Orienteering: titoli a Svezia e Russia nella long distance ai mondiali di sci-o; 23° Canella

Soderlund (in arancione) sbaglia percorso e torna sulle sue tracce

Penultima giornata dei mondiali di sci-orientamento dedicata alla long distance, con partenza di massa e il consueto sistema di “forking” subito dopo il primo punto di controllo per dividere la massa di concorrenti.

Partenze ritardate di 2 ore per rifare le piste, ricoperte dalla neve caduta abbondante nelle ultime ore. Il tempo è molto nuvoloso e ventoso anche oggi, ma senza precipitazioni. Sono preannunciati percorsi molto duri con consistenti dosi di salite.

loading...

La cartina viene consegnata 1 minuto prima della partenza, ma gli atleti possono consultarla solo 15 secondi prima del via.

Svedesi in testa al lancio, con Söderlund più rapida fra le donne e Arnesson al lancio maschile, che avviene 20 minuti dopo.

Come agli europei, anche in questi mondiali si utilizza il sistema di punzonatura Emit Touch Free che permette di passare in velocità accanto ai controlli.

Al primo punto radio, dopo circa 25 minuti, Söderlund si presenta da sola con 20 secondi sulla russa Kozlova, che precde la finlandese Anttila. A 1 minuto un quartetto capeggiato da Novikova (Kazakhstan). Ottava la svedese Engström già staccata di 2’30”.
Anttila si riporta presto sulla leader, mentre Kozlova opta per un’altra scelta di percorso e si ricongiunge più avanti, per poi perdere nuovamente terreno su una scelta differente.

Subito dopo è Söderlund a commettere un errore colossale, che le costa oltre un minuto.

Söderlund (in arancione) sbaglia percorso e torna sulle sue tracce

Kozlova torna su Anttila e la stacca con un’otitma scelta, giungendo al cambio cartina con ben 37 secondi di vantaggio. Recupera bene la ceca Hancikova che passa terza a 44 secondi, mentre Söderlund sbaglia ancora ed è superata dalla statunitense Crocker. Novikova scende in decima posizione a 3 minuti.

Grande rimonta di Söderlund che supera le inseguitrici e si porta in seconda posizione, vicinissima a Kozlova; le due si presentano insieme dopo 9,6 km., con un margine di 1’41” sulla norvegese Reenaas, in costante rimonta; segue Hancikova davanti a Trapeznikova e Anttila.

Söderlund continua con una marcia superiore e stacca tute nel secondo giro, presentandosi al punto spettacolo in prima posizione con 1’47” su Kozlova e 2’18” su Reenaas. Hancikova è quarta su Malchikova.
Resta un’ultima serie di punti nella zona piatta vicina al ritrovo, dove Söderlund non ha problemi, per concludere facilmente vincitrice sulle rivali che restano nello stesso ordine.

Gli uomini arrivano al punto radio dei 3,6 km. con Tunis da solo su Arnesson che insegue a 28 secondi; a 1’14” sono in quattro, guidati dal russo Tolstopyatov. Taivainen è 13° a quasi 3 minuti. 32° e 36° gli italiani Canella e Widmann.

Tunis e Arnesson si mantengono nettamente avanti sugli avversari, piuttosto raggruppati ad eccezione di Tolsopjatov, in terza posizione, e di Häkkinen, che effettua una scelta più lunga.
Si ritira intanto il russo Gruzdev, uno dei favoriti.

Al cambio carta Tunis aumenta il vantaggio a 34 secondi su Arnesson, poi Tolstopyatov a 1’37” e 6 atleti intorno ai 2 minuti. Canella recupera 4 posizioni.

Il russo Grigorev, vincitore nella staffetta mista sprint di giovedì, compie un’otima rimonta che lo porta dal settimo posto del cambio carta ad appaiare Tunis dopo 11,4 km. Arnesson è superato anche dall’altro russo Barchukov, che insegue a 1 minuto. Tolsopjatov scende all’11° posto.

Grigorev procede nella sua progressione e stacca Tunis, avvicinato da Barchukov; al secondo cambio cartina Grigorev ha 37 secondi su Tunis e 1’02” su Barchukov; Arnesson è ora a 1’47”, lo svedese Rost a 2’06”.

Nei lunghi tratti in discesa che portano al tratto finale i primi compiono diverse differenti scelte di percorso: Grigorev sceglie quelle più scorrevoli, Barchukov quelle più brevi, mentre il GPS di Tunis non funziona e non è possibile verificare il suo avanzamento. All’ultimo chilometro Tunis e Grigorev sono di nuovo insieme con 27 secondi su Barchukov; Rost e il bulgaro Belomazhev superano Arnesson, ma sono tagliati fuori dal podio, con quasi 2 minuti di ritardo. Canella recupera altre posizioni ed è 24°.

Finale in volata con Grigorev che ha la meglio su Tunis, mentre Barchukov completa un’altra ottima giornata della squadra russa.
Finisce bene Canella, che con il 23° posto al traguardo ottiene il suo miglior piazzamento a questi mondiali.

Domani chiusura della manifestazione con le staffette.

Classifiche
Sci-orientamento, campionati mondiali a (Svezia)
Long distance, 26 marzo 2011

Donne
1 Helene Söderlund SWE 1:20:52.7
2 Tatyana Kozlova RUS a 1:35.5
3 Marte Reenaas NOR 2:09.0
4 Hana Hancikova CZE 3:25.1
5 Polina Malchikova RUS 3:58.6
6 Liisa Anttila FIN 4:17.5
7 Alena Trapeznikova RUS 4:44.5
8 Alison Crocker USA 4:50.9
9 Barbro Kvåle NOR 5:00.4
10 Mariya Kechkina RUS 5:15.4
11 Anastasia Kravchenko RUS 6:06.1
12 Helena Randakova CZE 6:13.3
13 Olga Novikova KAZ 6:40.5
14 Josefine Engström SWE 6:59.7
15 Ladina Lechner SUI 9:48.6
16 Anni Honkimaa FIN 9:56.5
17 Kajsa Richardsson SWE 10:44.3
18 Audhild Bakken Rognstad NOR 12:04.9
19 Ramune Arlauskiene LTU 14:21.8
20 Magdalena Olsson SWE 14:43.2
21 Zsuzsa Fey ROU 14:43.5
22 Carmen Strub SUI 14:51.1
23 Sonja Mörsky FIN 16:09.1
24 Agnes Simon HUN 18:22.4
25 Alexandra Jospe USA 18:27.2
26 Stafaniya Dimitrova BUL 19:51.9
27 Simona Karochova CZE 20:09.4
28 Ievgeniia Iaremenko UKR 28:16.5
29 Elmira Moldasheva KAZ 28:43.2
30 Bornhak Antje GER 28:51.4
31 Inna Hohoreva BLR 30:50.5
32 Marlene Habenicht AUT 35:58.7
33 ITA 39:19.6
34 Ildiko Szivak HUN 40:52.0
35 Miwa Takahashi JPN 42:31.0
36 Esther Arias ESP 46:21.1

Uomini
1 Andrey Grigoryev RUS 1:42:43.9
2 Staffan Tunis FIN a 2.3
3 Vladimir Barchukov RUS 37.2
4 Erik Rost SWE 1:48.9
5 Peter Arnesson SWE 2:18.8
6 Ondrej Vodrazka CZE 3:00.5
7 Lars Moholdt NOR 3:10.9
8 Mikhail Sorokin KAZ 3:28.0
9 Andrei Lamov RUS 5:20.5
10 Janne Häkkinen FIN 5:20.8
11 Vadim Tolstopyatov RUS 6:51.1
12 Olli-Markus Taivainen FIN 7:44.0
13 Johan Granath SWE 8:12.4
14 Öyvind Watterdal NOR 8:53.8
15 Yury Yazykou BLR 9:06.2
16 Ville-Petteri Saarela FIN 9:53.0
17 Jiri Bouchal CZE 10:26.5
18 Joel Sjölander SWE 11:49.2
19 Gion Schnyder SUI 11:56.7
20 Tarvo Klaasimae EST 12:30.5
21 Jakub Skoda CZE 14:41.1
22 Andrin Kappenberger SUI 14:49.3
23 ITA 14:50.2
24 Even Toomas EST 16:49.6
25 Vitalijus Petrulis LTU 19:20.2
26 Regimantas Kavaliauskas LTU 19:30.3
27 Michal Drobnik CZE 19:48.2
28 Sindre Jansson Haverstad NOR 20:35.7
29 Nerijus Sulcys LTU 20:44.3
30 Ove Sätra NOR 21:15.3
31 Johann Kugler AUT 23:30.6
32 Klaus Csucs ROU 24:27.9
33 Aslan Tokbayev KAZ 24:54.9
34 Vitaliy Lilichenko KAZ 25:01.9
35 Morihiro Horie JPN 25:08.5
36 Priit Randman EST 25:59.6
37 Thomas Widmann ITA 30:04.4

loading...

Comments

comments

Facebook