Serie 2: che bagarre per evitare la retrocessione

Siamo al terz’ultimo giro della corsa. Per andare lassu’, qualcosa sembra definito, altro pare riaprirsi all’improvviso. Per evitare il tracollo tutto si riapre, tutto si decide al fotofinish, tutto e’ spettacolo. Ecco che le porte si riaprono: la luce ci indichera’ la via piu’ veloce per guardare queste anticamere della Oro.

Serie 2.1

loading...

Le mani sulla serie Oro. Lo scatto di Trionfo Ligure e’ di quelli che fanno male: approfittando della defezione pressoche’ completa di Crotone, nel triste spettacolo dello stadio Jan Zeleznj (appena 314 spettatori per il tutto esaurito, mai si era vista una cosa del genere in seconda serie), guadagna un distacco di 17 punti proprio sulla terza, e puo’ gia’ festeggiare. La prossima giornata riposo parziale, l’ultima completo. Theodor ha squadra molto valida: dovra’ intervenire forse solo nei lanci e velocita’ femminili, dove ha ottime atlete di prospettiva ma non per il presente. Atletica Modica, secondo, blinda la sua posizione, raggiungendo un insperato quinto posto: anche per lui, almeno per questa stagione, gli scenari di NL sono pressoche’ conclusi, avendo conquistato con lauto anticipo la salvezza. Migliorare concorsi e velocita’ maschile deve essere il must. Puffolandia, terza, mostra le unghie, e mette molte squadre tra se’ e la zona rossa: dovrebbe bastare, ora tocca a Silvia pianificare bene il futuro, con lanci e velocita’ assolutamente da correggere. Campidoglio Palatino, la cui rimonta su Silvia si e’ fermata distante tre punti, si gode la meta’ della classifica, Genoa Athletic Club, invece, accorcia il respiro: 2 punti sulla quart’ultima, tutto da giocare nelle due giornate conclusive. E pareva gia’ salvo. I concorsi, comunque, fanno ben sperare. A.U. Malignani si prende la consueta giornata di vacanza, forte di una salvezza pressoche’ conquistata, Libertas Udine e Sant’Angelo Team rimangono come sempre nella polvere: la retrocessione avverra’ definitiva gia’ la prossima settimana.

Se Atene ride, Sparta impazzisce di gioia. Lucchirpool domina la terz’ultima giornata, ed e’ ancora piu’ vicino di Theodor alla matematica promozione. Bastano soli 4 punti, un’inezia, vedendo il suo dominio. Tutti bassi al prossima giornata basteranno. Rlucchi per restare in Oro dovra’ lavorare soprattutto sui lanci, ma attenzione che la sua determinazione potrebbe valergli traguardi impensabili. La grande sorpresa sta al secondo posto: Desmothlon da’ tutto e, contro tutti i pronostici, nostro compreso, torna prepotentemente in gioco per la salvezza. Marcia e staffette continuano a non andare, la forma e’ bassa ma non tragica, ci puo’ davvero riuscire. E non e’ detto che, rimanendo qui, farebbe fatica l’anno prossimo. Dipende tutto dalle strategie di Sorbellini. 4pini brucia sulla linea del traguardo La Valle del Lura, ma per entrambi l’umore e’ buono: se Alfio, come piu’ volte ricordato, sara’ il grande favorito di stagione 25, Edo vede avvicinarsi come punti la zona rossa, ma dovrebbe agevolmente rimanere in questa serie. Attenzione alla forma bassa e a concorsi e staffette che, alla resa dei conti, l’hanno trascinato in basso. Fenice passeggia, godendosi il sano centro classifica aspettando stagioni piu’ propizie per rilanciarsi, e brucia con le staffette A.S. Rapido che vive ora il terrore della terza. Imprevedibile il ritorno di Sorbellini, ma Arlem puo’ gestire qualcosa come un punto e mezzo di forma di vantaggio. Non e’ poco, ma ora partono come 0-0, con il piccolo vantaggio per Arlem dei punti prestazione. Rimane comunque favorito, con qualche patema in piu’. BeyondTheLimit si prende il penultimo posto ed e’ pronto per la matematica che lo condannera’ settimana prossima, S.S. Crotone sprofonda, con cognizione di causa. Sarebbe troppo prematuro tornare in Oro, lascia definitivamente la lotta per salire e si mette a guadagnare forma, forte della salvezza matematica. Attenzione a lui per l’anno prossimo: ha dimostrato che, con i migliori, ci sta ancora, e bene.

Serie 2.2

E’ la Mens Sana la vera protagonista di giornata. ZioMauro vince con aggressivita’, grazie alle gare di corsa, rischiando parecchio nei concorsi e tenendo nella staffette. Inutile dire dove dovra’ migliorare. Ma solo in futuro: un altro anno qui l’ha praticamente ormai guadagnato. Il battuto puo’ mangiarsi le mani. Se solo Lokomotiv Cinecitta’ avesse spinto poco di piu’, si starebbe parlando di una lotta per la promozione completamente riaperta. Non che non lo sia, ma Tsunami ora viaggia ancora a meno 4 dal secondo e meno 5 dalla vetta. Vediamo i continentali, dove Tsu ha piu’ di una freccia al proprio arco, ma se ci crede… le sorprese potrebbero arrivare in area ultima giornata. Upol Gavirate e olimpia viaggiano ormai in mezzo al gruppone: inutile sprecare forma (e Arkantos ha estremo bisogno di recuperarla). Si pensa al futuro: necessari pesanti investimenti nel settore concorsi. Sugosport e’ la sorpresa in negativo della giornata: il secondo candidato alla promozione rifiata forse troppo ed ora Tsu e’ minaccioso. Che ci abbia ripensato? Certo, per Sugo la Oro sarebbe molto pesante, con le stelle ormai in fase di decadenza. Potrebbe esserci un finale a sorpresa. Atletica FVG sta cercando in tutti i modi la retrocessione: non ne conosciamo i motivi. La squadra di Rambler punta forte su un mix tra giovani e master, ma cedere le armi cosi’… Ora qualche dubbio sulla sua permanenza qui ce lo poniamo, ma siamo certi che sara’ solo il nuovo punto di partenza per altri affascinanti obiettivi. Italian Vampires e Walalla fanno accademia: Capitano, tirando appena due giornate, si e’ quasi conquistato la salvezza, il trentino, invece, ha gia’ salutato la compagnia praticamente dalla prima giornata.

Il sussulto di Cramelan. Cloris, non esagerando con l’impegno, vince facile e si pone tranquillamente al quarto posto. La non promozione l’ha voluta esclusivamente lui con i due “buchi” in seconda e quinta giornata. L’abbiamo gia’ detto e speriamo tornino gli stimoli per tornare a contare davvero. Occhio ai continentali che saranno il suo vero obiettivo stagionale. A seguire un tris di squadre tranquille: Fusoloppet, Atletica Desio e Atletica Corti e Veloci con scenari decisamente differenti, almeno per il futuro. Fabio e’ in una botte di ferro, deve solo far crescere la propria batteria di atleti e in 2-3 stagioni sara’ in Oro per starci a lungo, Niklaus sta seguendo lo stesso ragionamento, coordinando una vera e propria compagine d’assalto per il futuro. Simo, invece, ha dichiarato intenti di smembramento: dopo anni nelle serie che contano, in stagione 26 rifondera’ pesantemente. Auguriamo a lui una pronta ricostruzione valida. Il quinto posto di bislip fa tanto rumore, non tanto per una compagine troppo acerba per la seconda serie (non si arriva a 21 anni e mezzo di eta’ media), ma quanto perche’ ci sta provando. Complici i continui salti all’indietro di Rambler e Rukawa, Bislipur ha il dovere di crederci: e’ persino in vantaggio nei punti con il secondo. Anche qui, finalissima in volata. Paolino Paperino si riposa, forse gia’ si sente al riparo da eventuali colpi di mano dell’ultimo secondo. Rischioso a dir poco, ma Esise da’ molte piu’ sicurezze di Sugo e la Oro matematica si e’ solo spostata in avanti di una giornata. Curiosita’ attorno a Santa Monica: paradossalmente adesso sarebbe ancora salvo, Rukawa sembra fare di tutto per retrocedere eppure, chissa’ perche’, ci aspettiamo il solito colpo di coda finale. In realta’ la squadra sta decadendo, e forse sarebbe piu’ salutare vendere e ripartire dal basso. A chiudere i soliti Pro Voyeurs: dichiarata la scelta di puntare ai soldi dei meeting, dopo una stagione troppo dura per la giovanissima squadra di JDT. Soluzione saggia: in terza problemi non dovrebbe averne.

loading...

Comments

comments

Facebook