Hattrick terza serie. Intervista a Furiga detto the MOD, presidente dei Leoni d’Africa

Per la serie Le grandi interviste di Dyer87, che ogni settimana incontrerà un protagonista della nostra serie C, è oggi il turno di mod-Furiga, presidente dei Leoni d’Africa

Ciao, grazie per la disponibilità, presentati.
Sono Michele, ho 27anni e vivo da sempre a Falconara Marittima, una città di 35000 persone vicino ad Ancona nelle Marche.
Tre domande per scaldarci: cosa fai nella vita? Fede calcistica? Un tuo pregio e un tuo difetto?
Collaboro con mio padre e faccio un po’ di tutto dal segretario, al magazziniere all’autista.
Mi mancano meno di 10 esami per laurearmi in ingegneria Informatica/Automazione, ma da un anno non sono più iscritto, vedrò se e quando riniziare.
Tifo Parma.
Pregi, ascolto la gente e mi piace molto dialogare e confrontarmi.
Difetti, tanti, in particolare l’essere molto permaloso.
Da quanto giochi ad Hattrick e come lo hai conosciuto?
Dal settembre 2005, un pomeriggio sotto l’ombrellone un amico mi disse di iscrivermi.
La sera tornai a casa aprii il sito e non mi registrai, me  lo ridisse qualche giorno dopo e da lì non ho più smesso di giocare.
Spiegaci il significato del tuo nick..
Furiga era un giocatore argentino dell’Ancona e visto che il suo cognome assomigliava leggermente al mio (Formica) il mio soprannome divenne Furiga e da lì anche il mio nick.
E il nome della tua squadra come è nato?
L’Africa è un paese che mi ha sempre affascinato
Ai mondiali del 1990, i primi che ricordo c’era il Cameroon di Milla e in più fin da piccolo giocavo a Winning Eleven (l’attuale PES) con il Cameroon di M’boma (che poi arrivò anche al Parma)
Così ho iniziato a tifare Cameroon e la mia squadra è un omaggio ai Leoni d’Africa.
Che obiettivo hai nel gioco?
Come risultati il mio obiettivo era quello di arrivare in IV, l’ho ampiamente raggiunto e superato a dire la verità, ora viviamo un po’ alla giornata, avendo una squadra vecchiotta e con pochi fondi, vediamo dove riesco ad arrivare.
Sei un Mod. Cosa ti ha portato a diventarlo?
La pazienza, l’educazione e la voglia di aiutare gli altri.
Sono diventato prima NH visto che ero/sono spesso in AP ad aiutare gli altri se possibile e poi mi hanno proposto di fare il Mod ed ho accettato con grande piacere, colgo l’occasione per ringraziare i GM che mi hanno scelto e i colleghi Mod per l’ottimo lavoro che svolgono tutti i giorni.
Un ricordo particolarmente bello che hai di Hattrick e un momento in cui hai socato davvero tanto?
Di ricordi belli ne ho tanti, il raduno a Firenze dove ho conosciuto di persona tantissime persone o altri piccoli raduni nelle Marche.
Come HT giocato devo dire che sono stato fortunatissimo ad incontrare nel mio percorso tantissimi Amici, albertobat in VII per primo, poi Lupennino in VI (collega Mod), superfil in IV la scorsa stagione (con lui abbiamo creato anche una delle più grosse fed. d’Italia, la FIS&ST)
Tutti abbiamo fatto qualche niubbata. Raccontacene una tua.
Troppe ne ho fatte.
Ricordo che volevo vincere le amichevoli all’inizio e per questo facevo giocare qualche attaccante con cross come ala e perdevo puntualmente gli allenamenti, ma se vado a ripescare qualche 3d aperto nell’allora conf. Principianti ne troverei sicuramente altri
Questa stagione si è messa davvero bene. Quali erano i tuoi obiettivi?
L’obiettivo era la salvezza, poi una serie di circostanze fortunate e l’acquisto di Mezzera mi hanno reso più forte e competitivo, anche se l’obiettivo era comunque quello di rimanere in III visto che non sarei assolutamente pronto per la II, ma ora vedremo.
Hai sette punti di vantaggio, quando ne mancano ventuno al termine. Una vittoria sabato sarebbe importantissima.
Direi di sì, ho avuto fortuna in un paio di partite e mi trovo solo in testa e per come sono fatto ora ci voglio rimanere se possibile.
La scorsa stagione sei arrivato al nono turno di coppa. In questa ti sei prefisso un obiettivo?
La coppa per me è sempre stata utile per i pic.
La scorsa stagione l’unica partita che non ho fatto pic ho poi perso.
Questa sarà lo stesso finchè riesco si picca e poi vediamo come va.
Coppa Italia o Scudetto?
Se potessi scegliere cosa vincere? Lo Scudetto sicuramente.
Oltre alla tua squadra, segui anche altre squadre di altre utenti?
Sì tantissime altre.
Le nazionali ti interessano?
Molto.
Sono nello staff delle Filippine da ormai 5-6 stagioni, prima come scout attaccanti per l’u20, poi come collaboratore di Effetto Notte nella maggiore (con la quale questa stagione abbiamo ottenuto una storica qualificazione e con la quale partecipiamo al primo gironcino ora)
Ora sono anche scout con l’u20 di Troseidone, che conosco di persona abitando non lontano da casa mia.
La maggiore nell’ultimo mandato l’ho un po’ “trascurata”, non mi piaceva troppo il programma, ma i 3d sul forum l’ho letti tutti lo stesso.
Raffaele Guglielmi, una vita con i Leoni. Cosa significa e cosa ha significato per te questo giocatore?
E’ uno dei giocatori che ho dall’inizio ed è una delle mie bandiere.
Per caso ti chiami Mìchele Formica?
Esatto
Paolo Leone. Un nome azzeccatissimo per un giocatore della tua squadra. Lo hai voluto tu nella tua squadra o è stato un caso?
Appena l’ho visto sul mercato ho deciso che sarebbe dovuto diventare un giocatore dei Leoni.
Il giocatore più importante della tua squadra? E quello in attività, a cui sei più affezionato?
Hugo Egelund, se sono in III lo devo a lui e a tutti i suoi gol su punizione.
16 vittorie consecutive. E più un peso o una soddisfazione?
Così tante? Una soddisfazione
Grazie per il tempo e la disponibilità. Puoi mandare un saluto a chi vuoi. In bocca al lupo per il continuo di stagione.
Grazie a te, saluto tutti gli amici di HT.
Crepi il lupo.
loading...

loading...

Comments

comments

Facebook