Serie Oro: l’incredibile battaglia per la salvezza

Sembrava una giornata da “tutto deciso”. Pareva la solita passerella per atleti stanchi e senza obiettivi. Per qualcuno, questa giornata inutile, stava per trasformarsi in thrilling. Riviviamo le emozioni dell’ultimo giro di giostra stagione 24.

Fattore campo ultima giornata=tanti atleti iscritti. E la giornata si vince. Primo successo in Oro per Societa’ Atletica Pellethinaikos, successo che vale doppio perche’, oltre a contribuire pesantemente al tutto esaurito, fa evitare ad Umibozu il drammatico nono posto. Ottimo quasi ovunque (forse anche per lo scarso impegno degli avversari), e’ necessario rivedere profondamente le staffette e forse qualcosa nei concorsi…  Argento per Ass. Atl. Reggio C., gia’ matematicamente salva, che ha inseguito ed ottenuto lo stesso obiettivo finale di Umibozu. Tira meno del lombardo e si vede, anche se le due societa’ paiono vicine dall’essere appaiate. Airone non deve fare l’errore di prendere sottogamba la prossima stagione: vedendo i promossi si preannuncia battaglia per ogni giornata. Il podio di giornata e’ completato da Cus Torino che per una volta morde il freno e va’ a ripetere l’exploit di un altro reduce della gloriosa 2.2 (Gappo): al primo anno di Oro secondo in generale, lontano anni luce da Fabry, ma molto competitivo e giovane. Attenzione al sornione Steone per il futuro. GS Diavoli era il piu’ impattato nella lotta per salvarsi, ma si guadagna la pagnotta per un altro anno, che si mostrera’ forse ancor piu’ complicato. Se l’obiettivo e’ la NL ci sentiamo di dare un consiglio a Simo: investire i soldi in concorsisti non giovani ma in grado di tenere botta. Diversamente sara’ durissima. Veniamo al duello di giornata. Fa sorridere pensare che Small Track & Field e I Pasticciotti si possano giocare molto a questo punto della stagione. Eppure Smallino a meta’ lanci era retrocesso. Troppo sottogamba l’ultimo impegno, tutti bassi schierati poteva rivelarsi un suicidio. Si sapeva che Dampyr avrebbe dato tutto, Shark invece ha involontariamente sbarrato la strada a Smallino per tre quarti di giornata. La superioria’ nei lanci e’ pero’ venuta fuori, ma sono solo 3 punti di “tappa” che salvano Smallino. Siamo certi che non commettera’ piu’ errori di presunzione di questo tipo, anche perche’ la prossima stagione tirare sara’ obbligatorio quasi sempre: l’impressione e’ che con tutti bassi piu’ di un punto non si prendera’. Shark ripartira’ dalla serie 2, suo vero habitat: non ci ha mai creduto fino in fondo, con un pizzico di determinazione in piu’ lottare con Simo poteva non essere una chimera. Chiudono, come sempre, A.S. Spartana e Associazione Sportiva “Viva l’Atletica”: Piotta combattera’ non poco per salvarsi al piano di sotto, Atletica avra’ un presumibile canto del cigno con i societari internazionali, in cui non parte come favorito. Rifondazione in vista?

loading...

Il discorso per Umibozu ha un compagno: Lupus in Fabula Track & Field e’ obbligato per esigenze di stadio ad iscrivere tutti i suoi atleti e, guarda caso, vince. Tutti bassi ma squadra assolutamente fuori concorso per avversari non all’altezza. E’ lui il favorito per i Societari Internazionali, e francamente potrebbe anche fare il bis con la NL il prossimo anno… Un applauso sincero va’ al secondo, Atletico Panzetta. Doveva essere una giornata interlocutoria, ed invece Dampyr ci ha provato fino in fondo. Fino alle 16 era salvo, e si sarebbe gridato al miracolo. Perche’ Dampyr e’ inferiore a molte altre squadre in moltissimi settori: dai concorsi al mezzofondo fino alla velocita’. Eppure la sua determinazione lo ha spinto vicino al suo obiettivo. Attenzione: senza massacrare la forma, perche’ 16.2 di media vuol dire non mettere alla gogna la squadra. Non vorremmo essere nei panni di nessuno in seconda a trovarlo in serie. Lui puo’ auspicare alla pronta risalita. Ma deve crescere in qualita’, sperando che i soldi lo supportino. Brianza Team batte coi lanci Poseidon, ma entrambi festeggiano: il primo per una salvezza che, in fin dei conti, non e’ mai stata in discussione, il secondo per essere finito ottavo in luogo di nono. Proprio davanti a Polisportiva Besanese, battuto anche qui. JJL e’ la squadra con piu’ talento delle tre, ma commette quella leggerezza di non considerare il pericolo nono posto. Poco male, investira’ successivamente i soldi. Andrea deve rifondare dei settori: sta invecchiando e l’anno prossimo sara’ durissima. Moonchild invece deve intervenire nei concorsi: perdere 19 punti da Andrea in una giornata interlocutoria, oggettivamente, e’ troppo. Rotten Athletic, Arretium Atletica e Anannasavanna Team: il terzetto dei turisti. Giocano a non impegnarsi, la spunta Rotten perche’ e’ piu’ forte degli altri due. Gia’, Rotten: se Fabry molla la NL sara’ sua la prossima stagione. Con buona pace del botto che sfiorera’ nuovamente Vulture, ancora un passo indietro. Servono pesanti investimenti piu’ nei concorsi che nel resto. Gappo chiude quinto non giocando le ultime due giornate e merita ancora un applauso, ma attenzione a velocisti e lanciatori: non potenziare col mercato la sua squadra diventerebbe previsione di oscuri presagi per il futuro prossimo.

loading...