Come guadagnare a poker online. Il glossario

Con l’aiuto di Wikipedia vi riproponiamo una selezione dei termini principali del del Texas Hold’em e del in generale; essenziale per acquisire padronanza nel gioco e arrivare a vincere e guadagnare soldi.

Trovate tutti i nostri articoli su qui.

loading...

Il glossario definitivo del poker

All-in

Giocare in una mano tutte le chips rimanenti. Per i giocatori rimanenti si crea un side pot (vedi).

Aggressive

Si dice di un giocatore che raramente vede (call), preferendo rilanciare.

Air

Letteralmente “aria“: termine che indica il non avere alcun punto in mano.

American Airlines

La mano Asso-Asso. Detta anche “pocket rockets”.

Anna Kournikova

La mano Asso-Kappa: appunto le iniziali della tennista Anna Kournikova. Detta anche big slick.

Add-on

La possibilità di acquistare chips durante alcuni tornei, indipendentemente dalla disponibilità di chips che ogni giocatore possiede.

Bankroll

I soldi a disposizione di un giocatore.

Bad beat

Termine usato per indicare una mano molto forte che perde in una maniera statisticamente improbabile.

Belly buster

Progetto di scala ad incastro. Vedi: gutshot. Definito anche come inside straight draw

Bicycle o Bike

Scala Asso – cinque

Big Blind

Il buio più alto. Si mette nel piatto prima della distribuzione. Lo punta il giocatore due posti a sinistra del dealer.

Blind

Puntata obbligatoria da mettere nel piatto prima della distribuzione.

Blocking bet

Tipo di puntata molto bassa, effettuata da un giocatore fuori posizione, effettuata con il fine di anticipare e bloccare una puntata presumibilmente molto più alta di un avversario.

Bluff

Fingere una mano migliore di quella effettivamente posseduta.

Boat

Nome gergale per il full.

Board

Le carte in comune, utilizzabili da tutti i giocatori. Dette anche community cards (vedi). Per estensione, anche la superficie sulla quale le community cards vengono disposte.

Bounty

Opzione presente in alcuni tornei, che garantisce una somma di denaro a chi elimina un determinato giocatore.

Bolla / Bubble

In un torneo: posizione del primo giocatore fuori dai premi. Ad esempio se in un torneo sono previsti premi per i primi dieci giocatori l’undicesima posizione è “the bubble”. L’espressione “to be on the bubble” indica proprio la situazione in cui il numero dei giocatori rimasti in gara è pari al numero dei premi più uno. In italiano si dice anche finire in bolla.

Button

Il dischetto di plastica che indica la posizione del dealer (vedi).

Buy-in

La somma di denaro da versare per prendere parte ad un torneo.

Call

Vedere una puntata.

Calling station

Giocatore passivo che gioca esclusivamente in call, senza rilanciare o foldare.

Check

Cip, ossia restare in gioco senza rilanciare.

Check-Out

Passare (fare fold) anche quando si potrebbe fare check.

Check-Raise

Fare check e poi, sul rilancio dell’avversario, controrilanciare. È un “virtuosismo”, atto a far sbilanciare prima l’avversario, e solitamente indica un buon punto in mano.

Chicken

Giocatore che si spaventa facilmente per i rilanci degli avversari. Anche se la traduzione letterale è “pollo”, il termine non significa “giocatore scarso, debole”.

Coldcall

Si ha un coldcall quando, dopo il flop, un giocatore decide di chiamare il raise di un avversario, effettuato successivamente ad un proprio call. Si differenzia dal flatcall (vedi), il quale avviene dopo una sola azione prima del call.

Colore

Un colore è composto da cinque carte di uno stesso seme. È diverso dalla scala colore perché si può comporre anche con carte di diverso valore non consecutive.

Committed

Si definisce così un giocatore ormai costretto ad effettuare un call, poiché il rapporto tra ciò che ha investito nella puntata fino a quel momento e ciò che ancora gli resta è sproporzionato.

Community Cards

Le carte in comune, utilizzabili da tutti i giocatori.

Continuation bet

La giocata effettuata dopo il flop, anche senza aver legato il punto, da un giocatore che aveva precedentemente effettuato un raise preflop.

Cowboys

La mano Kappa-Kappa.

Cut-off

Posizione al tavolo immediatamente alla destra del button (dealer), quindi penultimo a parlare.

Dead Man’s Hand

Letterlamente “Mano dell’uomo morto”. Così è soprannominata la mano Asso-Otto. Questo nome è dovuto al fatto che il celebre pistolero Wild Bill Hickok avesse una doppia coppia di assi e otto in mano quando fu ucciso nel 1876.

Dealer

Il mazziere.

Dealer’s Position

Colui che si trova nella posizione del mazziere, anche se non distribuisce effettivamente le carte, compito che spetta ad un dealer esterno alla partita. Dopo il flop il giocatore in dealer’s position parla per ultimo.

Double barrell

La continuation bet effettuata anche al turn.

Draw

È il progetto, cioè quando ancora non sia è chiuso il punto ma sono ancora necessarie una o più carte.

Drawing dead

La situazione di un giocatore che non ha più probabilità di battere il punto dell’avversario.

Early Position

Posizione di chi deve parlare tra i primi nel giro di puntate. Rappresenta uno svantaggio.

Family pot

Piatto (pot) al quale prendono parte quasi tutti i componenti del tavolo.

Fixed Limit

Variante del Texas Hold’em nella quale le puntate sono bloccate, così pure gli eventuali rilanci che possono essere solo 3 per round di scommessa, tranne quando sono rimasti al tavolo solo due persone. Spesso è usato anche il solo termine limit.

Fish

Un giocatore scarso, debole. È l’equivalente dell’italiano “pollo”.

Flop

Le prime tre community cards poste sul tavolo.

Flatcall

È la chiamata fatta da un giocatore dopo il flop, in seguita ad un’unica azione da parte dell’avversario. Ad esempio: quando un giocatore fa un bet dopo il flop, ed un altro giocatore fa semplicemente call, quest’ultimo effettua una flatcall.

Flush

Colore.

Flush draw

Il progetto di colore.

Fold

Passare.

Four of a kind

Quattro carte identiche, cioè un poker. Anche detto Quads.

Gutshot straight

Il progetto di scala ad incastro per il quale restano solo quattro carte.

Heads up

Scontro testa a testa (uno contro uno).

Hijack

Posizione al tavolo alla destra del cut-off

Kicker

In tutte le mani che prevedono un punto costituito da 2, 3 o 4 carte (quindi coppia, doppia coppia, tris, poker), è la carta che, in caso di mano pareggiata decide il piatto, che va al giocatore con la carta più alta in mano.

Late Position

Posizione di chi deve parlare tra gli ultimi nel giro di puntate. Rappresenta un vantaggio.

Limp

Limpare equivale a fare solamente call preflop.

Long Shot

Vincere una mano a dispetto di scarse probabilità iniziali.

Loose

Particolare tipo di giocatore che ha la tendenza a giocare molte piatti preflop. È il contrario del giocatore tight (vedi). Tale distinzione si basa esclusivamente sul gioco preflop.

Middle Pair

La coppia realizzata con una delle proprie carte e la seconda carta dal valore più alto uscita al flop.

Middle Position

Trovarsi tra la Early e la Late Position (vedi)

Muck

Quando, in seguito allo showdown (vedi) di un avversario che mostra carte migliori, non si mostrano le proprie.

No limit

Tipo di gioco nel quale non sono fissati limiti alle puntate.

Nuts

La miglior mano ottenibile in rapporto alle community cards già uscite.

Odds

Il rapporto tra la probabilità a favore e quella contro l’ottenimento di un punto ritenuto vincente. Il loro calcolo è fondamentale per decidere l’entità delle puntate.

Offsuited

Sono due carte in mano di seme diverso. Esempio: 8♣, 3♦

Outs

Il numero di carte rimaste nel mazzo che possono migliorare la mano.

Overbet

Puntata di valore più alto in modo sproporzionato rispetto al piatto

Overcard

Carta del valore superiore rispetto a quelle sul board.

Overpair

Coppia del valore superiore rispetto a tutte le carte presenti sul board.

Passive

Tipo di giocatore che raramente punta per primo, preferendo limitarsi al call. Opposto al giocatore aggressive

Pocket cards

Le due carte personali di ogni giocatore.

Pot

Il piatto.

Pot Odds

Rapporto tra il denaro nel piatto e la somma da chiamare per rimanere in gioco. Esempio: se su un piatto da 500$ viene fatto un rilancio di 100$ le pot odds sono pari a 100/500=1/5.

Pre-Flop

Fase di gioco tra la distribuzione delle carte e la scopertura del flop.

Re-raise

Controrilanciare sul rilancio di un avversario.

River

La quinta e ultima community card.

Runner

Quando un giocatore trova, a dispetto delle probabilità, una carta che gli permette di chiudere il punto.

Runner Runner

Quando un giocatore trova, a dispetto delle probabilità, due carte che gli permettono di chiudere il punto.

Sandbagging

Letteralmente, “mettere sabbia nella borsa“. Avere un buon punto ma non rilanciare per tenere più giocatori possibile nel piatto ed eventualmente provocare bluffs.

Set

Così è definito il tris ottenuto grazie alla propria pocket pair e ad una carta sul board.

Short stack

Giocatore con uno stack di molto inferiore rispetto alla media delle chips degli avversari.

Showdown

Fase dopo tutte le puntate nella quale i giocatori mostrano il proprio punto.

Side Pot

L’insieme delle puntate di una mano successive all’all-in di uno o più giocatori.

Sit’n’Go Tournament

Tipo di torneo che inizia quando viene raggiunto un numero prestabilito di giocatori. A volte abbreviato in SNG.

Slow Playing

Con un punto forte in mano, ingannare gli avversari, non rilanciando in maniera eccessiva per tenere più giocatori possibile nella mano.

Small Blind

Il più piccolo dei due bui (blinds) messi nel pre-flop. Lo punta il giocatore all’immediata sinistra del dealer.

Split Pot

Piatto diviso tra due punti equivalenti.

Squeez

Puntata molto alta, con il fine di far foldare gli avversari, di un giocatore generalmente ultimo a parlare, dopo un raise e un call di due avversari.

Straddle

Lo straddle è un azione tipica del “cash game” per la quale il giocatore “under the gun” prima di vedere le carte raddoppia il grande buio.Avrà poi la possibilità di parlare per ultimo,a carte viste.

Suck Out

Vincere una mano nonostante le basse probabilità al flop.

Suited

Due pocket cards dello stesso seme.

Tell

Indizio di un altro giocatore che permette di intuirne le carte. Può esser un movimento inconsulto, l’intonazione della voce, l’espressione del viso o altro.

Tight

Giocatore che seleziona accuratamente preflop le mani da giocare e fa fold facilmente. Opposto a loose.

Top Pair

Indica sia la coppia realizzata con una delle proprie carte e la carta dal valore più alto uscita al flop, sia quella realizzata con una delle proprie carte e tutte e cinque le community cards.

Trips

Tris ottenuto grazie ad una delle carte in mano e due identiche sul board.

Turn

La quarta community card scoperta.

Under the Gun

Abbreviato spesso in U.T.G., è il giocatore seduto subito dopo il grande buio (cioè alla sua sinistra). In quanto tale, è il primo giocatore a parlare ad inizio mano.

Value bet

Puntata effettuata da un giocatore che ritiene di avere un’ottima mano con il fine di farsi pagare il valore della stessa.

loading...

Comments

comments

Facebook