Serie Oro: Seconda Giornata conferme e sorprese!!

Veloce come il migliore 100 metrista Umibozu analizza la !

Un squadra in fuga. Nessuna neopromossa in zona retrocessione. Tanti arrivi in volata. E’ la serie Oro 23esima edizione. Leviamo gli stracci davanti ai nostri occhi: ecco la seconda giornata. Con tutti gli stranieri in campo (mercoledi’ ci sono gli individuali regionali).

Conoscendo i proposito di Rotten, era Vulture il favorito di giornata. E non ha tradito. Anannasavanna Team vince convincendo, con piu’ di 30 punti sulla piu’ vicina inseguitrice. Preparata nei concorsi, profonda quanto basta, non ha rivali, forse, come antagonista di Fabry per questa stagione. C’e’ ancora gap, ma sembra assolutamente colmabile se il piu’ titolato collega dovesse rifondare anche solo parzialmente. E non e’ un momento cosi’ lontano. Grande lotta per il podio. Poseidon la spunta solo nell’ultima gara, la 4X400 femminile, dopo aver faticato, e non poco, anche nei concorsi. Moonchild balza al quinto posto della general,e in compagnia di un’ottima neopromossa, quel Pellethinaikos che deve una volta in piu’ maledire la precarieta’ delle sue staffette. Ottimo equilibrio ed un poco di turnover (ma per tutti) e un terzo gradino del podio che proietta la societa’ di umibozu in compagni di mostri sacri della serie regina. Anche Fenice, la quarta, perde l’occasione della vita gettando alle ortiche un miglior piazzamento con le gare di squadra: Malix ha dato fondo a molto energie in queste prime due giornate, potrebbe pagarne le conseguenze ma la tattica e’ la virtu’ principale qui. E la classifica, comunque, lo mette ottavo: sara’ bugiarda? Forse, ma per ora, onore ai meriti di Malix. Rotten Athletic, questa stagione, correra’ per firma in NL: forza pochissimo, chiude quinto e sta gia’ pensando a quanti biglietti staccare per l’olimpiade. Cramelan, con delle staffette assolutamente di lusso, brucia Atletico Panzetta poco prima della linea del traguardo: entrambi pericolanti, lotteranno fino all’ultimo, ma le speranze dicono soprattutto Cloris, a meno che la sua volonta’ lo suggerisca differentemente. Italian Vampires chiude tristemente il gruppo: pochissimo impegno per la probabile concentrazione ai regionali. La classifica corta lo avvantaggia, ma sara’ difficile rivederlo qui in stagione 24.

loading...

E’ l’anno buono, ormai e’ quasi certo. Lupus in Fabula Track & Field impone la sua legge: lui lassu’, dietro il vuoto. Primissimo in ogni disciplina, scava un solco di 4 punti sulle inseguitrice che paiono assolutamente non in grado di impensierirlo. Neppure se, come in questo caso, Fabry non tira al massimo, anzi… L’argento indovinate un po’ per chi e’? Polisportiva Besanese: JJL puo’ confermarsi come seconda forza del campionato. Albo d’oro poverissimo di vittorie individuali, ma rimanere cosi’ tanto tempo in alto ha significato di competitivita’ per piu’ tempo di chiunque altro. Anche se il killer istinct, come ormai sappiamo a memoria, manca. Il podio viene completato dall’altra matricola terribile della 2.2: Arretium Atletica non e’ piu’ una sorpresa. I quartieri alti sono un’abitudine e se non mollera’, dietro a Fabry, potrebbe a sorpresa esserci davvero lui. Ottima la copertura di squadra di Gappo: competitiva ovunque, paga qualcosa in concorsi e staffette, ma giu’ il cappello. Quarto posto per Small Track & Field: anch’essa neopromossa, dopo aver dormito la prima giornata (scelta molto discutibile) prova a rifarsi e raccoglie molto bene. Le staffette rimangono traumatiche, ad oggi sarebbe salvo ma attenzione che dietro si tira eccome: squadre materasso, al massimo ve n’e’ una, quel Sant’Angelo Team che ha rifondato e ha chiuso nuovamente le fila. Rosa ridotta al lumicino, per Melchiade stringono i tempi per poter comprare qualche punta in modo da non sfigurare almeno in seconda. GS Diavoli, quinto, ha un potenziale differente da quello che vediamo: sta rischiando col fuoco, presumibilmente volto ad altri obiettivi. E cosi’ anche Brianza Team, sesto, e Ass. Atl Reggio C., penultimo: minimo indispensabile, e anche meno per Airone, che possono far suonare piu’ di un campanello dall’allarme. La squadra calabrese rimane tosta e, a nostro parere, puntera’ ai societari sacrificando il cammino qui. Andrea e’ un enigma, ma dubitiamo fortemente che si lascera’ scivolare giu’.

loading...

Comments

comments

Facebook