F1 Project: un occhio al mercato

è in pausa tra le stagioni. Ottimo momento per lo sguardo sul di Rednine

Un occhio al mercato

A poco meno di due settimane dall’inizio della stagione 18, le scuderie sono scatenate sul mercato, cercando di migliorarsi, per il raggiungimento degli obiettivi stagionali.

loading...

E’ del 29 gennaio la notizia da parte del Miki Racing Team che annuncia l’acquisto del ventunenne Andrej “Jedi” Jedinak. Il team manager Miki ha così commentato:

“La storia è andata cosi… dopo aver visto il pilota di Busacca mi è sembrato subito interessante… sono partito da un’offerta di 6M, rifiutata. Dopo una decina di giorni ho offerto 9,5M, rifiutata dopo 2 giorni di trattative ..infine dopo una settimana ho tirato il K.O. decisivo con l’offerta di 11,1M dove Busacca ha finalmente capitolato. Sono soddisfattissimo dell’acquisto, farà grandi cose!” Alle ulteriori domande riguardanti il ruolo di questa giovane promessa, ha così risposto:

“Già dalle prime gare che ha corso ha preso la prima macchina, perché per salire di forma deve ottenere ottimi risultati… spenderò parecchio in pezzi ma la forma deve arrivare a viola in 3 stagioni al massimo!”

L’acquisto dei record è però della scuderia Contromano che, nonostante la retrocessione, dimostra così di volersi subito riprendere il proprio posto in F2. Stiamo parlando dello zar Dobrynya Beletsky, pagato ben 25 milioni (ad oggi il trasferimento più costoso nella storia di f1project) dal team manager Pincios:

“Beh, non lo conosco ancora bene, visto che con me non ha mai corso, ma spero che possa portarmi in F1. Ha ancora ampi margini di moglioramento e vista l’età avrà presto pochi concorrenti. La meccanica attualmente immensa inoltre lo renderà un ottimo ingegnere a fine carriera. Il ragazzo ha solo bisogno di guadagnre fiducia nei propri mezzi e diventerà un campionissimo.”

La Scuderia Vampire Racing sta attraversando un periodo estremamente importante. I risultati, come dimostra la promozione in Formula 1, sono di alto livello. Eppure tutto lo staff, a partire dal manager, è ben consapevole che il lavoro da fare per crescere ulteriormente è enorme, e non potrà essere completato in una prospettiva di breve termine. In quest’ottica si inserisce l’ingresso in Scuderia del giovane talento Tiberiu Cantacuzino, tra i migliori in circolazione: per dare un futuro alla Scuderia dopo l’abbandono di un pilota chiave come Drago Milosavlijevic. Tiberiu crescerà parallelamente ad un programma (già esecutivo) di ristrutturazione della Scuderia, mirato a raggiungere il massimo delle proprie potenzialità proprio negli anni della sua maturità, quando pochissimi saranno al suo livello, e con potenziale ed ambizioni senz’altro importanti nella massima serie. Il boss Stormrider, commenta così i ben nove milioni spesi per l’acquisto del talentino: “La prossima stagione in Formula 1 servirà a capire a quale livello di competizione ci troviamo oggi, ed a far accumulare km ed esperienza al nostro nuovo, giovane talento. Siamo sicuri che tra poche stagioni la
combinazione Tiberiu/Vampire Racing sarà già vincente, e farà sognare i propri numerosissimi tifosi.”

Salva per soli 4 punti in F2, la Tetris Team si prepara alla nuova stagione, promuovendo la politica dei giovani. Sono infatti stati spesi 3 milioni per portare alla corte di Terelao il 19enne sudafricano Chipita King. ”Trattativa lampo, dopo pochi minuti abbiamo raggiunto subito l’accordo per il grande talento King che avrà l’ opportunità di esordire direttamente in F2. Il Tetris Team ringrazia anche il giovane Pollak (che rassicuriamo i tifosi non verrà venduto almeno a breve) che nonostante la sua tenera età è riuscito a fare un punto in F2 nella sua prima stagione con la seconda macchina.” Poi una precisazione sulla prima guida: “Dietro al Lemire ora ci sono ben tre giovani talentuosi, sappiamo che dobbiamo pensare anche al futuro, il Lemire non è eterno!” ha concluso Terelao.

La Quadraro Red Team, con un occhio già alla prima esperienza in F3, saluta il mito Blanchard, figliol prodigo, e vede arrivare il giovane talento Lavdor Sherifi, preso dalla scuderia concittadina Anacapito Racing Team. “Mettere Sherifi in vendita è stato un mio errore” Ha dichiarato Fabbio, team manager della ART, “avrei dovuto puntare di più su di lui… sono però contento che sia andato ad una scuderia amica e spero di vederlo crescere bene!”

“Siamo fieri di questo acquisto… E’ stato in grado di vincere alla sua prima e unica apparizione, finora, in QRT… Ci deve guidare alla salvezza in F3” Questo invece il punto di vista di Rednine, proprietario della QRT.

Andando a guardare la F6, la scuderia Publimotor ha ufficializzato l’acquisto di Iwan Goldsmith, pilota di indubbia esperienza che verrà utilizzato come prima guida nell’assalto al titolo.

loading...

Comments

comments

Facebook