Seconda Giornata Serie 2: Smallino balla; Arretium prepotente!

Ecco il resoconto di Umibozu sulla Seconda Serie!!

Giornata due, e I verdetti in entrambe le serie paiono gia’ palesi. La Oro profuma, odora di successo e nessuno si risparmia. Veniamo alla cronaca puntuale, e vedremo come qualche passo in piu’ verso la chiarezza, pare essersi gia’ manifestato.

Serie 2.1

loading...

E alla fine anche Smallino lo dichiaro’. E’ di poche ore dopo la NL il suo comunicato che dirama intenzioni decise: non puntavamo alla serie Oro, ma ormai siamo in ballo. E danziamo. E come si muove questa Small Track & Field! Senza una dozzina di titolari, tirando solo con le seconde linee, soggioga prepotentemente ogni avversario, schiacciando di 25 punti le resistenze della seconda di giornata, quei Pasticciotti avanti solo fino al mezzofondo. Ma grande merito allo “Squalo” per dare adito ad una sfida che per la promozione lo vede protagonista in atto, pronto a sfruttare ogni alito di vento favorevole. Per un attimo pero’ quella seconda posizione ha tremato, con il recupero di Campidoglio Palatino nei concorsi, rincorsa che si ferma a meta’, a soli 4 punti dall’argento. Grande prestazione dei “boys” di Gianpino, che sono una delle piu’ belle realta’ di questa serie. Silviabrero non accelera, e riesce a strappare per soli 3 punti un prezioso quarto posto che proietta i “Puffi” in mezzo alla classifica, senza alcun rischio per una eventuale retrocessione (ricordiamo che i posti sembrano gia’ assegnati). Killhope esce vincitore da questa giornata: la salvezza pare cosa ormai acquisita, onore e merito ai ragazzi di Mhestl per la prestazione davvero sopra le righe. Delude Buia Marathon di Teresa, ma il freno a mano tirato pare palese visto il recupero nei concorsi, dove l’atteggiamento conta molto meno. Ringhio e Willem chiudono le fila, distantissimi dalle posizioni che contano, e dai luccichii del tempo che fu: la terza serie pare ormai una formalita’, ma ricominciare da li’ potra far splendere il futuro a dispetto delle tenebre attuali.

Secondo girone, grande sorpresa. La Fenice non solo risorge dalla ceneri, ma spicca un salto alato di dimensioni davvero dorate. Malix non ha mai nascosto le sue ambizioni di salire al piano di sopra, e questo pare proprio l’anno idoneo: 22 punti dopo due giornate, in scia a Small in compagnia dei Pasticciotti. Sono i salti a decidere la contesa: 14 punti sull’antagonista di giornata, Lucchirpool, che prova a recuperare nelle staffette, ma il divario era troppo grande. Non ce lo aspettavamo: credevamo nel riscatto di Rlucchi dopo la non entusiasmante prima giornata, ed invece… Ma l’idea che lottera’ fino in fondo e’ piu’ che un pensiero. Malignani continua a sorprendere per risultati e continuita’: Checo strappa il bronzo, tirando il giusto, e confermando i buoni risultati di una settimana fa. Alfioduca non fa certo appassire i suoi 4pini ma le premesse della vigilia erano piu’ alte: presumibilmente si sta risparmiando, e, a quanto pare, a ragione. La salvezza anche qui e’ una formalita’, come per Yato United, accreditato di tanti pronostici della vigilia, e in realta’ e’ il primo dei salvi e presumibilmente rimarra’ tale fino alla fine: la dodicesima posizione non e’ la sua, ma gli obiettivi da perseguire, evidentemente, restano altri. In fondo altre due compagini in viaggio verso la serie tre: i rinnovati Atletica Audaces e Crotone regalano emozioni solo per scoprire chi non finisce ultimo. La prima la spunta grazie alla forza in concorsi e staffette: l’anno prossimo, con una serie di ritardo e minori pressioni, riusciranno sicuramente a delineare meglio il loro habitat.

Serie 2.2

L’avevamo detto. Arretium Atletica e’ una potenza, e l’ha pienamente dimostrato nella sfida tra le due prime della classe, surclassando le resistenza di Pellethinaikos con un dominio diffuso seppur mai molto deciso. 13 punti non sono lo specchio del divario: qualcosa in piu’ potrebbe esserci. La Oro, per la compagine di Gappo, pare essere piu’ che un pensiero. Umibozu si lecca le ferite, scosso da questo ridimensionamento di prestazioni: fino all’ultimo il divario con sugosport, poi terza, e’ stato fonte di continui rimbalzi, ma la squalifica finale della 4X400 femminile di quest’ultimo ne ha sancito la resa. Che peccato per sugo: gli arrivi al fotofinish sono ora due, ed entrambi persi. La Oro ormai e’ poco piu’ che una chimera. Olimpia, dopo l’exploit della prima giornata, mantiene la calma ed una posizione di centroclassifica, per una salvezza che non appare mai in discussione, cosi’ come per A.S. Spartana, societa’ di livello che pare non avere interesse alcuno nella NL se non il mantenimento della serie. 3 punti piu’ sotto e’ Sabami a suonare la carica: la salvezza sembra molto lontana, e le due sconfitte in dirittura d’arrivo peseranno come macigni a fine stagione. Peccato, ma la serie 3 pare cosi’ vicina… Ed ancora di piu’ lo e’ per Adige Buon Pastore: mai in gara, Perantibus aveva pronosticato una stagione difficile: cosi’ pare quasi diventare un incubo…

Cus Torino rima con spettacolo. Nel girone 2 avvincente testa a testa con Santa Monica fino all’ultima staffetta dove avviene il sorpasso decisivo. Dopo 47 gare, infatti, le due societa’ erano ancora appaiate! Steone, per questioni di esperienza, ha forma media bassissima, facendo gareggiare i propri atleti piu’ volte a settimana. In caso contrario, sarebbe l’assoluto dominatore di questa serie. Persino cosi’, pero’, si proietta al secondo posto al pari con Pellethinaikos, il che vuol dire che qualche pensiero al piano di sopra comincia ad arrivare. Grande Rukawa, ma l’avevamo pronosticato: non presente la prima giornata, la seconda ha tirato e quasi ci scappava la vittoria. Non e’ piu’ una novita’ il suo atteggiamento, dato che, come squadra, merita ampiamente questa serie. Paolino Paperino prende il bronzo di giornata, senza quasi accorgersene: giornata media, con un buono slot di velocisti e mezzofondisti, ma poi la fiammella va’ progressivamente a spegnersi: c’entrano qualcosa gli individuali di mercoledi’? A seguire la sempre ottima Atletica Desio, che divide il centro classifica con Lokomotiv Cinecitta’: giornata di transizione che consente loro di stabilizzarsi in mezzo alla serie. San Varano ormai e’ d’abitudine: tira poco e niente, rimane primo dei salvi, e fa capire, una volta in piu’, che la NL non e’ tra i suoi pensieri. Come anche per Jw_Jedi’sCpTeam: dopo l’exploit della prima giornata, punta a non sprecare atleti e forma, e chiude ultimo ma decisamente in linea per rimanere qui un’altra stagione almeno.

Piccola postilla per domenica: tutti i riflettori saranno in casa Adige Buon Pastore: si scontrano le tre prime della classe. Scommettiamo che ci divertiremo?

loading...

Comments

comments

Facebook