Mondiali Juniores agrodolci per l’Italia

Ieri, 29 settembre  si sono svolti i World Junior Championships nel “Parco Meda” di Atletico Panzetta: nello stadio di Dampyr72 purtroppo non c’è una condizione atmosferica perfetta, bisogna accontentarsi di un “nuvoloso” non ottimale per le prestazioni; tuttavia non ci si può lamentare dato che il giorno prima della manifestazione le previsioni erano per un tempo coperto.

Ci eravamo lasciati due stagioni fa con un medagliere per atleta decisamente diverso da quel che è stato in questa edizione, che ha segnato una pesante debacle per l’Italia “agonistica”:

loading...

1° Italia 17-12-8 (37 medaglie complessive)

2° Brasile 5-1-1 (7)

3° Germania 4-4-6 (14)

4° Portogallo 3-3-5 (11)

5° Spagna 3-2-7 (12)

Ecco le prime posizioni nella classifica per nazionalità dell’atleta dei mondiali di questa stagione:

1° Spagna 11-6-8 (25)

2° Germania 7-2-3 (12)

3° Italia 5-12-5 (22)

4° Polonia 5-4-4 (13)

5° Portogallo 3-1-4 (8)

La Spagna ha quindi saputo rialzarsi rispetto alla scorsa edizione dei mondiali, molto bene la Polonia che entra nella top five a conferma di una crescita di in questa nazione. Per quanto riguarda l’Italia come già detto è stata una edizione non positiva, siamo passati dal primo al terzo posto nel medagliere per atleta, da 17 ori a 5, da 37 medaglie a 22.

Ma come è andata per i manager italiani? In esclusiva GameFox pubblica la graduatoria delle prime cinque posizioni in assoluto a livello di società!

ASC Sprint AUST 3

3
San Varano ITA 2 6 1 9
LAC Schilling-Herrenberg GER 2 1 1 4
Sprinterteam ITA 2 1 1 4
Kenfir SPA 2 1
3

La migliore società in assoluto è quindi risultata essere la ASC Sprint di ASC Sprinter, utente che milita nella serie Oro austriaca; la migliore società italiana è stata San Varano di Dj Raba, seconda nella graduatoria complessiva, ma decisamente prima se considerassimo un medagliere che ordini le società per il n°di medaglie conquistate. Dj Raba ha rappresentato la migliore realtà nel panorama internazionale per quantità e qualità: oltre ai medagliati ci sono molti altri atleti di grandi prospettive che hanno ottenuto buoni piazzamenti.

Ma il medagliere per nazioni, che non considera la nazionalità dell’atleta, ma quella del manager come ci vede collocati? Rivediamo prima come era andata due stagioni fa:

1° Italia 18-18-13 (49)

2° Germania 5-5-8 (18)

3° Brasile 5-1-0 (6)

4° Spagna 4-2-5 (11)

5° Portogallo 3-1-5 (9)

Di seguito la classifica della stagione 24:

1° Italia 11-24-14 (49)

2°Germania 9-2-3 (14)

3°Spagna 8-3-7 (18)

4° Polonia 3-3-1 (7)

5° Portogallo 3-1-5 (9)

Questa classifica dimostra che i manager italiani sono ancora i migliori, anzi hanno saputo affrontare la carenza di talenti italiani, che si sa dipendono solo dalla fortuna di una pescata, andando a comprare talenti esteri. Arriva una sostanziale conferma della Germania e viene confermata anche da questa classifica una crescita della Spagna e della Polonia.

Sono ventinove le società italiane che hanno conquistato una medaglia a questi WJC:

San Varano ITA 2 6 1 9
Sprinterteam ITA 2 1 1 4
Atletica Corti e Veloci ITA 2 2
GP Flucc ITA 1 1 2
Mens Sana ITA 1 1 2
Consentia ITA 1 1
I Baccani ITA 1 1
Vicenza ITA 1 1
Atletica Raccon ITA 3 3
Unione Sportiva Fermana ITA 1 4 5
Drago Rosso ITA 1 1
Atletica i Bannati ITA 1 1
Atletica Modica ITA 1 1
AC Colacis 2007 ITA 1 1
ASD Rubale ITA 1 1
The Wanderers ITA 1 1
Dinamo Peppest ITA 1 1
Forgionese ITA 1 1
Atletica Capdevila ITA 1 1
sugosport ITA 1 1
Aspes ITA 1 1
Us Atletica Vedano ITA 1 1
real-time ITA 1 1
Snails ITA 1 1
Cramelan ITA 1 1
Sant’Angelo Team ITA 1 1
Atletica Alessandria ITA 1 1
predator17 ITA 1 1
Arretium Atletica ITA 1 1

Nonostante le condizioni atmosferiche non ottimali sono caduti alcuni World Junior Records.

Uomini.

Nei 5000 metri è l’estone Aigar Ots di”Reinhard a fermare i cronometri in 15.38.30: il precedente record stabilito da Canu Mugur di Rockers United durava da quasi un anno (15.50.65).

Nei 10000 metri è il francese Sebastien Dupin di Uglo a siglare il nuovo wr in 36.32.01; migliorato di oltre quattro secondi il record di Patricio Peixe di Villar D’Ouro (36.36.15).

Nella marcia 10 km è l’italiano Gavazza Ezio di Atletica Corti e Veloci (55.01.73) ad abbattere il record di un altro italiano, Caslini Livio della società ASD Rubale ( 55.41.87) che era stato stabilito nella scorsa edizione dei WJC.

Donne.

Nei 40ohs è l’austriaca Metz Maria prodotto del vivaio di ASC Sprint a fare il record del mondo polverizzando di oltre mezzo secondo il record precedente della Vapsik Eva all’epoca di Sisport Fiat (Wurzino). Questo record è particolarmente significativo dato che la Vapsik resisteva da quasi un anno e mezzo.

Nella maratona femminile la tedesca Gothe Martina di LAC Schilling-Herrenberg fa segnare la migliore prestazione di sempre in 2.44.04.02 battendo così la polacca Witos Ewelina di ULKS GRYF Rytwiany che negli scorsi mondiali jr aveva fermato i cronometri in 2.45.26.89.

La nuova primatista del martello è invece polacca: la Piekarska Sandra (42.17) di Haitun migliora di sei centimetri il record della Baekelandt Nele (al tempo di Atletico Soleo). Il record della Baekelandt cade dopo oltre due anni!

Complimenti a tutti i protagonisti di questi mondiali junior! La prossima stagione saranno di scena i primi Continentali Juniores, per i mondiali ci sentiremo fra due stagioni!

loading...

Comments

comments

Facebook