Charazay 3. giornata. Zio Pey già in fuga

Dai nostri corrispondenti dal mondo di Basketball Manager, Chernosamba e Zefiro_it

Charazay Stagione 17 Settimana 3

loading...

Questa settimana, i campionati charazayani hanno visto andare in scena la terza settimana della stagione 17, settimana nella quale la LegaA ha dimostrato che c’è spazio per risultati a sorpresa.


LegaA: clamoroso alla Salicotto Arena

Prova lampante ne è il risultato dello scontro tra Mad Crew Siena e Fighters Bergamo finito con la vittoria della squadra di casa 73 a 69, un +4 che è già stato definito come la vittoria più prestigiosa della storia del club senese. La chiave della partita deve essere cercata nell’asfissiante difesa che ha costretto gli avversari a un misero 37% da 2 e 14 perse contro i 53% e 7,7 di media con cui abitualmente viaggiano i bergamaschi. Se aggiungiamo che il senese Litvinas è stato incontenibile al tiro (12/19) e che i rimbalzi di Lian hanno raggiunto quota 24, il quadro appare completo. Dunque un bel successo che fa morale per Siena e una grave sconfitta per gli orobici che potrebbero aver già compromesso la corsa allo scudetto: di sicuro non saranno permessi altri passi falsi.

Sixers – Pro Sesto era l’altro incontro di cartello della VI giornata. La squadra di Chernosamba perde grazie ai due parziali a cavallo dell’intervallo.: seconda piazza insieme a Fighters Bergamo. S è segnatalto Wasilewski per la squadra di Doctor_J (24 P., 11/18 da 2 e 20 R.) principale artefice della vittoria.

Nella parte finale della classifica, importante vittoria del fortitudino nico90 che battendo B.C. Forentum, lo aggancia a 2 vittorie e impedisce ai gialloverdi di dileguarsi dalla zona retrocessione.

cA

Div 1: Forlì Celtics e MAXMAK avanti tutta

Nel primo girone del campionato cadetto, Forlì Celtics e MAXMAK team hanno già distanziato tutte le rivali e marciano spedite senza incontrare ostacoli. Tolte le prime, questa divisione promette di essere molto equilibrata con 14 squadre in 3 punti: tutto è ancora possibile.

B1

Situazione differente nella 1.2 dove curunas e La Disperata sono appaiate sul fondo della classifica con 0 punti. La pesante sconfitta interna (60 – 78) della Sangiorgina Jazz per mano degli Arctic Monkeys porta la firma di Doncel (25 P., 11/19) e Mgomazulu (25 P., 11/20, 26 R.).

B2

Nazionale Under 18: Sconfitta di 40 punti per l’italia di PJ

Allora, questi, in WC li asfaltiamo però oggi facciamoli vincere così poi andiamo a festeggiare insieme a loro e, quando sono ubriachi, ci trombiamo le ragazze. Mi ci sono già messo d’accordo. Per cui divertitevi ma attenti a non farvi male -. Queste le bellicose parole, pregne di furore agonistico, che l’allenatore della nostra nazionalina avrebbe scelto per caricare i suoi negli spogliatoi del PJ Palace.

La partita opponeva i nostri ai pari età danesi, sicuramente un test meno rilevante di quello contro i lituani e che ha dato l’opportunità a Peppe_Jordan di schierare giocatori che maggiormente necessitavano d’esperienza. Infatti, l’Italia ha giocato con solo 17enni, ad eccezione di Zucca, tutti praticamente esordienti assoluti sui palcoscenici internazionali. Di fronte si sono trovati una compagine ben più esperta e affiatata con solo 4 17enni e ben 5 giocatori che provenienti dalla scorsa WC la cui intesa, presumibilmente, era altissima.

La cronaca della partita vede partire ottimamente la squadra italiana, soprattutto grazie alle sue guardie, ma già a metà del primo periodo si consuma il sorpasso danese sul 12-13 con il quarto che si chiude 20-27. I primi minuti della seconda frazione sono tutti di marca italiana con Peruch e De Grazia che, innestati dall’ottima regia di Guidi, raggiungono il pareggio al 3’ (28-28) e dando l’impressione di poter fare quello che vogliono.

Purtroppo, è solo un’illusione: i nostri difendono con il piumino fino al termine del quarto e i danesi ne hanno approfittato con un parzialone di 24-7 condotti per mano da un concreto Bruun in posizione di PG.

La partita finisce qui. In tutto il secondo tempo i danesi fanno valere la maggiore esperienza e il grande affiatamento mentre i giocatori italiani fanno proprie le raccomandazioni del tecnico cercando di non stancarsi troppo in vista della serata di festa con le… gli scandinavi.

Il tabellino indica come migliore realizzatore dei nostri Zucca con 13 punti in soli 10’, frutto di un 3/3 dalla distanza, mentre il rimbarzista principe è stato Stanchi che ha raggiunto quota 16 di cui 3 in attacco.

Il risultato, come detto, non interessava il nostro coach che nel forum ha tenuto a confermare: – Dovevo solo expare oggi, e mi è stato pure difficile farlo(come volevo), visto che più della metà della squadra è arrivata con fatica >6% -. Jordan ha anche chiesto ancora due settimane di tempo per lavorare con calma sul materiale di cui dispone dando appuntamento a Febbraio per vedere i primi risultati concreti.

loading...