – spartanna 0 – 0 Impresa di Spartanna, che con un considerevole apporto della buona sorte riesce incomprensibilmente a bloccare sullo 0-0 i Dragoni. La grandissima difesa dei padroni di casa non lascia passare uno spillo, ma sarebbe bastato poco per segnare un gol. Nonostrante il mezzo falso vediamo Alerish tra i protagonisti della nuova stagione. Spartanna parte piano come sempre. Rivedibile, anche se con un punto insperato in saccoccia.

Hammer Team – f.c. purplehaz 4 – 2 La sfida delle neopromosse si gioca con centrocampi bassissimi e vede la vittoria dei padroni di casa in virtù di maggior consistenza in attacco (sulla fascia) e difesa, sia pur di poco. Alla fine un risultato invertito non sarebbe stato uno scandalo, ma è andata male ad Anto. Il problema è che entrambe le squadre dovranno cambiare qualcosa o rinforzarsi decisamente per giocare una stagione sopra la linea spareggio/retrocessione, soprattutto i Martelli.

Pennywise FC – Sweetness 2 – 3 Capolavoro di Stewiggle, che piazza un bel contropiede compiendo l’impresa sul campo del neopromosso (ma vecchio volpone) Pennywise. Come sempre in questi casi ci vuole la dovuta dose di fortuna, ma Sweetness l’ha comunque giocata benissimo, con due fasce d’attacco imperiali. Penny ha comunque una buona squadra, che con un po’ più di nuona sorte potrebbe salvarsi senza problemi, o comunque tenere a dovuta distanza gli ultimi due posti.

A

I marcatori

marcatori

loading...

Comments

comments

Facebook