Sawiris:”Sono stato molto vicino alla Roma!” Scopriamo insieme chi è il magnate egiziano.

“Sono stato molto vicino all’acquisto della squadra di calcio della Roma”. Queste le parole riportate dall’Adnkronos del magnate egiziano delle telecomunicazioni, Naguib , nel corso del programma ‘dal cuore dell’Egitto’, trasmesso dal canale satellitare ‘Nile Live’. Sawiris ha affermato di essere stato “molto vicino all’acquisto” del club giallorosso aggiungendo di aver “raggiunto un accordo sulle condizioni della vendita della società con i dirigenti della banca. Ma all’ultimo momento loro si sono tirati indietro senza motivo e l’affare è sfumato”.

Secondo alcune indiscrezioni raccolte dal sito Vocegiallorossa.it, sarebbe però sorpresa da queste dichiarazioni dato che la procedura di vendita della società ha dei tempi e delle modal l ità prestabiliti.

loading...

Ma vediamo chi è nel dettaglio il magnate egiziano: nasce il 15 giugno 1954, e a soli 24 anni entra nell’azienda di famiglia nel 1979  che ha saputo trasformare, fino  a fare diventare la Orascom Telecom Holding (OTH)  uno degli operatori leader a livello mondiale. Attualmente Sawiris riveste la carica di Presidente Esecutivo della OTH e della Weather Investments e di Presidente del Consiglio di Amministrazione di Telecomunicazioni S.p.A. Il suo carattere energico e schietto e il suo naturale carisma l’hanno reso uno dei simboli del settore delle telecomunicazioni, un esempio per gli oltre 20.000 dipendenti del gruppo in tutto il mondo, nonché una figura di grande interesse per i media. Grazie alla sua visione e alla forza delle sue decisioni OTH si è affermata a livello globale tra i principali player nel settore delle telecomunicazioni. Sawiris deve il suo successo iniziale soprattutto a decisioni coraggiose che l’hanno portato ad operare in mercati in grande crescita e in aree geografiche che nessun’altra azienda aveva osato avvicinare. è anche lo sponsor principale dell’AS Roma.

Padre di quattro figli, parla quattro lingue che sono inglese, arabo, francese e tedesco, ha due fratelli minori che lavorano nella sua impresa. Questo, a grandi linee, un identikit del magnate che vuole riportare la Roma ai vertici d’Italia e d’Europa.

loading...

Comments

comments

Facebook