Blackout Rugby. L’8ª giornata all’insegna di Reproscan Bergamo

Con questo articolo Ikuvium comincia la sua collaborazione con Game Fox in qualità di corrispondente fisso dal mondo di Blackout Rugby. La rubrica sarà pubblicata ogni martedì mattina, e integrata da speciali settimanali. Primo numero speciale entro i prossimi giorni con l’intervista agli sviluppatori del gioco Matt e Jeremy.

Campionato Serie A

loading...

Una giornata caratterizzata dalle tante partite giocate “come se non vi fosse un domani” costringerà i bookmakers a rivedere le loro quote per la settimana prossima.

Crollano infatti le prime tre della classe, anche se mantengono le loro posizioni in classifica. Inis Mor, nonostante il parziale di 0-17 (su mete di Procopio e Priola) non riesce a contenere la straripante Banda Bonnot, che prima accorcia (Litrenta), poi pareggia (Margutti), ed infine umilia (Protti) la capolista, dandogli 10 punti di di distacco. Gran partita di De Filippis (Man of the Match), finalmente tornato a livelli a lui più consoni.

Fantaikuvium XV Campione, disastrata dagli infortuni in prima linea, regge 10” prima di capitolare ai draghi di Targaryen (Bruni). Poi ci pensa Bordò: segna dal conetto, difende i linebreak, e trova la meta che lui stesso trasforma, riportando in parità la partita; e poi Contarini ribalta la situazione con una doppietta. Non basterà prima Salè, poi Sibaldi (Man of the Match) riportano avanti i Grifi, che poi chiudono la partita con Papillo e Giorgetti per il +21 finale. Sfatato il tabù che vedeva i draghi sempre sconfitti.

Orfani di Nistico, i ragazzi della Union soffrono contro uno Stella Verde ben messo in campo. La meta annullata a Keevan lascia però presagire che saranno gli arieti gialloneri a passare in vantaggio, ed è Bonner a siglare il 5-3. Ricardi (Man of the Match), alla mezz’ora ribalta il risultato, e a fine-tempo Angilletta sembra chiudere i conti, anche grazie alla poca precisione dei due calciatori. È lo stesso Angilletta, ad inizio ripresa, a voler chiudere la partita, subito riaperta da Wolf. Katich, a 20” dalla fine, riporta i suoi a -5, ma non basta per evitare la terza sconfitta stagionale in campionato. Senza il loro trascinatore, saranno settimane molto difficili per il CT-NT.

Approfitta dei capitomboli Reproscan che nonostante le difficoltà iniziali (nonostante il vantaggio di Delfino) per via delle mete di Fusconi e Taverniti ritrova il proprio gioco, portando Mauro in meta. Delfino, stranamente impreciso, evita l’allungo; e il Toro ne approfitta – con Torino, in meta nella ripresa. VII Torino sembra tenere, ma Suriani, alla ricerca della maglia della Nazionale, riporta avanti i Pirati: il +5 resterà invariato fino alla fine. Todorello Man of the Match, ma gran lavoro in touche della coppia Body – Suriani.

Coppa Italia

Poche sorprese in questo turno: le squadre di prima divisione passano tutte (Onef 0-39 FIXV;- Atletico Beer 3-36 U96RM; Reproscan 40-7 Bengals Udine), così come le corazzate di Division II (Bùgia Nen 58-0 Osnago Blue Devils; Vanden Plas 0-31 Clan Messina). Si qualificano anche New Day Rising (46-0 contro Superbomber), Union Rugby Cagliari (28-29 contro Caperrina Wasps nella partita più combattuta del turno) e Stargazers (31-47 contro RugbyRoma Olimpic).

Gli accoppiamenti presentano due CT-Challenge, con gli attuali CT Nazionali a far visita agli ex del passato (U96RM – Reproscan; FIXV – Bùgia Nen); una Division-Battle, con due compagini di II.2 (Union Rugby Cagliari – New Day Rising); e un derby, quello del Sud tra Clan Messina – Stargazers. Tre partite per decidere chi erediterà la Coppa di VII Rugby Torino.

loading...

Comments

comments

Facebook