Hattrick terza serie. Intervista a Simone alias Kevin81, presidente della PSV Maindove

Per la serie Le grandi interviste di Dyer87, che ogni settimana incontrerà un protagonista della nostra , è oggi il turno di , presidente della

Ciao, innanzitutto grazie per la disponibilità, presentati.
Hola, mi chiamo Simone, ho 28 anni e sono di Empoli.

Cosa fai nella vita?
Nella vita studio giurisprudenza, ancora pochi esami e finalmente otterrò la laurea specialistica. Inoltre lavoro anche come istruttore di tennis presso un centro sportivo delle mie parti.

loading...

Squadra del cuore?
Da piccolo ero simpatizzante per il Milan, ma adesso tifo solo Empoli, la squadra della mia città.

Come hai conosciuto ?
Tutto è cominciato alla fine del 2005, quando un amico mi parlò di questo gioco in maniera entusiasta. Così, preso dalla curiosità, mi sono iscritto. Ed eccomi ancora qua, a più di quattro anni di distanza.

Sogno nel cassetto?
Hattrickianamente parlando, il mio sogno è sempre stato di arrivare almeno in serie B.
Nella vita non ho particolari sogni nel cassetto, mi accontento di realizzarmi ed essere felice 😛

Come sono nati rispettivamente, il nome della tua squadra, il tuo nick e il nome dello stadio?
Il nome del team rappresenta una storpiatura del nome della squadra olandese PSV EINDHOVEN. E Maindove è un’espressione usata dalle mie parti per dire “Ma dove”, intesa in questa accezione come “Ma dove vogliamo andare con questa squadra?!?”
Il nick non ha un’origine particolare, l’ho usato per la prima volta su un forum ed ho continuato a usarlo anche su HT.
Per quanto riguarda lo stadio, la parola “cucurucho” significa “cono” in spagnolo. C’è un detto in spagna che dice “Viva la Dieta del Cucurucho, comer poco y follar mucho”, che fu il tormentone di una vacanza estiva.

Che obiettivo hai nel gioco?
Prima di tutto il divertimento. Senza quello credo che sarebbe difficile continuare.
E poi l’obiettivo di migliorarmi sempre di più, stagione dopo stagione, per poter raggiungere alti traguardi

Hai mai pensato di mollare il gioco?
Sinceramente no

Oltre ad Hattrick giochi a qualcos’altro?
No

Quale è stata la miglior stagione disputata?
Indubbiamente quella che mi ha portato dalla VI alla V (stagione 37). Una bella cavalcata che mi portò alla promozione.

Questa è la tua terza stagione in III. Dopo un secondo e un quarto posto questa sembra essere la stagione buona…
Speriamo, faccio gli scongiuri! Quest’anno siamo partiti bene, ma la strada è ancora lunghissima e insidiosa

Sei vicino a battere il tuo record in coppa. Quale è il tuo obiettivo?
Sono abituato a pensare partita dopo partita. Anche perchè il random non mi è stato granchè amico nelle stagioni scorse. Non ho obiettivi particolari, questa stagione, se non quello di andare avanti il più possibile.

13 vittorie consecutive. E’ il tuo record?
Forse quando ero nelle serie più basse ho fatto un record simile, ma sinceramente non ricordo.

Il punto forte della tua squadra?
Credo sia la compattezza e l’equilibrio

Parliamo del tuo girone, il III.3. Secondo Alltid il più facile. Te che pensi?
…mentre l’anno scorso era il più difficile! 😛
Quest’anno ci sono molte squadre che, vista la presenza di due bot, stanno portando avanti un programma di rinnovamento. Così i primi posti ce li giochiamo solo in 3 o 4 squadre, facendo del nostro girone il fanalino di coda.

Il tuo ricordo più bello fino ad oggi di Hattrick?
Lo spareggio per salire in III serie. Molto fortunoso, ma ricco di soddisfazione.
Ma anche i raduni DAC di Firenze e di Roma, dove ho potuto conoscere dal vivo molti amici

Una niubbata particolarmente grave che ti viene in mente?
Niente di gravissimo, ma avevo un rapporto conflittuale con Skill trading. Non riuscivo a capirlo, se ero convinto che un giocatore scattava era matematicamente sicuro che non scattasse. E i miei amici
Furiga e Oblio mi prendevano continuamente in giro.

Luigi Franco Reboa è uno dei tuoi migliori giocatori. Quale è quello che consideri fondamentale per la tua squadra, se ne esiste uno?
Reboa, per le sue skills, è davvero un giocatore molto importante. Però credo che il giocatore simbolo sia Rinaldo Soro, un’ala che ho plasmato con le mie mani e che sto allenando ormai da 4 stagioni

E quello a cui sei più affezionato?
Sono affezionato un po’ a tutti, ma Soro è un gradino sopra gli altri

Un pregio e un difetto di Hattrick?
Ha il pregio di far divertire la gente, di farla aggregare come nel caso delle Federazioni. Ho conosciuto tante belle persone qua dentro.
Il difetto è che è quasi una droga, farne a meno è difficile, anche quando dovresti fare altre cose (tipo studiare :P)

Grazie per il tempo e la disponibilità se vuoi puoi salutare qualcuno
Grazie a voi! Saluto tutti gli amici, in particolare tutti gli utenti della mitica Federazione DAC!

loading...

Comments

comments

Facebook