Hattrick serie B 8ª giornata. Real Summano e Mar Mousa volano

Dai nostri corrispondenti per la serie B Belfagor (gironi 1-2) e Tustu (3-4)

HATTRICK SERIE B STAGIONE 42 – 8ª GIORNATA

Tutte vincenti le quattro capoliste della serie B, situazione promozioni quindi invariata:  Real Summano  e Mar Mousa 22  punti, Armata Brancaleone F.C. 20,  Dinamo Ierendi  19.

loading...

Mi si è fatto notare che la classifica di difficoltà presa settimana scorsa non teneva conto dei bot/semibot. Giusto. Se non ho sbagliato i conti, tolti i bot la difficoltà è questa: II.3 349, II.2 343, II.1 338, II.4 318.

II.1

Tridentina – Dinamo Ierendi  0-3

La capolista Dinamo affronta il ritorno contro Troseidone in trasferta. All’andata fu 6-3 per la Dinamo ma oggi il fattore campo può incidere decisamente di piu.   Troseidone  sta però ancora recuperando energie e TS dopo i master e la Tridentina che scende in campo non è quella che i tifosi sono abituati a vedere al “dei Mari”. Solito 3-5-2 Aow per la Dinamo, Troseidone risponde con un 4-5-1 con un ala tm.  Il centrocampo è comunque nettamente della Dinamo (57% e 69%), la difesa di Tridentina è si più alta degli attacchi della Dinamo ma non abbastanza dall’immaginare che lasciando così tanto campo prima o poi non si subisca gol. Inoltre Tridentina si trova ad avere attacchi che stanno sotto la pur debole difesa della Dinamo. Corretta la scelta di un pressing randomizzante da parte di Troseidone,  che abbassa di molto le azioni visualizzate. La Dinamo passa comunque tre volte e va a vincere, giustamente, la partita.  Settimana prossima il semibot Belluto, poi Ponte Nuovo. La Dinamo è ancora in coppa da vedere quali saranno le scelte di gestione del TS.

Mare Salato – A.C.Ponte Nuovo 1-3

Mare Salato è in mezzo al guado, tra le zone alte e le zone basse. Ponte Nuovo in piena lotta promozione.  I padroni di casa optano per un 3-5-2  aow, però l’attacco è monolato,  per il resto ci si affida a ottime difese. Ponte Nuovo si affida ad un contropiede di ottimo livello, con difese che massacrano l’avversario in due lati su tre e tengono il terzo.  Ponte Nuovo vince meritatamente: Salato segna anche quando l’occasione gli capita sul lato buono, ma deve cadere di fronte ad un contropiede e alcune prodezze tecniche degli avversari.  Corto dichiara, amaro: ”era una vita che non perdevo in casa”. Albertobat ribatte continuando la gara della malasorte: “La Dinamo ha già vinto”.  Cosa che ripeterà ancora dopo l’uscita dalla coppa Italia, dove prosegue invece mare Salato.

Reggina.2005 – Tergeste 1-1

Dopo la scoppola esterna di settimana scorsa, la squadra di Fidone deve provare a reggere l’urto di Tergeste per evitare il soprasso. Decide di farlo con un 3-5-2  equlibrato in ogni reparto.  Un 4-4-2 quadrato anche per Tergeste, un po’ meno centrocampo e un po’ più di attacco del rivale le differenze.  Ma in entrambi i casi il ruolo più forte sono le difese. Ne viene fuori una partita molto bloccata, con pochissime azioni, tre in tutto il match. Due vengono finalizzate e finisce 1-1, risultato giusto.

F.C. Belluto  – 11 Fenomeni          0 – 9

Solita sgambata per i Fenomeni che viaggiano tranquilli. Il nervosismo arriverà martedì dopo l’uscita poco fortunata dalla coppa. Intanto i Fenomeni sono però terzi, quindi le cose non vanno così male.

Settimana prossima Dinamo col semibot,  Ponte Nuovo in casa con Tridentina,  Tergeste ospita Mare Salato con la possibilità di agganciarlo e trascinare la squadra di Cortomaltese nel pantano,  11 Fenomeni – Reggina importante in chiave salvezza.

II.2

Poker Soccer Club – Armata Brancaleone   0 – 1

Match clou di giornata, decisivo per la lotta per il vertice. Poker deve vincere se vuole riavvicinare Brancaleone, una sconfitta sarebbe fatale.

E qui, in tutta onestà, non capisco la tattica scelta da Dieghito.  Jiago fa il massimo che può e  e mette in campo un 4-5-1 tutto centrocampo e difesa, con attacco ridicolo, sperando di reggere l’urto o in qualche SE. E pressa.  Quello che è incomprensibile è perché Dieghito faccia la stessa cosa,  con valutazioni a centrocampo e difesa più alte ma attacco altrettanto ridicolo. Ne vien fuori un partita in cui le chanches di segnare di entrambe le squadre sono risibili. L’unica azione visualizzata è il gol, su calcio d’angolo. Che decide la partita e porta Brancaleone veramente in alto. Rimane la domanda: essendo così più forti come lo era Poker (+90 punti di hatstat), perché non puntare a sfruttare il possesso e puntare a segnare? Così ci si è affidati alla giocata estemporanea, e quella l’ha fatta Brancaleone.

Entrambi i team nel mentre giungono bene al decimo turno di coppa, anche se Poker ha faticato non poco per avere ragione ai rigori dei rivali.

In conferenza stampa Jiago dichiara:  “Vorrei far sapere ai giornalisti che io fino a una settimana fa ne pagavo 340 di stipendi, meno della Dinamo di Belfagor.  Qui si vuole fare disinformazione”

Psv Maindove – Fc Flynet             4 – 0

Settimana scorsa Flynet aveva costretto Maindove al pari. Ma oggi si gioca in Toscana e le cose sono diverse.  Due 4-5-1 contrapposti (che possiamo definire il modulo prediletto della II.2), con belle difese e il solito attacco monolato. Il possesso di Maindove è abbastanza sostanzioso e quello fa la differenza anche se 4 a 0 pare un risultato decisamente largo per quello che si è visto in campo… son quelle giornate in cui tutto va bene e si segna anche debole contro fuoriclasse. Però la vittoria ci sta tutta. Maindove esulta anche Martedì quando la squadra raggiunge los torico decimo turno di coppa.

Gli umili del mazzo – the Guardians          1 – 4

Come all’andata gli umili non reggono.  A sto giro però Mazzosan deve aver esagerato con l’ottimo vino che mi propone dai tempi in cui ci scontravamo in III.8 perché il 3-4-2 che decide di schierare manca… di un giocatore 😛 Se aggiungiamo che al 62mo rimane in 9 perché non c’è nessuno in panchina dopo l’infortunio di Tornaghi, capiamo il tasso alcolico. E si, che malgrado tutto ciò gli umili han fatto valutazioni leggermente migliori dell’avversario e potevano anche farcela.  Ma i criceti puniscono queste cose. Prosit Mazzosan, riprenditi!

Arzignano Grifo 2 – Ajanapa        0 – 10

Sgambata tranquilla per la squadra di tinello in attesa  della lotta dura che inizierà settimana prossima.

II.3

Trinacria scende dal treno, le altre dominano

Mar Mousa – Real Clavis  4 – 0

In attesa di far visita al CSKA la capolista rifila un poker al Real, che rimane pericolosamente a soli 2 punti dai Warriors.

Il 4-4-2 di Peo esprime un gioco omogeneo ed equilibrato, capace di segnare 30 gol, ma di non avere giocatori con più di 4 reti realizzate.
Uno di questi è il nazionale turco  Somer Niyazi, protagonista contro il Real, grazie alla doppietta che ha chiuso il match.
Curiosità anche sul nuovo acquisto, l’ala svedese Andersson.
Vedremo come si inserirà nel modulo di gioco dei lombardi.

Risacca – CSKA SPAM  0 – 11

Puro e semplice allenamento, anche se prolifico, per i più accreditati inseguitori di Mar Mousa.
Nessun infortunato, nessun diffidato.
Tutto pronto per sabato, Bottecchia esaurito e sicuramente gremito in ogni ordine di posti.

TrInAcRia 1974 – BiboBiba  0 – 2

4-5-1, pressing, centrocampo alla pari, difesa blindata, attacco all’altezza della situazione nonostante l’unica punta.
Ecco gli ingredienti che hanno portato alla sorpresa della giornata.
Un gol per tempo, pochissime azioni per i padroni di casa, e aspettative che cambiano completamente per entrambe le squadre:

Trinacria dovrà difendere con i denti il quarto posto, BiboBiba stacca e saluta il Real Clavis, e punta proprio Trinacria, ora distante solamente 3 punti.

Bononia Warriors – Misterya  0 – 8

Secondo hattrick consecutivo per Kornel Odijk. sempre più leader della classifica cannonieri : già 13 reti per lui e +4 sul secondo.
Ancora un gol ed eguaglierà il suo record ottenuto in III serie.
Misterya ora attende Trinacria, sperando di approfittare dello scontro diretto tra Mar Mousa e CSKA per avvicinarsi alla vetta.

II.4

Real sempre in fuga, ma attenzione: tra gli inseguitori scatta Moro United, e incredibilmente emerge l’Olimpique.

Cormio F.C. – Leoni d’africa  2 – 2

Il corsaro Morgan (Papa) ruba due punti a Cormio, impedisce ai padroni di casa di staccare MMCA e porta i sui a -2 da Slow Team.
In una partita domnata dai padroni di casa i leoni strappano così un punto fondamentale pe la lotta ai play-out e rendono il centro classifica sempre più interessante: terza, quarta e quinta in classifica a pari punti!

Dolasiana – Real Summano  0 – 9

Bocchia ne fa 3, il Real 9, e i punti sulla seconda sono sempre 6!
A sei partite dalla fine del campionato c’è il rischio che lo scontro diretto dell’ultima giornata possa essere ininfluente per il primato.

Meglio morire che arrendersi – Moro United  1 – 2

Pedro Matos! E’ lui a gelare ” La Tana di Femta-la Coniglia Anti Malocchio”, dopo l’illusorio gol di Duràn.
Grazie a questa doppietta anzichè MMCA troviamo Moro United solitaria al secondo posto, con la possibilità di consolidare la posizione sabato prossimo, quando ospiterà Slow Team.

Slow Team – Olympique Maravi  1 – 3

Se vinci in trasferta contro una diretta concorrente ai play-out, per 3-1, e senza i gol del capocannoniere del campionato, Giorgio Guido, allora i tuoi obiettivi sono cambiati, e puoi permetterti di sognare in grande.
Soprattutto se  consideriamo che dopo 3 giornate l’OM aveva un solo punto!
Se il campinto fosse iniziato alla quarta giornata la classifica sarebbe:

Real 15 – OM 12 – Moro 10

I tifosi piemontesi ora indossano una maglietta bianco blu con la seguente scritta:

“Non succede, ma se succede…”

E Aldo si augura non finisca come nell’ultima serie A di calcio!

loading...

Comments

comments

Facebook