Orienteering: i finlandesi e le russe primi dal via al finish

Chiusura dei mondiali di sci-orientamento con le staffette che hanno visto il netto successo della Finlandia al maschile e della Russia al femminile; entrambe le squadre sono passate al comando già dopo il primo intermedio e non sono più state superate.

Impressionante il lancio di , vincitore nella sprint, che si è ripreso dalle delusioni nella long distance e ha staccato subito tutti i rivali: 50 secondi di vantaggio a metà della prima frazione che sono diventati 87 al cambio sul norvegese Tonna e 89 sul russo Barchukov, inserito in squadra grazie al bronzo di ieri nella long.
Poco dietro erano ancora in corsa Cechia e Svezia, mentre in nona posizione chiudeva che ha confermato il crescendo di condizione nella settimana.
Nella seconda frazione Keskinarkaus guadagnava subito terreno sugli inseguitori per poi sbagliare e cedere un minuto allo svedese Rost, in grado di segnare il miglior tempo di frazione e di portarsi dal quinto al secondo posto. Cedeva la Cechia lasciando Norvegia e Russia appaiate al terzo posto a quasi 2 minuti dalla Finlandia. Italia 11a dopo la discreta frazione di Widmann.
L’atleta più completo di questi mondiali, Staffan Tunis, subiva la rimonta dello svedese Arnesson per poi staccarlo nuovamente nella seconda metà dell’ultima frazione e concludere facilmente primo; seconda la Svezia davanti alla Norvegia, con Moholdt capace di recuperare nel finale sul russo Lamov, che sembrava avviato alla medaglia di bronzo.
resisteva bene nella compagnia maschile e portava l’Italia al tredicesimo posto conclusivo.

loading...

Nella gara femminile prima selezione già a metà della prima frazione con la russa Trapeznikova a guidare un gruppo di 4 atlete composto da Norvegia, Finlandia e Cechia; USA con Crocker a 29 secondi e la svedese Rickardsson in difficoltà con un minuto di ritardo.
Russia scatenata nel finale con la sola norvegese Kvåle a limitare i danni a 32 secondi al primo cambio; Finlandia e Cechia si presentano a quasi 3 minuti tallonati da Svizzera e USA; la Svezia compromette le sue chances con 4’48” di distacco.
Kozlova compiva una seconda frazione eccellente portando il vantaggio sulla norvegese Kirkevik a a più di 1 minuto; dietro resisteva la Finlandia con Anttila sulla quale recuperava la svedese Engström.
La Svezia proseguiva nel recupero grazie a Söderlund che otteneva il miglior tempo di frazione, ma non riusciva a riprendere la finlandese che salvava il bronzo. Davanti Malchikova gestiva alla perfezione il vantaggio su Marte Reenaas e poteva concedersi la passerella finale con bandiera in mano e compagne festanti al suo fianco.

Con questa vittoria la Russia mantiene il primo posto nel medagliere, che ha il lato negativo di includere solo 4 nazioni.

Classifiche
Campionati mondiali di sci-orientamento
Staffette, 27 marzo 2011

Donne
1 Russia 1:23:45.1
2 Norway a 31.2
3 Finland 3:20.2
4 Sweden 4:02.0
5 Czech Republic 11:37.0
6 Switzerland 12:02.3
7 Lithuania 26:17.5
8 USA 32:17.0
9 Belarus 39:44.8
10 Hungary 40:51.7
11 Great Britain 44:53.1
12 Japan 49:15.4

Uomini
1 Finland 1:32:29.2
2 Sweden a 58.4
3 Norway 1:22.1
4 Russia 1:29.3
5 Switzerland 7:24.4
6 Czech Republic 7:46.7
7 Lithuania 10:25.6
8 Kazakhstan 14:32.2
9 Estonia 16:22.6
10 Latvia 19:54.0
11 Belarus 22:23.3
12 Germany 28:09.4
13 Italy 30:58.9
14 Japan 30:59.7
15 USA 33:04.6
16 Ukrain 34:45.3
17 Hungary 45:14.1

Medagliere
Russia 4-3-1
Svezia 3-2-3
Finlandia 2-3-2
Norvegia 0-1-3

loading...

Comments

comments

Facebook