Hattrick serie B. La 6ª giornata

Dai nostri corrispondenti per la serie B Belfagor (gironi 1-2) e Tustu (3-4)

HATTRICK SERIE B STAGIONE 42 – 6ª GIORNATA

Ponte Nuovo e Mare Salato, prove di duello.
Nella II.2 ben 6 squadre in soli 2 punti!
Mar Mousa spreca, Wilmink tiene a galla Trinacria.
Real in testa, Cormio beffato da Bouix.

loading...

II.1

Il girone II.1 pare al momento la serie B più dura delle quattro, con ben 318 di hatstat.  Se considerate che c’è un semibot potete immaginare le altre. Come sempre, però le hatstat contano fino ad un certo punto e anche la II.1 lo conferma: Tergeste, di gran lunga con media superiore agli altri  (364 contro il circa 342 delle prime tre in classifica) è penultima.  Il modulo preferito rimane il 3-5-2  (56%) ma, frutto delle nuove modifiche, prende sempre più spesso piede anche il 4-4-2 (19%).

Nel forum di girone impazzano le gufate portasfiga come da tradizione, finora sulla (ex) capolista Ponte Nuovo, ma è facile prevedere che presto cambieranno obiettivo.

Ma passiamo all’analisi delle partite:

Tridentina-Ponte Nuovo

E’ il big match di giornata. Da una parte Troseidone, in piena corsa hattrick master (al momento della partita..) ma uscito dalla Coppa Italia. Dall’altra parte la squadra di Albertobat che sembrava infermabile fino a settimana scorsa quando ha perso in casa una partita aperta contro la Dinamo. Troseidone gioca in casa ma nel contempo ha esigenza di piccare se vuole credere nei master. Tridentina plausibilmente non immagina il contropiede di Ponte Nuovo e sceglie un 3-5-2 abbastanza coperto, con difese forti  e attacchi discreti al centro e su un lato.  Ponte Nuovo si chiude in contropiede facendo ottime valutazioni difensive (superiori agli attacchi avversari) ma lasciando molto a centrocampo.

Ne vien fuori una partita molto equilibrata con svariati capovolgimenti di fronte e numerose occasioni sbagliate.  La partita è decisa nei minuti finali: all’85mo Ponte Nuovo pareggia, un minuto dopo va sotto e non recupera più.  Risultato giusto, ma forse Troseidone poteva soffrire di meno.

Due sconfitte pesano per Ponte Nuovo che si ritrova terza a un punto dalla vetta: tutto da rifare e soprattutto si allontana la possibilità di promozione diretta. Tridentina rimane un incognita: è in testa a pari punti, è fortissima e sappiamo tutti cosa sa fare il vincitore della Coppa Italia.  Ma i master sono purtroppo per lui finiti e il nostro buon marchigiano dichiara di esser senza soldi e volerli spendere in arrosticini.  Pochi ci credono, nessuno sa realmente cosa sarà.

Belluto-Dinamo Ierendi

Poco da dire, ovviamente, su questa partita. Si affrontano  un Belluto in dismissione e una Dinamo carichissima dopo la sorprendente vittoria sul campo della capolista settimana scorsa.  Dinamo che lascia fuori qualche big e gioca tranquilla (la cosa gli costerà, ma è poco male,  il primato italiano a centrocampo e attacco che aveva) e vince 10-0. Lieve l’infortunio che blocca la forte ala Colombo.

Dinamo che si porta comunque in testa al girone (con Tridentina) e scontro diretto sabato.  Il presidente Belfagor (io) gongola comunque per i risultati della propria squadra costruita su multiskill e senza trading, invadento la serie di comunicati stampa.  In attesa che i fortissimi avversari la riportino con i piedi per terra J

Reggina 2005 – 11 Fenomeni

Scontro salvezza di notevole importanza. Reggina opta per un 3-5-2 tanto centrocampo (2 ali tm) e con  attacco centrale forte e lati deboli ( ma non attacca al centro plausibilmente per non scoprire la difesa), Fenomeni  opta per un 4-5-1  con attacco monolato.  Difensivamente Fenomeni dovrebbe tener bene (ai lati ma soprattutto al centro dove si copre bene). Davanti però si affida ad un solo lato con circa il 50% di possibilità di segnare e questo è ovviamente un rischio.  Però il possesso è di Reggina (55%) e come spesso succede in hattrick  non è facile difendersi ad oltranza soprattutto se si hanno poche chance di replicare. Le assegnazioni delle azioni sono poi particolarmente favorevoli a Reggina, 4 nel primo tempo (2-0), una nel secondo (con plausibilmente tante azioni non visualizzate). Sbotta a fine gare il presidente si 11 Fenomeni ma con un commento lucido che mi sento di condividere: “La sconfitta ci sta ma risultato impietoso ed immeritato”. In effetti il 3-0 risulta un po’ pesante.

Rimane il fatto che c’è il sorpasso e giochi molto aperti.

Mare Salato – Tergeste

Mare Salato gioca in casa ma la posizione di Tergeste non inganni: la squadra ha raccolto molto meno di quel che meritava. C’è da dire che entrambi pare abbiano un abbonamento con l’ospedale. Quelli di Tergeste sono anche belli  nervosetti e un cartellino rosso o giallo non se lo dimenticano mai. Forse perché sono in tensione per il presidente Ursandroche vive in mezzo agli scontri di Bangkok, ma tant’è.

Viene fuori un partitone con due squadre da 370 di hatstat. Due 3-5-2 , trequartista, tw e ali offensive per Mare Salato che rafforza i lati ma non gioca Aow. Attacco centro-lato per Tergeste.  Un po’ più di centrocampo per Mare Salato, un miglior rapporto difesa/attacchi per Tergeste.  Direi giusto il pareggio finale anche se bastava un minimo guizzo a far pendere la bilancia.

Per Tergeste ora si fa dura, 4 punti sono davvero pochini.  Mare Salato lascia due punti in casa, ma la vetta è lì, a soli due punti.

Settimana prossima il big match è lo scontro tra le due capoliste Dinamo e Tridentina.  Gran bel match anche Ponte Nuovo – Mare Salato, un eventuale altro stop casalingo sarebbe veramente una mazzata per le ambizioni di albertobat.  Importante anche il match di Tergeste in casa con Reggina: perdere significherebbe trovarsi a -6 dalla zona spareggi e lì fa freddo. Tutto facile per 11 Fenomeni contro Belluto.

Settimana prossima fine girone d’andata e spero di trovare il tempo per un pagellone.


II.2

Non ho seguito il girone fino ad adesso quindi perdonatemi le inesattezze. La II.2 è la seconda serie B a livello di hatstat. Anche qui il modulo prevalente è il 3-52 ma con solo il 40% (vedi ste modifiche..) seguito dal 4-4-2 con 19% ma anche dai difensivissimi 5-3-2 e 5-5-0 (usato però dal semibot) col 13%.

Valutazioni alla mano difficile capire come mai non sia in testa l’ex campione d’italia Poker Soccer Club che ha finora sfoderato prestazioni che sfiorano il 410 di media. Comunque è lì lì e sabato prossimo c’è uno scontro al vertice contro la capolista Armata Brancaleone.

Le partite:

Arzignano – Brancaleone 0 – 7

Tutto semplice per la squadra di Jiago capolista del girone, impegnata con il semibot Arzignano. Sette gol e ottima sgambata in vista del big match di Sabato.

Maindove – Ajanapa 3 – 1

Maindove arriva al match a -4 dalla vetta, in zona centro classifica. Ajanapa in piena zona retrocessione. La differenza si vede nettamente anche in campo dove il 3-5-2 di Maindove domina il centrocampo, attacca bene al centro e su un lato, e tiene alta anche la difesa. Ajanapa prova a resistere con un 5-3-2 con contropiede di ottimo livello (utopico) e difese decisamente forti, tra il titanico e il sovrannaturale. L’attacco di Maindove non è all’altezza ma l’85% di possesso rende la partita un tiro a segno e prima o poi, i queste condizioni la palla entra. E lo fa tre volte. Non basta un bel contropiede per rimediare le cose. Vittoria assolutamente meritata.

Soccer – Guardians 5 – 0

La corazzata Poker ospita i Guardians autori finora di un ottimo campionato. Altares si rende conto dell’inferiorità e prova ad inventarsi qualcosa ordinando ai suoi di tirare da fuori. E’ la mossa della disperazione ma del resto è  una di quelle partite in cui si deve aver un grande aiuto dal Dio Random per cavarsela. E il dio non guarda da questa parte. Finisce 5-0 col 3-4-3 di Poker (con due trequartisti di livello che fa ET a centrocampo e il 3-5-2 di Guardians che non regge. Certo è che forse 5 gol con quell’attacco bassino sono forse fin tanti e lì qualche limite Poker l’ha evidenziato.

umili – Flynet 4 – 0

Umili terza incomoda per la vetta, Flynet in piena bagarre salvezza. Questo il verdetto di una partita assolutamente meritata dagli umili. Anche qui un copione comune ad altre partite: la squadra di casa scende con un 3-5-2 a massimizzare centrocampo e fattore campo. L’avversario, non potendo competere con le stesse armi, prova chiudersi ma lascia troppo a centrocampo perché i due forti attacchi laterali degli umili non arrivino prima o poi a pungere (malgrado difese superiori)

Settimana prossima, oltre allo scontro tra le prime due abbiamo un bel match tra Guardians (quinti) e Umili (terzi): gli umili sono in forma ma fuori casa è un’altra cosa. Flynet , in casa, vincendo potrebbe riagganciare Maindove, perdendo la lascerebbe andare, quindi scontro importante. Per Ajanapa partita tranquilla in attesa dei prossimi difficili match.

Nelle prossime cronache vedrò di aggiungere qualche nota di colore in più.

II.3

E’ partita la caccia alla volpe: Mar Mousa in fuga, in 3 all’inseguimento. Ma se Mysteria sorride, CSKA e Trinacria piangono per l’occasione perduta.

Risacca – BiboBiba 0 – 8

Boccata d’ossigeno per HM-Bibo85.3 punti importantissimi per rimanere in zona play-out e doppiette per il kazako Zhumabayev,per Mauro Saretti e per il danese Ovesen, ora a quota 5 e a un solo gol dalla vetta.

TrInAcRia 1974 – Misterya 1 – 2

Gli scontri diretti non portano bene a PIC74.
Capace di vincere solo contro il CSKA, Trinacria cade in casa e si fa agganciare.
La vetta si allontana, nonostante le cose si fossero messe bene per i siciliani.Ma nemmeno un vantaggio di 50 punti nelle Hatstats è stato sufficiente.
Il pressing veronese è stato asfissiante e ha permesso agli ospiti la rimonta, firmata dal capocannoniere Odijk.

Mar Mousa – CSKA SPAM 3 – 2

Il risultato non tragga in inganno. Il CSKA è stato in partita solamente per mezz’ora.
Peo pare avere la possibilità di gestire al meglio le energie, con il doppio scontro con il Real. Poi sarà ancora CSKA, la resa dei conti.

Bononia Warriors – Real Clavis 0 – 8

Il miracoloso punto contro Mar Mousa aveva fatto pensare a una rinascita dei guerrieri. Niente di tutto ciò,e il Real ne approfitta per assestarsi al sesto posto. Una gestione intelligente da qui alla fine permetterà a Skara di affrontare l’eventuale spareggio in condizioni invidiabili.

II.4
I leoni rivedono la zona play-out. un Real sontuoso vince il big match e va in fuga,
Moro perde il treno, Cormio esce dalla crisi.

Dolasiana – Leoni d’africa 0 – 7

Poco da dire, eccetto che ora i Leoni sono in scia all’Olimpique, sconfitto in trasferta.

Meglio morire – Real Summano 1 – 3

Valori quasi identici, moduli identici, risultato differente.
Quello che i manageriali avrebbero definito match da divisione della posta (come si diceva una volta)si è invece rivelato un trionfo per gli ospiti, che volano a +4 e riposeranno nel doppio pic contro Dolasiana. Sarà dura contrastare tony montagna!

Slow Team – Moro United F.C. 2 – 0

Moro poteva rimanere a ruota del Real, e invece perde con un netto 2-0. Le Hatstats? a suo favore, ma ci sta venendo il vago dubbio non contino più un bel niente, sempre ammesso che prima contassero…
Slow Team rimane agganciata a Cormio, in lotta per un quarto posto che vale oro.

Cormio F.C. – Olympique Maraviglia 4 – 1

E dopo tre scoppole finalmente una bella vittoria per Odisseus. Partiti benissimo i milanesi sembravano non sapessero più vincere. Invece ora sono nelle migliori condizioni per preparare il doppio scontro-verità contro i Leoni.

Anche per Aldo 2 partite decisive:
Olimpique- Slow delineerà la zona play-out

loading...

Comments

comments

Facebook