BuzzerBeater. JoYo campione d’Italia. Un occhio alla nuova serie A

Dai nostri corrispondenti dal pianeta Buzzerbeater, a cura di NdR619 (serie A, mercato e coppa) e Blackrocket (Lega 2)

Buzzerbeater Stagione 11

Il punto sui playoff:

loading...

Finale tra amici. Risultato netto e senza appelli.

Andiamo con ordine: Stella Rossa Japigia si libera pur con qualche affanno di Scarpette Rosse, che cede soltanto nel finale dopo un’avvincente evolversi punto a punto delle varie fasi di gara. Decisive le prestazioni dei lunghi: Dr. Jan Itor domina a rimbalzo e il trio Stancauskas, Legaspi e Coulibaly mette insieme 39 punti con 16-24 al tiro. Il pur strepitoso Pitkamaki da solo non basta e stante l’abulia dei compagni Lagier e Morales (nonostante un ottimo MR nel tabellino finale), Scarpette Rosse è costretto a chinare il capo.

Anche ad Ovest l’equilibrio regna sovrano fino alla parte finale di gara. Situazione in totale parità all’intervallo del secondo quarto, con JoYo che nel terzo e soprattutto nel quarto periodo riesce a piazzare l’allungo decisivo sui rivali di Armani Jeans F.C. I giocatori di GM-AlexRepetti non danno segni di cedimento fisico nonostante i 48 minuti filati e riescono a prevalere in difesa, costringendo l’avversario a percentuali peggiori in ogni settore del campo. Ancora da notare l’ottima prova del neoacquisto Wu Erbang, già integrato al meglio nelle gerarchie di JoYo.

Gara 1 di finale premia ancora una volta l’incredibile resistenza di JoYo, che, con una rosa ridotta all’osso e con i big a giocarsi 48 minuti senza sosta, piazza il parziale decisivo proprio nel finale di gara, salutando la compagnia di Stella Rossa Japigia e condannandolo alla prima sconfitta. Erbang e Berner trascinatori per JoYo, con i due lunghi che superano entrambi i 20 rimbalzi. Ancora una volta decisiva la prestazione difensiva dei ragazzi di GM-AlexRepetti, che riescono a limitare i palloni verso i lunghi avversari, costringendo i nani a forzature impreviste. Pur pagando al tiro dall’arco dei tre punti, con un disastroso 2-18 complessivo, le percentuali finali danno ragione a JoYo, che si porta quindi sull’1-0 contro Stella Rossa Japigia.
Appuntamento a settimana prossima per le altre due gare.

In Gara 2 ci si attendeva la riscossa di Stella Rossa Japigia e invece GM-AlexRepetti esce vincitore dal Palasticazzi e porta a casa il suo primo scudetto in carriera. Con la rosa ridotta all’osso, JoYo pesca dal cilindro Stefano Aspè, che nonostante la giovane età piazza una strepitosa prestazione da 15 punti e 12 rimbalzi: monumento alla carriera per Alex Repetti, il capitano che non tradisce mai è l’MVP della gara più importante della stagione.
Congratulazioni al vincitore ed anche all’altro finalista per l’ottimo campionato svolto.

Il punto sui playout:

Verdetti definitivi: Arianna e This is Awesome! non riescono a ribaltare il fattore campo e retrocedono in seconda serie. Partita senza storia al Palatalpa, dove gli uomini di Luser forti del maggiore entusiasmo e della miglior condizione di forma impongono dopo soli due quarti la loro legge, scavando subito un margine decisivo.

Di tutt’altro svolgimento la partita per Arianna, che contro Little Warriors rimane sempre distante di qualche punto salvo poi cedere di schianto nel finale, chiudendo a -16.

La nuova Serie A:

Gente che va, gente che viene. Chi si aspetta novità rimarrà abbastanza deluso: la nuova Serie A ha un sapore d’annata, grandi ritorni fanno da contraltare alle grandi defezioni. This is awesome! abbandona la massima serie dopo ben 7 anni di militanza tra playoff e playout e viene sostituito da cremcaramel, che torna al suo posto dopo 5 stagioni di purgatorio. Pronto riscatto di Costantinopolis e Poison, che riescono a centrare l’immediata risalita dalla II, mentre ci è voluta una stagione in più a Psycho Monsters e al suo manager Frescobaldo. Tutte queste squadre hanno già dei trascorsi in Serie A, vedremo come stavolta riusciranno a far valere la loro esperienza.

loading...

Comments

comments

Facebook