Hattrick serie B 10ª giornata

Dai nostri corrispondenti per la serie B Belfagor (gironi 1-2) e Tustu (3-4)

HATTRICK SERIE B STAGIONE 42 – 10ª GIORNATA

Eccoci al consueto appuntamento con la serie B.

loading...

Vincono Mousa e Summano che allungano verso la promozione diretta, pareggia ma mantiene un ottimo vantaggio Brancaleone, perde e viene sorpassata da Ponte Nuovo la Dinamo Ierendi.

II.1

Ierendi –  A.C.Ponte 2 – 7

E’ il giorno del big match che plausibilmente deciderà la vittoria della stagione. La Dinamo ci arriva in casa con un punto di vantaggio. Se vince va a +4 con un discreto cuscinetto per affrontare alcune trasferte ostiche. Se pareggia si arriva in volata, se perde diventa molto probabile la vittoria finale di Ponte Nuovo.

La Dinamo spera fino alla fine di recuperare il suo centrocampista migliore, Prati, ma malgrado gli sforzi dei medici il giocatore deve rimanere in tribuna. Ponte Nuovo si getta in maniera molto aggressiva sul mercato, comprando vari fortissimi giocatori.

Al momento del match Ponte Nuovo è carichissima e ha messo sul piatto la sua forza economica: 1,2 milioni di stipendi contro il 350k della Dinamo. La Dinamo abbozza, confidando nei suoi tifosi e nel cuore della squadra. 3-5-2 per entrambe le squadre, a cercare il possesso.  La Dinamo passa in vantaggio ma è una fugace illusione: la squadra regge sull’1-1 fino al 34mo dove in pochi minuti prende tre gol e conclude il primo tempo sotto 1-4. Schiacciante il possesso di Ponte Nuovo al 57%. Belfagor corre ai ripari provano ad accentrare anche la seconda ala, nel secondo tempo le cose migliorano un filo (53%) per Ponte ma la partita finisce comunque 2-7.

Per la Dinamo una sconfitta casalinga di proporzioni enormi, il presidente Belfagor non ricorda sette gol in casa da quando gioca. Per Albertobat un trionfo.  Perfette le sue scelte tattiche e di mercato: il mitico molto alto (fuoricasa) che è riuscito ad ottenere è la valutazione più alta fatta al mondo in campionato in questa stagione. Chapeau.  Poco da fare per la Dinamo contro un avversario così. Ora strada in discesa per la nuova capolista che affronterà il bot settimana prossima mentre la Dinamo avrà una delle trasferte più ostiche della stagione da Tergeste.

La Dinamo si consolerà poi con lo storico passaggio agli ottavi di coppa, anche se lascerà sul campo la fortissima ala Falcao.

Mare Salato – 11 Fenomeni   3 – 0

Salato non viene da un buon momento in campionato: 2 punti in 5 partite l’hanno trascinata in piena bagarre retrocessione. 11 Fenomeni  da tre vittorie anche se due con il bot.  Ma Salato oggi c’è eccome.  Il suo 3-5-2 con centrocampo, difesa forti e attacco monolato schiacchia in mezzo al campo gli avversari. Pur non azzeccando il lato d’attacco (cosa che non fa neanche fenomeni) tira che ti ritira la palla entra, soprattutto quando hai una difesa che ti fa stare ababstanza sicuro. L’espulsione prematura del terzino di Fenomeni (capocciata in pieno volto) lascia ulteriormente sguarnita la difesa. Vittoria meritata e Mare Salato che si riporta al quarto posto. Ma è bagarre. Però Cortomaltese arriva agli ottavi di coppa cosa che lo manda in confusione: “I casi son due…. il gioco è un gioco cretino e/o il cretino sono io…. vabbè… che si riparta con questo strano ultimo giro di tango?!”

Tridentina – Tergeste      1 – 2

L’attacco monolato va sempre più di moda e anche Tridentina sceglie un 3-5-2 con molto centrocampo e molta difesa e un solo attacco laterale. Tegeste opta per uno schiaramento più equilibrato che concede centrocampo all’avversario lo tiene bene in difesa e lo atatcca sui due lati.

I giuliani partono bene segnando  un gol su punizione ma le cose di complicano presto quando un centrocampista e un attaccante si infortunano nei primi 40 minuti. Sembra l’ennesima giornata nera. Però si regge, Trioseidone prova a spingere passando al 2-5-3 ma si scopre e prende il 2 a 0. Nel finale il gol della bandiera.  Partita da tripla: con quel possesso da parte di Tridentina dipende molto dove vanno le azioni: su quello giusto si può vincere, se no si rimane a secco.  Ma Tergeste era messa bene e ha retto malgrado gli infortuni. I tre punti ci stanno tutti.

F.C. Belluto  – Reggina.2005         1 – 6

Normale amministrazione per Reggina con bot in attesa di partite più complesse.

Prossima giornata: Ponte Nuovo con il bot, la Dinamo in casa di Tergeste, due scontri diretti tra le altre quattro. Classifica salvezza molto corta con 5 squadre in 4 punti.

II.2

Maindove –  Brancaleone 0 – 0

Maindove si gioca le difficili possibilità di vittoria del girone: solo i tre punti possono riportarlo sotto.  Ci prova con un ormai classico… 3-5-2 attacco monolato 😛 Brancaleone riponde come sa: 4-4-2 con poco centrocampo, difese stratosferiche e attacco monolato.  Il possesso va quindi a Maindove ma è veramente difficile per lui segnare: quasi impossibile al centro e su un lato, difficile sul terzo lato. Brancaleone spera in un azione sulla destra dove ha netta superiorità ma la palla gira da altre parti. Finisce 0-0, un risultato direi probabile anche se in queste situazioni basta un niente per fare pendere la bilancia.  Niente da fare per Maindove: campionato andato. Brancaleone regge bene, ma si avvicina la possibilità di uno spareggio finale.  Entrambe le squadre approderanno poi agli ottavi di coppa, a  conferma di una stagione fantastica.

the Guardians F.C  – Fc Flynet    3 – 2

Gran bel match tra I Guardians in leggero calo e Flynet in ripresa.  3-5-2 per entrambi, quello di Guardians con un attacco simmetrico ma leggerino, quello di Flynet con due attacchi notevoli e duna difesa forte ma che lascia un lato scoperto. Flynet che riesce ad andare a pareggiare però fuoricasa il centrocampo. Possesso pari non vuol dire pari azioni e, questa volta, le assegnazioni sono decisamente favorevoli a guardians che ne ha 5 contro le 2 dell’avversario e riesce pure a segnare al centro dove era nettamente sotto.  Flynet quando ha la palla segna.. ma di palle ne arrivano poco.

Vicono in Guardians, ma in questo caso la buona sorte ha dato il suo contributo, anche se le due squadre erano comunque vicine. Bel colpo contro una diretta concorrente.

Gli umili del Mazzo – Ajanapa      3 – 1

Altro scontro salvezza diretto. 3-5-2 difensivo per Mazzosan, 5-3-2 contropiede estremo per tinello, con valutazioni difensive ottime. Però  l’80% di possesso lascia veramente tante chanches agli umili che segnano su punizione, corner e su un alto. Un solo contropiede per tinello.  Con quel possesso prima o poi segni, magari ci potevano essere più azioni in contropiede per tinello ma, tuttosomamto, la difesa degli umili teneva bene. Vittoria direi giusta.

Poker Soccer – Arzignano Gr       5 – 0

Tutto facile per Poker contro il bot.

II.3

BiboBiba – Misterya  0 – 1

Contropiede VS contropiede, una punta contro due, ma il gol decisivo arriva da lontano.
A realizzarlo è infatti il centrocampista Hirsch, che permette così a Mysteria di rimanere a 6 punti dalla vetta, e che praticamente ufficializza i play out per BiboBiba, ora a 4 punti da Trinacria.

Risacca – Mar Mousa  0 – 6

6 gol in trasferta contro l’ultima in classifica, capace sinora di realizzarne solamente uno.

Non ci sono state sorprese al “Via Flacca Bunker”, nemmeno il random  avrebbe potuto impedire questa marcia trionfale di Peo, che, lo ricordiamo, al Dio random ha già sacrificato gli unici 2 punti persi in questa fantastica stagione.

Bononia Warriors – CSKA SPAM  0 – 5

Altra partita dal risultato più che scritto.
CSKA che si conferma al terzo posto

TrInAcRia 1974 – Real Clavis  4 – 0

Anche i tifosi di Real Clavis possono incominciare ad acquistare i biglietti per lo spareggio salvezza, certi di non fare la fine dei colleghi inglesi ai Mondiali in Sudafrica.
Se infatti l’Inghilterra è tornata anticipatamente in patria, per il Real pare impresa titanica quella di rimontare 10 punti in 12 giornate alla squadra che gli ha appea rifilato 4 pere.
Trinacria invece si dovrà guardare da BiboBiba

II.4

Dolasiana – Meglio morire ch  0 – 10

10 gol fondamentali per la differenza reti di MMCA, in lotta per il quarto posto contro Cormio.

Cormio F.C. – Moro United F.  4 – 1

Non abbiamo fatto in tempo a dichiararla ufficialmente seconda forza del campionato che Moro UNited ci ha smentito: 1 punto in 2 partite, inaspettato pareggio con Slow Team tra le mura amiche, pesante sconfitta in casa di Cormio.
C’è poco da scherzare, i play out sono solamente a 1 punto !

Leoni d’africa – Olympique Maraviglia  0 – 8

Ormai dell’OM possiamo solo dire che è un vero peccato aver iniziato la stagione così male.
La squadra di Aldo è cresciuta tantissimo, e oggi come oggi potremmo quasi dire che sia allo stesso livello del Real Summano.

I Leoni invece scherzano con il fuoco. A pari punti con Slow hanno una miglior differenza reti e lo scontro diretto in casa all’ultima di campionato. Ma contro l’OM avevano il dovere di produrre qualcosa di più.

Slow Team – Real Summano  1 – 6

Oliver Hoffmannsthal, il Boniek di questo decennio, bello di notte, ci aveva abituato ai suoi gol a raffica in Coppa Italia.
Ma ecco pronta la sua secca smentita, con un Hattrick in campionato che mantiene il distacco sulla seconda a +7, e rende incertissima la lotta tra Slow e i Leoni per evitare la retrocessione diretta.

loading...

Comments

comments

Facebook