Hattrick serie A. L’Orda inciampa e Strong Ale! prende il comando. Spartanna ferma Dragon’s Eye

STAGIONE 41 – 7ª

A differenza di quella che l’ha preceduta, l’ultima giornata d’andata – che abbiamo seguito in diretta su Radio Game Fox – ha dato un vero e inaspettato scossone alla classifica

E così Strong Ale prese la vetta. Finalmente è venuto il tempo di Astrax, che forse proprio per compensare le “disgrazie nazionali” dell’amico Troseidone, non sarà più noto solo per essere il sosia dello Zio Pey. Scherzi a parte, ci sono voluti due risultati apparentemente imprevidibili come il pari dell’Orda Balorda e la sconfitta di Dragon’s Eye per favorire il comunque meritato primato degli (altri) marchigiani. Ma vediamo com’è andata nel dettaglio.

loading...

Dolasiana – Orda Balorda Urbino 1 – 1 La ex-capolista si fa bloccare sul pari in Trentino da una Dolasiana finalmente all’altezza della categoria. Intendiamo come grinta perché onestamente i valori in campo propendevano decisamente a favore degli ospiti. Sorprendente la decisione di Andr99ea di giocare la tattica tiri da lontano, ben poco usata a liveli alti, ma a momenti la genialata pagava con la vittoria, se Meireles avesse avuto miglior mira nel finale. La sfortuna di Zagortenay è stata di non trovare l’azione dalla fascia buona, soprattutto dopo i cambi di attitudini offensivi di inizio secondo tempo, ma va dato atto ai trentini di aver sfoggiato una difesa super. Diversamente dall’attacco che non avrebbe potuto mai sfondare la difesa ospite, e infatti ha trovato il gol solo di testa, poi pareggiato dall’unica azione buona (dal centro) degli urbinati.

spartanna – Dragon’s Eye 2 – 1 Spartanna croce e delizia della serie A. Dopo un inizio più che balbettante sfoggia ormai valutazioni veramente notevoli, e la sorpresa che abbiamo segnalato nei titoli non rimane certo tale se si osservano le valutazioni della partita. Certo, sul risultato pesano come macigni i due infortuni subiti dagli ospiti, ma qui dobbiamo fare un appunto ai Dragoni: possibile che in serie A non avessero di meglio che due riserve da 4K di tsi? Le partite si perdono anche per questa ragione. I due gol sono venuti comunque dal centro, mentre l’inutile 2-1 nel finale è scaturito da un rigore di Bruton. Senza i due zoppini il risultato sarebbe stato diverso? Chissà, forse… ma di certo i milanesi non hanno rubato nulla, azzeccando la mossa di puntare sul possesso, come peraltro gli ospiti, schierati in formazione speculare, con trequartista e ali normal/TM. Peccato che per Spartanna sia ormai tardi per puntare allo scudetto, perché con questa squadra avrebbe potuto dire la sua, anche se la difesa è inferiore alle altre grandi.

F.C. Belluto  – Strong Ale! 0 – 3 Non ci si attendeva certo grandi cose da Belluto, la cui “mezza rifondazione” è ormai nota da tempo. E poco possono i vecchietti di casa di fronte a un Astrax indiavolato e galvanizzato dall’inattesa opportunità di balzare al comando. Un centrocampo extraterrestre esterno è pure troppo per la formalità che si presentava ai marchigiani, il cui 352 identico a queli della precedente partita esaminata (si vede che è uno schema che va di moda nella massima serie) piazza tre palle nel sacco e guarda avanti.

Sweetness – Poker Soccer Club 5 – 3 Il Tutto Avanti è uno schema inguardabile, che però ha il vantaggio di far divertire e trasformare ogni partita in un terno al lotto. Nel caso di Sweetness l’azzardo è andato in porto grazie anche – va detto – a un buon attacco centrale, che gli ospiti hanno difeso con due soli livelli di vantaggio. Ovviamente tutto questo in seconda battuta, ovvero alle spalle di un centrocampo magico che ottiene il 56% medio di possesso. Tradizionalmente orrendo l’attacco dei campioni in carica, che però si giustifica (solo) se subodoravano il TA di Stewiggle. Molto meno comprensibile l’ingresso di Matsas all’ala (?!) dopo l’infortunio del titolare Basheer. Non è certo stato questo comunque l’elemento decisivo a far pendere la bilancia a favori dei dolcioni, favoriti invece dalle solite bizzarrie di un motore che quando vede una squadra dominare il centrocampo non capisce più niente e perde la tramontana.

AIl prossimo turno

La logica ci direbbe quattro vittoria casalinghe, ma ci aspettiamo battaglia soprattutto da Sweetness e Spartanna. Dieghito dal canto suo assolutamente non può permettersi di sprecare l’occasione di rientrare nelle zone tranquille della classifica.

I marcatori

1. Heine Ørting Strong Ale! 7
2. Matteo Siragusa spartanna 6
3. Patrizio Pederzoli Sweetness 6
4. Ian Bruton Dragon’s Eye 6
5. Andrea Bonini Orda Balorda Urbino 5
6. Karri Seppänen Orda Balorda Urbino 5
7. Roberto Laura Strong Ale! 5

Classifica monte stipendi (aggiornata a venerdì)

L’Orda riduce del 25% il suo impegno finanziario, mentre le altre squadre rimangono pressoché invariate

1. Orda Balorda Urbino Serie A 1 282 000 €
2. Strong Ale! Serie A 1 133 000 €
3. Poker Soccer Club Serie A 1 062 000 €
4. Dragon’s Eye Serie A 979 000 €
5. Dolasiana Serie A 885 000 €
6. spartanna Serie A 846 000 €
7. Sweetness Serie A 729 000 €
8. F.C. Belluto Serie A 274 000 €
loading...

Comments

comments

Facebook