Shoya Tomizawa (Chiba, 10 dicembre 1990 – Riccione, 5 settembre 2010)

Cari amici di GameFox, stamattina, come tante mattine da un po’ di tempo a questa parte, ho scritto e curato la Rassegna Stampa dei 3 maggiori quotidiani sportivi italiani, e non vi nascondo di essere rimasto profondamento scosso e sdegnato.

Mi aspettavo dei titoli completamente diversi quest’oggi, perchè ieri è accaduto un fatto grave, perchè ieri un ragazzo di soli 19 anni è stato investito e ucciso in una gara di motogp 2, perchè ancora per una volta ” The show must go on”, e quindi la gara non solo non è stata sospesa, ma 30 minuti dopo l’incidente i grandi piloti della motogp sono scesi in pista, ignari di tutto come sostiene Valentino Rossi, ed hanno corso la loro gara.

loading...

Sono soltanto delle prime pagine, ovviamente, per cui all’interno ci saranno degli articoli di grande spessore  e competenza, però la morte di un 19enne giapponese travolto a 240 chilometri orari non è stata ritenuta giornalisticamente tanto importante da dedicarle l’intera copertina; nessun grande direttore ha deciso, per una volta, di cedere il passo, di lasciar perdere per un lunedì il calcio, Maradona, Cassano all’Inter o le probabilità di scudetto della Juventus.

Nessuno ha ritenuto importante aprire con un “Motochoc, muore ”, con un editoriale forte, in cui si attaccavano i responsabili di gara per non aver sospeso la corsa, anzi per non aver sospeso l’intera manifestazione, per come sia stato possibile far correre 30 minuti dopo un’altra gara, coi piloti non informati dell’accaduto, o per come siano stati portati i primi soccorsi al ragazzo, che comunque non hanno pregiudicato l’inevitabile decesso, date le gravissime condizioni in cui versava.

Tutti però si sono affrettati a pubblicare video, foto e quant’altro di questa tragedia. Tutti i maggiori siti sportivi hanno pubblicato una fotogallery con la sequenza dell’incidente, altri hanno direttamente pubblicato il video, magari rallentato al momento dell’impatto più spettacolare. Se potessi, vorrei poter far comparire un pop-up prima di ogni visualizzazione, con una semplice scritta: stai vedendo la morte di un ragazzo, ciò che vedi è realtà, è morte, dolore, non è l’anteprima di un videogioco, quello che rimane a terra di lì a poco muore. Magari qualcuno un po’ meno informato o interessato abbandona subito quelle immagini rifugiandosi nella fotogallery successiva, con le foto della moglie di Jimenez o l’ultima fiamma di Cristiano Ronaldo, d’altronde la sezione fotogallery è una soltanto.

Mi fermo qui, perchè è facile scadere nella retorica, e se potete perdonatemi per il mio eccesso di umanità. Ecco, umanità penso sia la parola giusta.

Ai vecchi insegnerei che la morte non arriva con la vecchiaia, ma con la dimenticanza. (Gabriel García Márquez)

(Chiba, 10 dicembre 1990 – Riccione, 5 settembre 2010)

loading...

Comments

comments

About Emanuele Borgognone
Emanuele Borgognone alias Mr_Padtm
Facebook