L’aquila continua a volare, Lazio prima in classifica. Il punto tecnico

E’ prima in solitaria, e lo sarà almeno per 15 giorni, la Lazio di Edy Reja, di Zarate, di Hernanes, ma soprattutto di Mauri, ancora una volta decisivo con una prestazione di altissimo livello, e giustamente convocato in Nazionale da Cesare Prandelli.

E’ veramente una Lazio sorprendente, sia nel gioco, sia nella personalità mostrata in campo. Edy Reja ha creato un piccolo capolavoro in queste prime giornate, costruendo un gruppo di giocatori unito, applicando un turnover mirato che non risparmia nessuno, neanche Hernanes, uscito al 15esimo della ripresa, ma soprattutto il tecnico goriziano ha mostrato una elasticità mentale che pochi suoi colleghi hanno, ripudiando la difesa a 5 e valorizzando al massimo il punto di forza di questa squadra, cioè il centrocampo ricco di palleggiatori. Ne sanno qualcosa i giocatori del Brescia (complimenti a Iachini, la squadra è messa benissimo in campo), che nell’ultimo quarto d’ora, complice anche l’espulsione di un ingenuo Diamanti, non hanno più visto il pallone, con i centrocampisti biancocelesti che facevano un possesso palla da manuale.

loading...

E’ un primato in classifica diverso da quello registrato nelle passate stagioni, perchè la squadra dimostra un equilibrio in campo importante, concendendo poco e creando il giusto. I complimenti, per una volta, vanno fatti anche a Lotito e Tare che, seguendo finalmente le indicazioni di un uomo esperto di calcio come Reja, hanno costruito una rosa altamente competitiva, cui mancano pochissimi innesti per renderla veramente forte ed in grado di attaccare la zona Champions League. Fuori Zarate dentro Rocchi, fuori Hernanes dentro Bresciano, fuori Floccari dentro Foggia, Matuzalem in tribuna, l’erore di Firenze Kozak in panchina, come Stendardo, protagonista la scorsa stagione, o Cavanda, il baby prodigio che ha annullato Ronaldinho, non uno qualsiasi. Quante squadre hanno una rosa così competitiva?

Gli unici dubbi vengono dagli acquisti di Garrido e Gonzalez: il primo non riesce a recuperare una condizione fisica accettabile, anzi giocando una partita con la primavera, ha combinato solo disastri, concendendo due gol per la vittoria dei baby senesi sugli aquilotti a Formello. Il secondo invece, nei primi 15 giorni di ritiro si è trovato molto in difficoltà, per poi migliorare e meritare la conferma nella rosa; va detto però che anche ieri è finito in tribuna, con il quasi 35enne Brocchi ancora titolare indiscusso. Ecco, se la Lazio riuscisse a trovare un terzino sinistro affidabile, così da riportare Radu al centro, ed un mediano di quantità che possa far rifiatare Brocchi, sarebbe una squadra veramente completa. E magari permettere a Diakité e Perpetuini di andare a giocare da qualche parte, perchè loro sono il futuro.

Chiudiamo riproponendovi a questo link le highlights di Lazio-Brescia, e qui sotto la classifica della serie A aggiornata. Perchè per i prossimi 15 giorni è lecito sognare.

CLASSIFICA

SQUADRA PARTITE
p.ti G V N P
Lazio 13 6 4 1 1
Inter 11 6 3 2 1
Napoli 11 6 3 2 1
Milan 11 6 3 2 1
ChievoVerona 10 6 3 1 2
Brescia 9 6 3 0 3
Juventus 8 6 2 2 2
Palermo 8 6 2 2 2
Catania 8 6 2 2 2
Genoa 8 6 2 2 2
Bari 8 6 2 2 2
Lecce 8 6 2 2 2
Cagliari 7 6 1 4 1
Sampdoria 7 6 1 4 1
Bologna 7 6 1 4 1
Cesena 7 6 2 1 3
Fiorentina 5 6 1 2 3
Parma 5 6 1 2 3
Roma 5 6 1 2 3
Udinese 4 6 1 1 4
loading...

Comments

comments

About Emanuele Borgognone
Emanuele Borgognone alias Mr_Padtm