Serie 2: Lucchirpool e Trionfo Ligure in Oro

2 societa’ sono gia’ partite per la serie che conta. Altre due le raggiungeranno a breve. 3 societa’ sono gia’ in terza serie. Si aprono le porte dell’ultima giornata con qualche lecito dubbio ancora. Forse a sorpresa. Sta per arrivare il treno della cadetteria. Andiamo ad osservare la penultima giornata.

Serie 2.1

loading...

La penultima zampata e’ quella del leone ferito. Fenice rattrappisce le velleita’ avversarie e vince. La vendetta fredda dell’ex nebulosa della Oro. L’atteggiamento e’ inutilmente importante: ma Malix sa ben figurare anche nei concorsi, ed e’ un segnale di riscossa. Un poker di pedine giuste e potrebbe dire la sua gia’ dalla prossima stagione. Che sorpresa l’argento: A.S. Rapido va’ a prendersi una fetta di salvezza togliendosi dalle sabbie mobili e guadagnando 5 punti sulla coppia pericolante. Arlem si salvera’, ha una buona forma media ed atleti giovani, con mezzofondo, staffette e concorsisti da migliorare per non patire ancora. Trionfo Ligure e Lucchirpool: la storia di un dominio lungo 6 giornate. I due contendenti si accontentano, rispettivamente, del terzo e quinto posto di giornata, ma il vantaggio sul terzo e’ di 17 punti: e’ Oro matematica. Meritatissima, ora Theodor potra’ avere persino ambizioni di alta classifica (con qualche perplessita’ sui lanci), Rlucchi sara’ nel gruppone e vedremo che fara’. Non sara’ semplice per lui restare in Oro, ma l’eta’ media e’ incoraggiante e se per caso riempie i buchi in marcia e lanci… Complimenti ad entrambi per una promozione cercata e trovata senza grandissimi sforzi. Nel loro sandwich si nasconde Libertas Udine: l’orgoglio finale di Cece non e’ bastato per evitare una meritata retrocessione. E l’inizio di una probabile rifondazione: 26 anni abbondanti di media sono decisamente troppi. Colpa dello stadio, che non porta guadagni. Genoa Athletic Club si riposa, e forse sbaglia: la giornata non era proibitiva, ma la forma media, decisamente insufficiente, sta massacrando le sue speranze di salvezza. E’ quart’ultimo, suo malgrado e’ favorito per scendere. Manca troppo nel fondo e nel mezzofondo, troppo nei concorsi: da terza serie, purtroppo per Grifone, e nemmeno alta. S.S. Crotone, sordido, quasi non partecipa: a salvezza ottenuta aveva dichiarato di non voler tirare piu’. E mantiene le promesse. Attenzione perche’ Crotone si sta rilanciando nuovo di zecca, con giovani atleti di qualita’. L’anno prossimo potrebbe essere il suo. Non partecipa Sant’Angelo Team, praticamente gia’ retrocesso dalla prima giornata: rifondazione accennata e addio totale alla NL. Potrebbe non fermarsi qui la caduta.

E stavolta vince lui. 4pini, terza forza della 2.1, impone la sua legge ferrea. L’anno prossimo dovrebbe essere il suo, con quella splendida batteria di velocisti, con quei concorsisti di livello ormai assodato, con quelle ottime staffette. Manca profondita’ in salti e lanci. Con quello, Alfio puo’ prendere il brevetto. Puffolandia, seconda, graffia sensibilmente la classifica, si tira fuori dalla melma e prenota una salvezza molto meno complicata dello scorso anno. Brava Silvia, con lanci e mezzofondo da migliorare si sta stabili qui. La Valle del Lura quasi completa il suo percorso da una salvezza non facilmente pronosticabile: Edo dovra’ lavorare nel far salire la deficitaria forma e nel completare in qualita’ la squadra, specialmente tra i velocisti. C’e’ tempo, ma se non si sbriga potrebbe gia’ avere difficolta’ insormontabili il prossimo anno. Campidoglio Palatino impatta con Desmothlon: se i primi non forzano diventando aritmeticamente salvi, Sorbellini puo’ festeggiare l’aggancio alla speranza. Ad ora sarebbe salvo, la forma dice lui, noi anche. Una buona ultima giornata dovrebbe porlo al riparo da Grifone. Ma per rimanere qui ancora serve una ulteriore crescita, attraverso il mercato. Ringiovanire e migliorare: pare facile a dirsi ma… BeyondTheLimit, penultimo, saluta la seconda serie senza colpo ferire: Shapeless si e’ rifatto completamente il maquillage, e non si salvera’ nemmeno in terza. Ma il progetto e’ interessante: sta ripartendo da 14 e 15enni. Ai suoi fianchi, A.U. Malignani e Atletica Modica passeggiano nelle lande della seconda: impegno minimo, ma scarse anche le possibilita’ di venire risucchiati nella lotta per non retrocedere. Ripartiranno da qui, con Checo che dovra’ decidere che farne della propria vita maxithloniana (punta alla promozione?) e Orcomeno in fase di crescita costante. Per rimanere una delle squadre piu’ futuribili di tutta la seconda.

Serie 2.2

Stranamente, vince Paolino Paperino. Troppo forte per tutti gli altri Esise, ma non puo’ ancora festeggiare: e’ costata cara la “vacanza” di settimana scorsa. Competitivo ovunque (ma eccelso da nessuna parte), fara’ benissimo anche in Oro: la promozione e’ solo rimandata. Upol Gavirate e’ sinonimo di costanza: risultati sempre tra secondo e quarto posto in NL. Jack ha una eta’ media non avanzata, ma deve migliorare davvero in tanti settori, a partire dai salti. La base c’e’ ed e’ solida, bastano pochi innesti per il salto di qualita’. Lokomotiv Cinecitta’ non ha ambizione da Oro, ma tiene comunque sulla graticola i primi due: le tante punte di Tsu fanno male anche a basso, volendo puo’ essere il protagonista della prossima stagione. Sempre che aggiunga profondita’ alla rosa. Fusoloppet, ormai in vacanza, si frappone tra i due litiganti, ed e’ Santa Monica a battere di schianto Atletica FVG. Rukawa si salvera’ e Rambler si lascera’ retrocedere: succede anche questo qui. Il secondo, imbottita la squadra di master e juniores, non sappiamo dove ripartira’. Probabilmente la squadra non interessa piu’: contano gli allori individuali. Li’ Rambler e’ un maestro. Rukawa deve rifondare: se non lo fara’ sara’ davvero il suo ultimo anno di seconda. E poi dovra’ intervenire pesantemente. Fabio, quarto di giornata, si gode i suoi giovani e per lui vale il discorso di Orcomeno: il futuro e’ suo. Guardate l’impegno, guardate l’eta’, guardate le prestazione e spaventatevi. Atletica Corti e Veloci e olimpia: nulla da dare. La salvezza e’ gia’ cosa fatta, Arkantos ha la maturita’ per provare il colpo in stagione 25, Niklaus deve avere la stessa costanza di Fabio per tirar su i giovani.

Altra vittoria annunciata dell’altro favorito a salire. Sugosport vince non con assoluta semplicita’, ma pone forse l’ultimo vero mattone per salire in Oro. Rosa di qualita’ ma cortissima che per la Oro potrebbe non bastare: fondo e mezzofondo sono una chimera. Sugo sembra il meno pronto dei (probabili) promossi. Atletica Desio, Cramelan, Italian Vampires e Mens Sana: nulla da dire sulla loro prestazione, generosa ed inutile perche’ vuota di ogni obiettivo di classifica. Andiamo pero’ con ordine: Simo manca del mazzofondo (che pero’ crescera’) e dei concorsi, Cloris sa che, se volesse, le porte della Oro si aprirebbero all’istante, Capitano ha un grosso problemi nei concorsi, che hanno minato la sua resistenza nella serie che conta. ZioMauro, invece, e’ il caso piu’ interessante. 21 anni e mezzo di eta’ media, gia’ competitivo nella gare di corsa, deve mettere solo dei buoni concorsi in cascina. E’ gia’ salvo, un consiglio e’ prendere un paio di elementi d’esperienza nelle piu’ deboli specialita’. Anche lui e’ una grande promessa piu’ silenziosa degli altri compagni. Quindi piu’ pericolosa. Chiudono Walalla, bislip e Pro Voyeurs: paradossalmente nessuno e’ retrocesso matematicamente, ma lo faranno la prossima giornata. Il trentino Walalla non ha posto resistenza: troppo povera di qualita’ la sua rosa, e’ giusta per la terza serie. Discorso simile per Bislipur e JDT (ormai da settimane dedicato ai meeting): giusto, come han fatto, ringiovanire, troppo presto la seconda per loro. Li rivedremo probabilmente tutti e tre qui. Ma qualche stagione dovremo attenderla.

loading...

Comments

comments

Facebook