Biathlon – Mondiali: l’azzurro Hofer terzo dopo una gara all’attacco; vincono Svendsen e Neuner; video delle gare

Dopo una serie di valide quanto incompiute prestazioni arriva la prima medaglia per il biathlon italiano grazie alla sua stella nascente, , autore di una strabiliante esibizione nella mass start di 15 km. che ha rappresentato uno dei numerosi highlights di questi mondiali siberiani.

Hofer, finora veloce sugli sci ma deficitario al tiro, è apparso trasformato ieri e oggi, dapprima nella staffetta dove si è preso sulle spalle la squadra e l’ha riportata in corsa per il podio, in seguito oggi, dove dopo ognuno dei primi 3 giri è uscito al comando dal poligono grazie a una sequenza di tiri sicura e precisa.

loading...

Nel primo giro ci è voluta l’impazienza dello sloveno Bauer per ravvivare un’andatura turistica che stava creando molteplici intralci tra gli atleti stretti tra i pochi metri di larghezza della pista. Tra i 14 che non subivano giri di penalità non c’era lo sloveno, e dietro Hofer si affrettavano Martin Fourcade, Svendsen e Sumann. Subito 2 errori per il tedesco Peiffer.

Seconda tornata con Bø che si alternava con Hofer al comando, mentre perdeva il contatto l’ucraino Semenov. Tra i 13 battistrada erano in 8 a rimanere esenti da penalità, con Lukas Hofer scatenato davanti ancora a Fourcade, poi Sumann, Svendsen e Berger. Uscivano di scena Greis (2 giri extra) e Bergman (3).

Berger e Sumann davano il cambio a Hofer nel terzo giro, seguiti da Fourcade, Cerezov, Svendsen, Bø e Ustjugov; gli 8 di testa precedevano Makoveev di una dozzina di secondi e il secondo gruppo, tirato da Birnbacher, di 32.
Con la prima serie di tiri in piedi si verificava una consistente scrematura a vantaggio di Hofer, ancora straordinariamente veloce, e della coppia norvegese Svendsen – Bø; dietro di loro inseguiva Ustjugov, ancora senza errori ma più lento come Makoveev, poi Fourcade.

Hofer dopo essersi accodato ai due norvegesi si riportava al comando nella seconda parte del quarto giro e si assumeva l’onere di occupare la corsia 1 al poligono. I due norvegesi commettevano subito il primo errore, Bø anche il secondo, e Hofer questa volta si attardava per centrare tutti i bersagli; il ventesimo non andava però a sogno e svanivano così le possibilità di successo. Ustjugov non sbagliava e si portava al comando sotto un boato irrefrenabile, inseguito a una decina di secondi da Svendsen e ancora da Hofer. Più indietro recuperava Bjørndalen insieme a Cerezov.

Svendsen effettuava subito un intenso sforzo per riprendere Ustjugov e una volta raggiuntolo gli si accodava; era così il turno di Hofer a riguadagnare sulla testa, ma non appena l’azzurro riagganciava i primi, questi ripartivano nell’ultimo tratto di salita. Era Svendsen ad avere più forze e a trionfare su Ustjugov e su un felicissimo Hofer, alla sua prima medaglia assoluta mondiale e al primo podio in Coppa del mondo.
Bø rimontava fino al quarto posto e difendeva un solido vantaggio nella classifica generale.

Sintesi gara maschile

In precedenza si era disputata la 12,5 km. mass start femminile, anche qui con un grande spettacolo e diversi capovolgimenti in graduatoria.
A differenza degli uomini decisiva è risultata la velocità in pista sulle prestazioni al poligono.

Prima fase con a fare corsa a sé, 5 su 5 al primo tiro a terra e oltre 15 secondi su Marie Dorin; quindi Zaitseva, Gregorin e un’ottima , che in Siberia ha ritrovato la competitività anche in pista oltre che al poligono.

Neuner sbagliava il 10° colpo e così dopo 2 giri Dorin passava al comando sulla tedesca per pochi secondi; Ponza ancora perfetta, terza davanti a Kuzmina, Gregorin e Brunet.
Già 3 giri di penalità per Berger e Domraceva, 2 per Mäkäräinen.

Nel terzo giro Neuner superava Dorin, imitata da Kuzmina; quindi Ponza e più indietro un gruppo capeggiato da Gössner e Zaitseva. Dorin e Ponza erano ancora le migliori al tiro e fuggivano approfittando dei 2 giri di penalità che Neuner e Kuzmina dovevano affrontare. In recupero Zaitseva e Valj Semerenko.
Neuner continuava la sua marcia come un carrarmato e in poco più di 2 km. recuperava mezzo minuto a Dorin, ripresa anche da Ponza. Le tre si presentavano all’ultima sessione di tiri con una quindicina di secondi su Zaitseva, Ekholm e Brunet.

L’emozione finiva per attanagliare tutte le protagoniste all’appuntamento decisivo: Dorin commetteva subito il primo errore, quindi era la volta di Neuner. Michela Ponza aveva la chance di passare in testa, ma la paura di vincere aveva la meglio su di lei, che sbagliava ben 2 volte. Anche le tre inseguitrici sbagliavano 1 colpo ciascuna ed era così la bielorussa Domraceva a ribaltare la situazione e a passare dall’ottavo al primo posto, con 4 secondi su Neuner, 6 su Dorin e 12 su Berger anche lei in rimonta.

Ultimo giro con Neuner che andva a riprendere la battistrada e la staccava sull’ultima rampa per andare a cogliere il secondo oro di questi mondiali. Tora Berger lasciava sul posto Dorin che era superata anche da Mäkäräinen in piena lotta per la Coppa del mondo e da altre atlete.
Grandi rimpianti per Michela Ponza che dopo 10 km. perfetti lasciava una medaglia sicura proprio nel finale delle operazioni di tiro. Bene la giovane Wierer, ventunesima.

Neuner oltre al titolo mondiale si aggiudica anche la coppa di specialità, che nel settore maschile va a Martin Fourcade nonostante il decimo posto odierno.

Domani rivincita con l’ultima gara dei mondiali, la staffetta femminile 4×6 km.
Sintesi della gara femminile

Classifiche
15 km. mass start maschile
1 SVENDSEN Emil Hegle NOR 0+0+0+1 38.42.7
2 USTYUGOV Evgeny RUS 0+0+0+0 +5.0
3 HOFER Lukas ITA 0+0+0+1 +14.3
4 BOE Tarjei NOR 0+0+0+2 +23.3
5 TCHEREZOV Ivan RUS 0+0+1+0 +24.2
6 BJOERNDALEN Ole Einar NOR 1+0+0+0 +28.8
7 MAKOVEEV Andrei RUS 0+0+0+0 +49.8
8 PEIFFER Arnd GER 2+0+0+1 +53.7
9 EDER Simon AUT 1+0+0+1 +54.2
10 FOURCADE Martin FRA 0+0+1+2 +54.8
11 LINDSTRÖM Fredrik SWE 1+0+0+0 +56.2
12 SUMANN Christoph AUT 0+0+1+2 +1:15.6
13 DERYZEMLYA Andriy UKR 0+1+0+1 +1:17.7
14 BERGER Lars NOR 0+0+2+2 +1:23.1
15 FOURCADE Simon FRA 0+1+1+0 +1:23.9
16 BIRNBACHER Andreas GER 1+0+1+1 +1:25.8
17 NORDGREN Leif USA 1+0+1+1 +1:44.0
18 MAKSIMOV Maxim RUS 1+0+1+1 +1:57.0
19 BAUER Klemen SLO 1+0+2+1 +2:06.3
20 GREIS Michael GER 0+2+1+1 +2:14.4
21 PIKSONS Edgars LAT 1+1+0+1 +2:26.2
22 SEMENOV Serhiy UKR 0+1+1+1 +2:32.9
23 DE LORENZI Christian ITA 1+0+2+2 +2:37.2
24 STEPHAN Christoph GER 1+1+1+1 +3:01.1
25 SEDNEV Serguei UKR 1+0+1+0 +3:19.8
26 SLESINGR Michal CZE 3+2+1+0 +3:21.7
27 FERRY Björn SWE 1+2+1+2 +3:40.6
28 WINDISCH Markus ITA 3+1+0+1 +3:49.3
29 BERGMAN Carl Johan SWE 0+3+2+2 +4:10.3
30 TCHOUDOV Maxim RUS 4+3+0+1 +6:17.2

12,5 km. mass start femminile
1 NEUNER Magdalena GER 0+1+2+1 36.48.5
2 DOMRACHEVA Darya BLR 2+1+0+0 +4.8
3 BERGER Tora NOR 2+1+0+0 +14.0
4 MÄKÄRÄINEN Kaisa FIN 1+1+1+0 +24.2
5 GREGORIN Teja SLO 0+0+1+0 +24.9
6 ZAITSEVA Olga RUS 0+1+0+1 +31.6
7 EKHOLM Helena SWE 0+1+0+1 +34.7
8 DORIN Marie FRA 0+0+0+1 +39.8
9 BRUNET Marie Laure FRA 1+0+0+1 +44.1
10 KUZMINA Anastasiya SVK 1+0+2+0 +44.6
11 PONZA Michela ITA 0+0+0+2 +1:10.3
12 BACHMANN Tina GER 2+1+1+1 +1:18.5
13 HENKEL Andrea GER 2+1+1+1 +1:19.2
14 GÖSSNER Miriam GER 1+1+2+2 +1:40.8
15 YURLOVA Ekaterina RUS 1+1+1+1 +1:43.3
16 SEMERENKO Valj UKR 1+1+0+2 +1:45.6
17 SKARDINO Nadezhda BLR 0+0+0+1 +1:49.0
18 ZIDEK Anna Carin SWE 2+0+2+0 +1:57.2
19 CYL Agnieszka POL 1+0+1+0 +2:01.7
20 TOFALVI Eva ROU 1+0+1+0 +2:09.2
21 WIERER Dorothea ITA 1+0+1+1 +2:11.5
22 BESCOND Anais FRA 1+1+2+0 +2:12.4
23 BOGALIY-TITOVETS Anna RUS 0+2+1+0 +2:14.7
24 PIDHRUSHNA Olena UKR 1+0+2+0 +2:23.1
25 SEMERENKO Vita UKR 4+0+0+0 +2:30.8
26 NILSSON Anna Maria SWE 0+0+1+1 +2:36.6
27 SUPRUN Inna UKR 0+1+1+2 +2:47.2
28 GEREKOVA Jana SVK 2+1+1+0 +3:12.9
29 HORN Fanny Welle-Strand NOR 1+2+0+2 +4:03.0
30 VITKOVA Veronika CZE 1+3+2+0 +5:44.9

Coppa del mondo maschile
1 BOE Tarjei NOR 1022
2 SVENDSEN Emil Hegle NOR 947
3 FOURCADE Martin FRA 900
4 PEIFFER Arnd GER 638
5 TCHEREZOV Ivan RUS 636
6 GREIS Michael GER 636
7 HOFER Lukas ITA 548
8 SLESINGR Michal CZE 524
9 BJOERNDALEN Ole Einar NOR 510
10 EDER Simon AUT 497

Coppa del mondo femminile
1 MÄKÄRÄINEN Kaisa FIN 914
2 EKHOLM Helena SWE 907
3 NEUNER Magdalena GER 854
4 BERGER Tora NOR 850
5 HENKEL Andrea GER 845
6 DOMRACHEVA Darya BLR 700
7 ZIDEK Anna Carin SWE 667
8 SEMERENKO Valj UKR 657
9 GREGORIN Teja SLO 657
10 DORIN Marie FRA 654

Coppa mass start maschile
1 FOURCADE Martin FRA 194
2 SVENDSEN Emil Hegle NOR 184
3 BOE Tarjei NOR 177
4 HOFER Lukas ITA 126
5 TCHEREZOV Ivan RUS 117
6 SLESINGR Michal CZE 107
7 PEIFFER Arnd GER 103
8 FERRY Björn SWE 99
9 GREIS Michael GER 99
10 EDER Simon AUT 98

Coppa mass start femminile
1 NEUNER Magdalena GER 190
2 BERGER Tora NOR 181
3 DOMRACHEVA Darya BLR 176
4 HENKEL Andrea GER 162
5 EKHOLM Helena SWE 159
6 BRUNET Marie Laure FRA 157
7 GREGORIN Teja SLO 132
8 DORIN Marie FRA 118
9 MÄKÄRÄINEN Kaisa FIN 114
10 ZIDEK Anna Carin SWE 111

loading...

Comments

comments