Orienteering – Europei: La Svizzera mantiene il pronostico nella staffetta uomini

La squadra svizzera, data per favorita alla vigilia, composta da Matthias Müller, Fabian Hertner e Matthias Merz, si è imposta nella staffetta maschile degli europei di corsa orientamento a Primorsko (Bulgaria), davanti a Francia e Norvegia, dopo aver guidato la gara negli ultimi 2 terzi.

40 le squadre che prendono il via alle 11.20 locali.
Nella prima fase il gruppo si riduce a ventina di orientisti, capeggiati dal ceco Dlabaja, davanti al tedesco Brandt e al norvegese Skjeset. Perde subito contatto Russia 1 con Tsvetkov.
A metà della prima frazione passa in testa Cechia 2 con Kodeda, seguito da Francia, Norvegia, Finlandia e Svezia. L’italiano Seidenari resta nel gruppo di testa fino a pochi minuti dal termine della sua prova, quando perde due preziosi minuti. Al primo cambio guida Svezia 1 con Erik Johansson, seguito a breve distanza da 6 avversari: Francia, Norvegia 2, Norvegia 1, Svizzera 1, Danimarca e Cechia 2. Diciottesima l’Italia a 2’43”.

loading...

Nella seconda frazione si forma subito un gruppo di 4 atleti, con lo svizzero Hertner davanti a Svezia 2, Norvegia 1 e Danimarca. A un minuto altri 6: Svezia 1, Svizzera 2, Francia, Finlandia e le due squadre della Cechia. La Danimarca perde poi contatto dalla testa e viene raggiunta dalla Francia. Al secondo cambio passano per primi Svizzera 1 e Svezia 2 (Holmberg), a precedere di 27″ il norvegese Waaler e di 50 il francese Adamski. Bel recupero di Klaus Schgaguler che porta la squadra tricolore in 13a posizione.

La terza e conclusiva frazione vede protagonisti due fuoriclasse, lo svizzero Matthias Merz e il francese Thierry Gueorgiou, che guadagnano presto terreno su Svezia 2 (Millegård) e Norvegia 1 (Lundanes). L’Italia con Mamleev recupera subito altri 2 posti. A metà percorso Merz ha 16 secondi di vantaggio sul francese, che diventano 36 al termine della gara. A quasi 2 minuti la Norvegia prevale di poco su Svezia 2, che a sua volta si lascia dietro i duellanti Svezia 1 (Wingstedt) e Svizzera 2 (Lauenstein). L’Italia è 11a, a brevissima distanza dall’ottavo posto.

loading...

Comments

comments

Facebook